"QUANTO VELENO PER TOPI È NECESSARIO PER UCCIDERE UNA PERSONA" – LE RICERCHE ONLINE DI ALESSANDRO IMPAGNATIELLO PRIMA DELL’OMICIDIO DELLA FIDANZATA, GIULIA TRAMONTANO - LA POVERETTA, DURANTE L'AUTOPSIA, È RISULTATA POSITIVA A QUEL TIPO DI SOSTANZA - L’UOMO HA CERCATO “CLOROFORMIO” MENTRE ASPETTAVA LA RAGAZZA ALL’AEROPORTO - DURANTE L’UDIENZA A MILANO, IL BARMAN HA TENUTO LA TESTA BASSA E, QUANDO È STATA MOSTRATA L’IMMAGINE DEL CADAVERE, IN PARTE CARBONIZZATO, DI GIULIA È SCOPPIATO A PIANGERE...

-

Condividi questo articolo


 

TESTE, IMPAGNATIELLO CERCÒ 'CLOROFORMIO' IN ATTESA DI GIULIA

alessandro impagnatiello 1 alessandro impagnatiello 1

(ANSA) - Il 5 febbraio dell'anno scorso, mentre era all'aeroporto di Malpensa ad aspettare Giulia che rientrava da Napoli, Alessandro Impagnatiello sul suo smartphone faceva ricerche sul "cloroformio", qualche giorno dopo acquistato via internet sotto falso nome e poi ritrovato in cantina. È un particolare emerso durante la deposizione di un maresciallo dei carabinieri sentito stamane in aula al processo sull'omicidio di Giulia Tramontano, la donna uccisa al settimo mese di gravidanza da Impagnatiello, il suo fidanzato.

alessandro impagnatiello alessandro impagnatiello

 

L'investigatore, nella sua ricostruzione, ha spiegato che l'uomo, tra dicembre 2022 e gennaio e maggio 2023, come risulta dall'analisi del suo telefono, aveva cercato "veleno per topi incinta", "veleno per topi in gravidanza" e "veleno per topi uomo". Il teste ha spiegato, definendola "fondamentale", la ricerca del 7 gennaio dell'anno scorso: "ha visualizzato una pagina" che riguardava "quanto veleno per topi" era necessario "per uccidere una persona". L'esito dell'autopsia su Giulia e Thiago, ha ricordato, ha dato esito positivo al veleno per topi. Veleno di cui sono state trovate e sequestrate due bustine nello zaino dell'imputato.

 

PROCESSO IMPAGNATIELLO, LE CONTINUE RICERCHE SUL WEB PER AVVELENARE GIULIA TRAMONTANO. QUANDO GLI MOSTRANO IL CADAVERE ABBASSA LA TESTA E PIANGE

Estratto dell’articolo di Cesare Giuzzi e Giuseppe Guastella per www.corriere.it

 

 

ALESSANDRO IMPAGNATIELLO ALESSANDRO IMPAGNATIELLO

[…] Nel corso della testimonianza di un maresciallo della squadra Omicidi del Nucleo investigativo di via Moscova sono state lette in aula alcune ricerche effettuate sul web dall’ex compagno di Giulia Tramontano già a dicembre, oltre cinque mesi prima del delitto avvenuto il 27 maggio 2023. Impagnatiello ha ricercato con il suo smartphone in almeno tre occasioni le parole: “Veleno per topo incinta”; “Veleno per gravidanza”; “Veleno per uomo”.

 

L ABBRACCIO DI GIULIA TRAMONTANO CON L ALTRA DONNA DI IMPAGNATIELLO L ABBRACCIO DI GIULIA TRAMONTANO CON L ALTRA DONNA DI IMPAGNATIELLO

Il 7 gennaio 2023 poi l’ultima ricerca ancora più esplicita: “Quanto veleno per topi è necessario per uccidere una persona”. Il pubblico ministero Alessia Menegazzo e il procuratore aggiunto Letizia Mannella stanno ricostruendo attraverso il racconto degli investigatori le fasi preparatorie del delitto di Giulia Tramontano.

 

Nel corso dell’udienza sono state proiettate alcune slide con le immagini delle telecamere che hanno immortalato Impagnatiello nelle ore del delitto (anche quando va in viale Certosa per recarsi dall’amante) e anche una del corpo di Giulia dopo il ritrovamento dietro ad alcuni box di via Monte Rosa a Senago. L’imputato è regolarmente presente in aula, rispetto alla prima udienza la barba è più curata e i capelli più corti. Presenti all’udienza anche alcuni parenti della vittima.

