SCACCO RATTO! - IL COMUNE DI NEW YORK VORREBBE STERILIZZARE GLI ESEMPLARI MASCHI E FEMMINE DEI TOPI CHE INVADONO LA CITTÀ - SI STIMA CHE NELLA "GRANDE MELA" CI SIANO CIRCA 3 MILIONI DI RATTI E CHE UNA COPPIA PUÒ PRODURRE POTENZIALMENTE 15 MILA CUCCIOLI - NON È LA PRIMA VOLTA CHE SI CERCA DI CONTRASTARE L'INVASIONE DEI RODITORI CON LA CONTRACCEZIONE, ANCHE SE I TENTATIVI PASSATI SI SONO RIVELATI UN FALLIMENTO…

-

Condividi questo articolo


ratti new york 3 ratti new york 3

(ANSA) - New York tenta un'altra carta contro la guerra ai ratti, la contraccezione. Lo scrive il New York Times. Una misura introdotta di recente prevede un programma pilota per la distribuzione in 10 isolati, da parte dell'assessorato alla sanità della città, di palline salate per sterilizzare sia i maschi che le femmine in zone critiche della città. Non è la prima volta che l'amministrazione comunale tenta la carta della contraccezione, e i tentativi passati si sono rivelati un fallimento.

 

ratti new york 4 ratti new york 4

Tuttavia, secondo il consigliere Shaun Abreu, che ha sponsorizzato il provvedimento, questa volta ci sono più possibilità di successo grazie anche all'introduzione dei bidoni per i rifiuti domestici e commerciali invece dei sacchetti lasciati lungo i marciapiedi la notte. Il NyTimes scrive anche che la popolazione dei ratti a New York sfiora i tre milioni e che ogni anno una coppia può produrre potenzialmente 15 mila piccoli ratti.

ratti new york 5 ratti new york 5 ratti new york 2 ratti new york 2 ratti new york 1 ratti new york 1 ratti new york 6 ratti new york 6

 

Condividi questo articolo

FOTOGALLERY


ultimi Dagoreport

DAGOREPORT – RISIKO BESTIALE A BRUXELLES! URSULA VON DER LEYEN, NONOSTANTE I VETI DEL TRIO TUSK-MACRON-SCHOLZ, S’ALLISCIA LA MELONI PER BLOCCARE I FRANCHI TIRATORI TRA POPOLARI E SOCIALISTI. MA L’INCIUCIONE SARÀ RIVELATO DOPO IL VOTO: SE L’ITALIA INCASSERÀ UN COMMISSARIO DI PESO, FRATELLI D’ITALIA SI SARÀ APPECORONATO ALLA COFANA TEDESCA (E ALLORA SÌ CHE SALVINI E LE PEN INIZIERANNO A CECCHINARE LA “TRADITRICE” GIORGIA) – OCCHIO A MACRON: ANCHE SE INDEBOLITO PER L’AVANZATA DELLE DESTRE IN FRANCIA, DA “ANIMALE FERITO” PUÒ DIVENTARE UNA MINA VAGANTE

FLASH! - COSA PUOI FARE PER DENUNCIARE LE GUERRE NEL MONDO? PER NON SBAGLIARE, VAI A CASA E ARRUOLA TUA MOGLIE! - È QUELLO CHE DEVE AVER PENSATO IL PRESIDENTE DEL CENTRO SPERIMENTALE DI CINEMATOGRAFIA SERGIO CASTELLITTO QUANDO SI È INVENTATO “DIASPORA DEGLI ARTISTI IN GUERRA”. AL CENTRO DELL’EVENTO, FINANZIATO DAL PNRR, BRILLA IL LONGANESIANO “TENGO FAMIGLIA”: LA SCRITTRICE MARGARET MAZZANTINI, MOGLIE DI CASTELLITTO, CONVERSERÀ CON DAVID GROSSMAN – A SANGIULIANO, CUI DIPENDE IL CSC, PARE OPPORTUNO CHE TRA TANTI LETTERATI IN CIRCOLAZIONE, SI VA A SCEGLIERE LA PROPRIA CONIUGE? 

STREGA CONTRO STREGA – SOSPINTA DAI QUEI SALOTTI ROMANI ALL’INSEGNA DELLA ‘’FROCIAGGINE’’, COME DIREBBE IL PAPA, CHIARA VALERIO STA INSEGUENDO LA FAVORITISSIMA DONATELLA DI PIETRANTONIO - ALL’INIZIO LA VALERIO SOSTENEVA CHE LEI MAI E POI MAI AVREBBE PARTECIPATO ALLO STREGA E CHE CON IL SUO ROMANZO AMBIVA AL PREMIO CAMPIELLO. INVECE, MISTERO DEI MISTERI, AL CAMPIELLO PRESIEDUTO DA VELTRONI IL NOME VALERIO NON È MAI APPARSO TRA I CANDIDATI. COME MAI? UN DISSAPORE CON VELTRONI DA PARTE DI CHIARA MOLTO LEGATA A ELLY SCHLEIN CHE NON AMA WALTER-EGO? AH, SAPERLO…