DALLA SCAZZOTTATA IN DISCOTECA ALL’AGGUATO SOTTO CASA DI CRISTIANO IOVINO: ECCO PERCHE' FEDEZ, INDAGATO PER RISSA, RISCHIA GROSSO – SECONDO FABRIZIO CORONA, ANCHE LUDOVICA DE GRESY, LA BIONDA CHE ERA COL CANTANTE, SAREBBE INDAGATA – NEI FILMATI SI VEDE IL RAPPER AFFRONTARE IOVINO INSIEME A UN GRUPPO DI ULTRAS MILANISTI CHE AVREBBE ANCHE MINACCIATO I VIGILANTES: “FATEVI I CAZZI VOSTRI” - IL RAPPER PROVA A SPOSTARE L'ATTENZIONE: "SI PARLA DI COSA FACCIO E NON DI COSA ACCADE A GAZA" - NEL FRATTEMPO CHIARA FERRAGNI E' A ROMA CON UN ALTRO, "PRATICAMENTE SUO MARITO..."

Condividi questo articolo


"C'È UN REFERTO. ANCHE LUDOVICA DI GRESY INDAGATA". NUOVE INDISCREZIONI SU FEDEZ E IL PESTAGGIO A IOVINO

 

Estratto dell'articolo di Novella Toloni per www.ilgiornale.it

 

fedez fedez

Si arricchisce di nuovi particolari la vicenda che vede coinvolto Fedez nel pestaggio di Cristiano Iovino. Il rapper sarebbe stato denunciato in Procura dai carabinieri per rissa in quanto immortalato dalle telecamere di sicurezza sulla scena dell'aggressione e perché riconosciuto da alcuni vigilantes presenti sul posto al momento del pestaggio ai danni di Iovino.

 

Nuove indiscrezioni sulla vicenda, però, sono trapelate da Fabrizio Corona, che ha rivelato che nel registro degli indagati ci sarebbe anche la donna che da settimane viene fotografata al fianco di Federico Lucia, cioè la 24enne Ludovica Di Gresy.

 

Sui social network l'ex re dei paparazzi ha smentito le dichiarazioni iniziali fornite dal rapper per tirarsi fuori dalla questione, che lo vede in realtà sempre più invischiato. "Io non c'ero e non c'è referto medico, quindi di che stiamo parlando?!", si è giustificato Fedez a margine di un incontro, al quale è stato invitato al Salone del libro. Peccato che i vigilantes e le telecamere di sorveglianza della zona (dove Iovino è stato aggredito e picchiato) lo abbiano smentito e che il referto medico esista davvero. Lo ha assicurato Fabrizio Corona.

ludovica di gresy ludovica di gresy

 

"È falso il fatto che un referto non ci sia. Vi possiamo dire in esclusiva che il referto c’è ed è per questo che adesso lui e la sua nuova fiamma Ludovica Di Gresy sono gli unici due inseriti nel registro degli indagati", ha rivelato Corona, sostenendo che anche la modella milanese, per la quale sarebbe scoppiata la rissa tra Fedez e Iovino, sarebbe indagata per il pestaggio del personal trainer. [...]

 

FEDEZ-IOVINO, ORA SPUNTANO PURE LE MINACCE AI VIGILANTES: "FATEVI I C... VOSTRI"

Estratto dell’articolo di Massimo Balsamo per www.ilgiornale.it

 

cristiano iovino cristiano iovino

 

 

 

 

[...] Come riportato dalla Stampa, i due guardiani avrebbero confermato la presenza di Fedez. Dopo averlo riconosciuto, è stato fatto scattare l’allarme nonostante le presunte intimidazioni degli scagnozzi dell’artista: “Fatevi i ca… vostri, non chiamate nessuno”. Proprio per questo motivo, a poche ore dalla “spedizione punitiva” nei confronti di Iovino, Fedez sarebbe stato denunciato in Procura dai carabinieri per rissa, reato procedibile d’ufficio. Il personal trainer non ha querelato nessuno, ma ha novanta giorni per farlo. All’arrivo dell’ambulanza e dei carabinieri, era visibilmente spaventato e ferito, per la precisione un taglio sul sopracciglio e varie contusioni.

