E SE RIAPRISSIMO A SINGHIOZZO? – LA PROPOSTA DELL’ECONOMISTA ERAN YASHIV SUL “FINANCIAL TIMES”: APRIRE LE SOCIETÀ PER 4 GIORNI SU 14. QUESTO PERCHÉ LE PERSONE RAGGIUNGONO IL MASSIMO DELL’INFETTIVITÀ DAL QUARTO AL SETTIMO GIORNO. ANDREBBERO AL LAVORO PER QUATTRO GIORNI E POI IN ISOLAMENTO PER 10, RIDUCENDO AL MINIMO LA DIFFUSIONE – DAL PUNTO DI VISTA ECONOMICO CI SAREBBERO RISULTATI MIGLIORI RISPETTO AL BLOCCO TOTALE. E ANCHE DA QUELLO SANITARIO… - ECCO COME FUNZIONA

-

Condividi questo articolo


 

 

 

Articolo di Eran Yashiv per il “Financial Times” – dalla rassegna stampa estera di “Epr comunicazione”

eran yashiv eran yashiv

 

Il Financial Times ospita sulle sue colonne gli interventi di autorevoli commentatori che esplorano approcci scientifici, medici ed epidemiologici innovativi alla pandemia di Covid-19. Oggi è la volta di Eran Yashiv, professore di economia all'Università di Tel Aviv e al Centro di Macroeconomia della London School of Economics. Secondo Uri Alon e Ron Milo del Weizmann Institute of Science di Israele, possiamo sfruttare il modo in cui il coronavirus si sviluppa negli esseri umani per iniziare ad aprire le nostre società per quattro giorni su quattordici.

 

proteste contro netanyahu con distanza di sicurezza a tel aviv 11 proteste contro netanyahu con distanza di sicurezza a tel aviv 11 chiusi per virus chiusi per virus

La maggior parte delle persone infette non sono infettive per i primi tre giorni dopo l'infezione e sono al massimo dell'infettività nei giorni 4-7. Quindi un ciclo di 14 giorni, che vede le persone andare al lavoro per quattro giorni e poi essere rinchiuse per 10, ridurrebbe al minimo la diffusione della malattia. La maggior parte delle persone infette durante i giorni lavorativi raggiungerebbe il massimo dell'infettività durante il blocco, riducendo la diffusione. Mentre le persone con sintomi gravi possono essere contagiose più a lungo, possono anche essere individuate dai loro sintomi, permettendo alle loro famiglie di fare auto-quarantena e riducendo al minimo le infezioni secondarie.

chiuso per virus chiuso per virus

 

emergenza coronavirus aeroporto linate 1 emergenza coronavirus aeroporto linate 1

I casi asintomatici infettati nei giorni lavorativi passerebbero la maggior parte del loro periodo di massima infettività in isolamento. I test rapidi a livello familiare e lavorativo e la quarantena, quando si manifestano i sintomi, possono contribuire ad abbreviare le catene infettive. L'impatto potenziale di questa politica è stato simulato utilizzando il cosiddetto modello epidemiologico SEIR e un modello macroeconomico, tenendo conto della diffusione del virus e dell'entità della partecipazione dei lavoratori al mercato del lavoro e quindi alla produzione. Applicato ad Israele, prevede un aumento della disoccupazione fino a 21 punti percentuali, contro i 32 punti percentuali degli scenari di blocco.

 

coronavirus israele 1 coronavirus israele 1

Confrontiamo questo dato con la situazione attuale. L'Institut National de la Statistique et des Etudes Economiques francese ha collocato l'attività nel marzo 2020, quando la Francia era in stretto lockdown, al 35 per cento al di sotto della norma. Secondo lo scenario dell'Office for Budget Responsibility del Regno Unito, il calo del prodotto interno lordo del secondo trimestre è del 35 per cento. Le previsioni del FMI, delle banche centrali e delle banche d'investimento parlano di un calo per tutto il 2020, compresa una fase di ripresa, dal 6 al 12 per cento del PIL.

 

tavola calda chiusa in via del corso a roma tavola calda chiusa in via del corso a roma disoccupazione crisi disoccupazione crisi

Ciò si basa su scenari piuttosto ottimistici di graduale eliminazione del blocco e di ripresa della normale attività. La politica di blocco ciclico di 14 giorni ha risultati migliori in termini di salute rispetto all'opzione di non intervento e, in alcune circostanze, anche migliori rispetto all'attuale politica di blocco; e ha risultati economici migliori rispetto al blocco completo. Ci sono effetti positivi in termini di prevedibilità, pianificazione della produzione e dei consumi, e altro ancora. È importante sottolineare che dovrebbe integrare le misure esistenti di allontanamento sociale, le maschere, i test e la protezione dei gruppi a rischio. Per la maggior parte dei paesi colpiti può essere un'impresa fattibile, già in questo o nel prossimo mese.

coronavirus cina 3 coronavirus cina 3

 

Condividi questo articolo

media e tv

A LUME DI CANDELA – ESPLOSIVA PUNTATA DI "BELVE" CON MATTEO RENZI OSPITE - QUANDO IL PRESIDENTE DELLA REGIONE CALABRIA SPIRLI' ERA UNA DRAG QUEEN - FEDERICO FASHION STYLE VERSO "BALLANDO CON LE STELLE" - BARBARA D'URSO COMMISSARIATA: "POMERIGGIO 5" DURERA' MENO, CAMBIO DI AUTORI E MENO TRASH - MARIA GRAZIA CUCINOTTA SBARCA SU LA7 - AVVISATE L'EX SEGRETARIO DI UN PARTITO DI SINISTRA CHE UNA GIORNALISTA RACCONTA IN LUNGO E LARGO DELLA LORO VECCHIA RELAZIONE CON TANTO DI DETTAGLI INTIMI…

politica

OSCAR DI MONTIGNY SI RITIRA! NON SARÀ LUI IL CANDIDATO DEL CENTRODESTRA PER MILANO. UFFICIALMENTE, DICE DI AVER “REGISTRATO CHE NON C’ERA TOTALE CONVERGENZA" SUL SUO NOME. MA IL VERO MOTIVO DELLA RINUNCIA È CHE I SONDAGGI RISERVATI, CIOÈ QUELLI VERI, LO DANNO TERZO DIETRO A GIANLUIGI PARAGONE - BERLUSCONI AVEVA GIÀ AFFOSSATO IL SUO NOME. DA BUON VENDITORE DI PENTOLE E SOGNI, IL CAV AVEVA TROVATO IL SUO PUNTO DEBOLE: IL COGNOME DIFFICILE. SENZA CONSIDERARE CHE SILVIO VUOLE UN POLITICO (LUPI?)

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute

DIN DON, È ARRIVATO IL BOLLETTINO! – OGGI 951 NUOVI CASI E 30 DECESSI. I TAMPONI SONO STATI 198.031 E IL TASSO DI POSITIVITA’ E’ DELLO 0,5% - LE DOSI DI VACCINO SOMMINISTRATE SONO OLTRE 47,3 MILIONI, CON PIÙ DI 16,4 MILIONI DI CITTADINI CHE HANNO RICEVUTO IL RICHIAMO (30,47% DELLA POPOLAZIONE OVER 12) - A LIVELLO GLOBALE CONTINUA A DIMINUIRE IL NUMERO DI NUOVI CASI E DI DECESSI: SECONDO L’OMS NELL’ULTIMA SETTIMANA (14-20 GIUGNO) È STATA TOCCATA LA PIÙ BASSA INCIDENZA DA FEBBRAIO 2021…