L ULTIMA IMMAGINE DI GIULIA TRAMONTANO VIVA L ULTIMA IMMAGINE DI GIULIA TRAMONTANO VIVA

 

Quando è stata mostrata la fotografia del corpo di Giulia, l’ex compagno ha abbassato la testa e ha singhiozzato. Anche il pubblico ha avuto un sussulto. Durante l’udienza, mentre i carabinieri proiettavano le slide con i messaggi delle chat, il falso test del Dna e i documenti per l’acquisto del cloroformio, Impagnatiello ha sempre tenuto la testa in basso, rivolta verso il pavimento della gabbia riservata ai detenuti, singhiozzando e piangendo. […]

GIULIA TRAMONTANO GIULIA TRAMONTANO giulia tramontano giulia tramontano GIULIA TRAMONTANO GIULIA TRAMONTANO ALESSANDRO IMPAGNATIELLO ALESSANDRO IMPAGNATIELLO

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT! - TRATTENETE IL RESPIRO. GOVERNATE LO SHOCK. AVVISATE I CITTADINI ABRUZZESI: IL CICLONE SARDO AVANZA E NON PERDONA - SECONDO L’ULTIMO SONDAGGIO, IL DISTACCO CHE SEPARA IL MELONE MARSILIO DAL CAMPO LARGHISSIMO DI D’AMICO SI È RIDOTTO ALLA MISERIA DELL’1,2% (APPENA QUATTRO MESI FA IN ABRUZZO LA DESTRA GODEVA DI UN VANTAGGIO DI BEN 20 PUNTI) - PARADOSSALMENTE, IN CASO DI DISFATTA, CON DUCETTA RIBASTONATA, PER MATTEO SALVINI POTREBBE ESSERE L’OCCASIONE DI AVER MAGGIOR POTERE NEL GOVERNO (FERROVIE, CDP, AISI) - SE INVECE “FASCIO TUTTO IO!” VINCE CON IL SUO MARSILIO, PER IL CAPITONE SI AVVICINA IL CAPOLINEA - A QUEL PUNTO TUTTO PUO’ SUCCEDERE: ANCHE CHE GLI PARTA L’EMBOLO DI UN PAPEETE2 SFANCULANDO IL GOVERNO MELONI (QUANTI PARLAMENTARI LO SEGUIREBBERO, SAPENDO CHE IN CASO DI VOTO ANTICIPATO, QUELLO SCRANNO NON LO VEDREBBERO PIÙ?)

DAGOREPORT - COME MAI I QUOTIDIANI DEGLI ANGELUCCI (“LIBERO” A FIRMA SECHI, “IL GIORNALE” CON MINZOLINI) HANNO SPARATO A PALLE INCATENATE CONTRO LA MELONA, DOPO LA SCONFITTA IN SARDEGNA, BEN EVIDENZIANDO I SUOI ERRORI E LA SUA ARROGANZA? - MAGARI L'ANGELUCCI FAMILY E’ SCONTENTA PER LE PROMESSE NON MANTENUTE DALLA DUCETTA? - O FORSE LE RASSICURAZIONI RICEVUTE, DOPO LA PRESA DEL SECONDO QUOTIDIANO A MILANO, SI SONO RIVELATE ARIA FRITTA? - LA CAUTELA DI SALLUSTI CHE, PER NON IRRITARE LA DUCETTA, HA LASCIATO SCRIVERE L'EDITORIALE A MINZOLINI…

DAGOREPORT - SUSSURRI MILANESI DI TERZO POLO TV: LA7 DI CAIRO, TV8 DI SKY E NOVE DEL GRUPPO WARNER BROS-DISCOVERY STANNO RAGIONANDO SULL’OPPORTUNITÀ DI CREARE UN “CARTELLO” PER ARRIVARE A PALINSESTI “RAGIONATI”, EVITANDO DI FARSI CONCORRENZA NELLE RISPETTIVE SERATE “FORTI” - FABIO FAZIO “PESCE PILOTA” PER PORTARE A NOVE ALTRI TELE-DIVI RAI (L’ARRIVO DEL DESTRISSIMO GIAMPAOLO ROSSI COME AD A VIALE MAZZINI DARÀ L’AVVIO ALLA DIASPORA DEI RANUCCI E COMPAGNI...)

DAGOREPORT! - LA SCONFITTA IN SARDEGNA AVVIA LA RESA DEI CONTI MELONI-SALVINI - DUCETTA-VENDETTA: VUOLE DISARCIONARE IL “CAPITONE” DALLA GUIDA DELLA LEGA, PER AVERE UN CARROCCIO MODERATO A TRAZIONE NORDISTA CON LA “SUPERVISIONE” DI ZAIA, FEDRIGA E GIORGETTI -  MA PER “CONQUISTARE” IL DOGE, TOCCA RISOLVERE LA GRANA DEL TERZO MANDATO: CON UNA LEGGE DI RIORDINO DEGLI ENTI LOCALI: LE REGIONI DECIDERANNO SUL NUMERO DEI MANDATI - LA ''CONCESSIONE'' CHE SI MATERIALIZZERÀ PER ZAIA SOLTANTO DOPO LA DETRONIZZAZIONE DI SALVINI DALLA GUIDA DELLA LEGA. DELLA SERIE: FRIGGERE IL “CAPITONE”, VEDERE CAMMELLO - LA CONTROMOSSA DI SALVINI: CHIEDERE AL CONSIGLIO FEDERALE DELLA LEGA UN MANDATO PER CHIARIRE LO STATO DI SALUTE DELL'ALLENZA PER POI TOGLIERE L'APPOGGIO  AL GOVERNO - QUANDO LA MELONA SI AUTO-DEFINISCE “NANA” VUOLE FAR SAPERE A SALVINI CHE CONOSCE LO SFOTTÒ CHE LUI USA PER SBERTUCCIARLA (“NANA BIONDA”) – ABRUZZO, EFFETTO TODDE: CALA IL VANTAGGIO DEL MELONIANO MARSILIO SUL CANDIDATO DEL CAMPOLARGO, D'AMICO...