 

FEDEZ- POMERIGGIO CINQUE FEDEZ- POMERIGGIO CINQUE

Secondo quanto ricostruito dai testimoni, sarebbero stati due uomini ad aggredire Iovino. Circostanza che sarebbe confermata dalle immagini: prima i due pugni di Fedez andati a vuoto, poi l'intervento di due sconosciuti – molto più grossi di lui. Dal furgoncino, in tutto, sarebbero scese nove persone, compresa una ragazza bionda, probabilmente la già citata Ludovica di Gresy. [...]

 

FEDEZ E IOVINO: LA RISSA, I VIDEO CHE INCHIODANO IL RAPPER, LA «SPEDIZIONE PUNITIVA» E LUDOVICA DI GRESY. COSA È SUCCESSO, ORA PER ORA

Estratto dell’articolo di Cesare Guizzi per www.corriere.it

 

FEDEZ VIULENZAAA - MEME BY SARX88 FEDEZ VIULENZAAA - MEME BY SARX88

La rissa in discoteca, poi l’agguato al personal trainer Iovino, la fuga e la denuncia per rissa a Fedez. Ma cosa è successo davvero nel fine settimana tra il 21 e il 22 aprile? E su cosa sta indagando la procura di Milano?

 

Per chiarire un po’ i fatti occorre partire dalle prime ore della notte di domenica 21 aprile. Siamo alla discoteca The Club di largo La Foppa, storico locale glamour di Brera. Sono i giorni delle feste per la chiusura del Salone del Mobile e ospite d’onore c’è Federico Leonardo Lucia, in arte Fedez, impegnato in un dj set. […]

 

Fedez al suo fianco Christian Rosiello e il rapper Taxi B Fedez al suo fianco Christian Rosiello e il rapper Taxi B

Nel privé del locale c’è anche Cristiano Iovino, personal trainer dei vip, romano, diventato famoso alle cronache qualche mese prima per un caffè bevuto con Ilary Blasi, ex di Francesco Totti, tanto da essere chiamato in causa come testimone della causa di separazione.

 

Fedez quella sera è in compagnia dell’inseparabile bodyguard-ultrà Christian Rosiello, prima linea della Curva Sud milanista. C’è anche il rapper Taxi Bi, altri amici e altri ultrà del giro rossonero.

 

Ma soprattutto la bionda Ludovica Di Gresy, 22 anni, giovanissima amica del rapper dal gossip indicata come possibile nuova fiamma. È da un po’ di tempo che Fedez si accompagna la notte con qualche personaggio della curva rossonera. Lo fanno anche altri rapper della scena milanese. […]

 

cristiano iovino cristiano iovino

Intorno alle 2.50-3 di notte nel privé del locale scoppia il parapiglia. I testimoni raccontano di bicchieri lanciati in aria, bottiglie spaccate e di una scazzottata. La security interviene immediatamente, lo si vede anche nelle immagini di sorveglianza del locale poi acquisite dagli investigatori. I buttafuori prima allontanano Iovino e lo portano fuori dal locale (sembra essere solo), poco dopo è il turno di tutto il gruppo del rapper. Compresa Ludovica Di Gresy.

 

La scena viene vista da parecchie persone e visto il calibro dei personaggi crea un certo imbarazzo e la voce gira subito negli ambienti della notte milanese. Tanto che qualche giorno dopo la voce inizia a circolare sui social ma viene subito smentita. Per gli inquirenti la lite sarebbe nata da un commento di troppo di Iovino alla ragazza. Ma il sospetto è che ci sia dell’altro. Cosa, però, finora non lo ha detto nessuno.

 

fedez ultras milanisti fedez ultras milanisti

Sono le 3.30 quando in via Traiano, a Citylife, le guardie del complesso di lusso «Parco della Vittoria» chiamano il 112 segnalando che una persona è stata aggredita selvaggiamente in strada da un gruppo di giovani. Almeno 8-9, dicono i vigilantes. Quella persona non è qualcuno di passaggio, ma un volto ben conosciuto perché abita nel complesso: si tratta di Iovino.

 

ludovica di gresy 1 ludovica di gresy 1

Così quando arrivano ambulanza e carabinieri viene indicato l’appartamento in cui vive perché lui nel frattempo è salito a casa per medicarsi. Con lui c’è un ex tronista di Uomini e donne, Sasà Angelucci. Non è chiaro se fosse già con lui in strada al momento dell’aggressione, i vigilantes però parlano della presenza di due amici insieme a Iovino.

 

Da subito il personal trainer non è collaborativo, non vuole andare in ospedale, accetta solo di essere medicato sul posto dai soccorritori.

 

Ai carabinieri dice soltanto che prima dell’aggressione, quella stessa notte, c’era stata una lite al The Club. Conosce le persone che l’hanno aggredita?, chiedono i carabinieri. Lui risponde: «No, sono sconosciuti». Lo stesso dice per i partecipanti alla rissa nel locale.

 

Qualcuno però già quella notte dice a verbale che ci sarebbe stato uno scambio di messaggi tra i litiganti prima dell’agguato. Iovino aggiunge solo che si riserverà di fare querela e di aggiungere altro dopo aver consultato il suo legale.  […]

cristiano iovino cristiano iovino

 

I due vigilantes della palazzina, sentiti subito dai carabinieri, mettono a verbale di aver visto un van nero fermarsi poco prima delle strisce pedonali davanti al palazzo, di aver visto scendere 8-9 persone, tra cui una ragazza bionda, e soprattutto di aver riconosciuto «il noto rapper Fedez».

 

Anzi sarebbe stato il primo ad avvicinarsi a Iovino cercando di colpirlo con due pugni. In più mentre si sono allontanati, alcuni ragazzi si sono avvicinati alla guardiola minacciandoli. Gli inquirenti acquisiscono anche i filmati delle telecamere di quella notte. Le immagini non sono nitidissime ma riprendono quasi tutta la scena. E confermano il racconto della guardie.

 

Senza una querela della vittima per lesioni, con le nuove norme, non si può procedere con le indagini. Ma la prima ipotesi degli inquirenti non è di lesioni ma di rissa. Un reato procedibile d’ufficio, quindi senza la necessità di una querela. È un punto dirimente, anche perché Fedez nel suo unico commento alla vicenda domenica dal Salone del libro di Torino ha insistito più volte sull’assenza di una querela e di un referto ospedaliero delle lesioni.

 

fedez fedez

È ormai la mattina di lunedì 22 aprile quando dal comando dell’Arma di via della Moscova parte una Pec indirizzata alla procura. In allegato c’è una Comunicazione di notizia di reato (Cnr in gergo) con la ricostruzione di quella notte e soprattutto il «deferimento di Federico Leonardo Lucia all’autorità giudiziaria per il reato di rissa».

 

In buona sostanza il rapper viene denunciato dai carabinieri perché certamente identificato come partecipante ai fatti di via Traiano e al precedente parapiglia nella discoteca. […]

 

In queste settimane negli ambienti della notte circola la voce di un «casino combinato da Fedez». Finora la sola notizia finita sui giornali aveva riguardato la misteriosa aggressione a Iovino, senza alcun collegamento con la rissa al The Club. Venerdì scorso, alla fine, iniziano ad emergere i dettagli di quella notte e quanto già cristallizzato dalle indagini finora.

 

fedez fedez

Domenica Fedez, dopo un lunghissimo silenzio, ha smentito di essere stato presente in via Traiano quella notte, ha minimizzato il pestaggio a Iovino («tre giorni dopo era ad Ibizia a ballare»), e ha insistito a lungo, come detto, sui limiti della procedibilità giudiziaria dei fatti. Il tutto con qualche frecciatina alla stampa che si occupa della vicenda «solo perché c’è il mio nome». In quel momento però ancora non sapeva di essere stato effettivamente denunciato.

 

Nell’entourage del rapper c’è però molta preoccupazione. Anche perché l’ipotesi degli inquirenti è che Fedez abbia organizzato una spedizione punitiva contro Iovino. Accusa ben più grave di una semplice rissa. E poi perché c’è il coinvolgimento di mezzo di ultrà rossoneri con un discreto pedigree criminale e già protagonisti di episodi violenti. […]

 

FEDEZ AL SALONE DEL LIBRO: «SI PARLA DI COSA FACCIO LA NOTTE INVECE CHE DI GAZA E ISRAELE»

Estratto dell’articolo di Nicolò Fagone La Zita per www.corriere.it

 

ludovica di gresy ludovica di gresy

Doveva essere un incontro per discutere della salute mentale dei più giovani, ma si è parlato di tutt’altro, o meglio, soprattutto della situazione in Medio Oriente. Quel che è certo è che chi ha assistito all’evento con protagonista Fedez al Salone del Libro di Torino, non ha avuto modo di annoiarsi. […]

 

«Le istituzioni si sono schierate al fianco di Israele – ha affermato dal palco – mentre il popolo sta chiaramente con i palestinesi. A Gaza è in atto un genocidio, è sotto gli occhi di tutti, non ho timore di definirlo per quel che è. Questo Salone ha delineato uno scenario molto preciso – ha aggiunto – ma che molti fanno fatica a comprendere.

 

Le nuove generazioni vogliono sapere cosa succede a Gaza, vorrebbero una presa di posizione forte per quello che sta accadendo, e invece gran parte della carta stampata parla di che cosa fa Fedez la notte. Se i media smettessero di fare gli influencer, e dessero le notizie reali, saremmo tutti un po’ più soddisfatti».

 

CHIARA FERRAGNI A ROMA CON UN ALTRO UOMO: "PRATICAMENTE MIO MARITO"

Da www.corrieredellosport.it

 

chiara ferragni 34 chiara ferragni 34

Weekend a Roma per Chiara Ferragni. L'imprenditrice digitale ha scelto la Capitale per festeggiare la Festa della mamma insieme ai figli Leone e Vittoria e agli amici di sempre. Tra questi anche Angelo Tropea, presente nella vita dell'influencer in ogni momento e soprattutto nei periodi di maggiore difficoltà. Tra foto ricordo, coccole e pizze fatte in casa, Chiara non si è lasciata sfuggire una frecciatina nei confronti dell'ex marito Fedez, con il quale i rapporti restano tesi.

 

Nelle ultime ore Chiara Ferragni ha condiviso sui social network diversi scatti che la ritraggono serena e spensierata insieme ad Angelo Tropea. "Praticamente mio marito", ha scritto la 37enne lanciando così una frecciatina a Fedez che invece l'ha mollata dopo lo scandalo del pandoro. Ma nessun nuovo amore per la Ferry: Angelo è solo il suo migliore amico. Per ora Chiara non sembra propensa a vivere un'altra relazione sentimentale.

 

fedez ludovica di gresy 45 fedez ludovica di gresy 45

Angelo Tropea è il migliore amico di Chiara Ferragni nonché un suo ex collaboratore. Dal 2013 al 2018 ha ricoperto il ruolo di PR e Marketing Manager in Chiara Ferragni Brand. Poi ha deciso di prendere una strada differente, restando però sempre vicino a Chiara. Oggi Tropea è il direttore marketing di The Rome EDITION, il primo hotel italiano a Roma di lusso della catena del brand Marriott International.

chiara ferragni chiara ferragni ilary iovino totti ilary iovino totti Oriana Marzoli A TAVOLA CON CRISTIANO IOVINO Oriana Marzoli A TAVOLA CON CRISTIANO IOVINO giuseppe cruciani - fedez giuseppe cruciani - fedez chiara ferragni e fedez - prima cena 2016 - foto chi chiara ferragni e fedez - prima cena 2016 - foto chi

 

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT - LA RUOTA DELLA FORTUNA INIZIA A INCEPPARSI PER MARTA FASCINA. CAPITO CHE TAJANI LA CONSIDERA UN DEPUTATO ABUSIVO, LA “VEDOVA” HA CONFIDATO ALL'AMICO MARCELLO DELL’UTRI CHE AL TERMINE DELLA LEGISLATURA NON SI RICANDIDERÀ IN FORZA ITALIA - ‘’MARTA LA MUTA’’, DOPO AVER INNALZATO ALESSANDRO SORTE A COORDINATORE DELLA LOMBARDIA, SE L'E' RITROVATO COINVOLTO (MA NON INDAGATO) NEL CASO TOTI PER I LEGAMI CON DUE DIRIGENTI DI FORZA ITALIA, A LUI FEDELISSIMI, I GEMELLI TESTA, INDAGATI PER MAFIA - C’È POI MEZZA FAMIGLIA BERLUSCONI CHE SOGNA CHE RITORNI PRESTO A FARE I POMODORINI SOTT’OLIO A PORTICI INSIEME AL DI LEI PADRE ORAZIO, UOMO DI FLUIDE VEDUTE CHE AMMINISTRA IL MALLOPPONE DI 100 MILIONI BEN ADDIVANATO NEGLI AGI DOVIZIOSI DI VILLA SAN MARTINO - SI MALIGNA: FINCHÉ C’È MARINA BERLUSCONI CI SARÀ FASCINA. MA LA GENEROSITÀ DELLA PRIMOGENITA, SI SA, NON DURA A LUNGO... (RITRATTONE AL CETRIOLO DI MARTA DA LEGARE)