STO SCIAMANO PO’ ESSE FERO O PO’ ESSE PIUMA - JAKE ANGELI, UNO DEGLI SCIROCCATI DELL’ASSALTO AL CONGRESSO A WASHINGTON, SI È DICHIARATO COLPEVOLE PER OSTACOLO AL PROCEDIMENTO DEL CONGRESSO, SPERANDO DI DI EVITARE CONDANNE PER LE ACCUSE PIÙ PESANTI – IN CARCERE HA PERSO DIECI CHILI E ANCHE LA FEDE IN TRUMP DAL QUALE SI ASPETTAVA LA GRAZIA - GLI ESAMI CLINICI HANNO CONCLUSO CHE È SCHIZOFRENICO, SOFFRE DI DISTURBO BIPOLARE, ANSIA E DEPRESSIONE: ORA NON VUOLE PIÙ ESSERE ASSOCIATO A QANON, MA… - VIDEO

-

Condividi questo articolo


Marilisa Palumbo per il “Corriere della Sera”

 

SCIAMANO QANON SCIAMANO QANON

Pare si aspettasse la grazia da Donald Trump, ma anche se il suo presidente l'ha deluso, avrà sempre un debole per lui. Petto nudo tatuato, collanone al collo, copricapo con le corna, faccia dipinta dei colori della bandiera americana: Jake Angeli, universalmente noto come lo Sciamano di QAnon, resterà per sempre il simbolo dell'assalto al Congresso di Washington il sei gennaio scorso.

LO SCIAMANO QANON CHANSLEY LO SCIAMANO QANON CHANSLEY

 

L'esempio più plastico del misto di follia e pericolosità della massa che ha creduto alle sirene della cospirazione sulle elezioni rubate. All'anagrafe Jacob Chansley, Angeli, 34 anni, senza vestiti «di scena» è un ragazzo un po' pelato ma di bell'aspetto. Gli esami clinici ai quali è stato sottoposto nel carcere di Washington hanno concluso che è schizofrenico, soffre di disturbo bipolare, ansia e depressione. A marzo ha dato una intervista allo storico programma di approfondimento 60 Minutes dicendo che l'assalto del sei gennaio era «un modo di riportare Dio al Senato».

SCIAMANO QANON CAMPIDOGLIO SCIAMANO QANON CAMPIDOGLIO

 

In cella aveva perso quasi dieci chili, finché non ha ottenuto una dieta vegetariana consona al suo credo «credo e stile di vita sciamanico». Che però ora pare (in parte) rinnegare. Venerdì infatti si è dichiarato colpevole per uno dei capi di imputazione che pendono sulla sua testa - ostacolo al procedimento del Congresso - per il quale rischia quattro anni, sperando di evitare condanne sulle altre accuse più pesanti. E il suo avvocato ha detto che Angeli non vuole più essere associato alle teorie cospirative di QAnon, che considerano Trump una sorta di figura messianica e i democratici satanitsti cannibali e pedofili. Da oggi in poi, solo sciamano.

 

jake lo sciamano jake lo sciamano

Appena poche ore prima un altro protagonista dell'assalto, il 38enne Paul Hodgkins, condannato a otto mesi a luglio dopo essersi dichiarato anche lui colpevole di ostruzione al corso dei lavori del Congresso, ha presentato un esposto in cui dice di essere stato forzato dal suo avvocato e di voler ritirare quella ammissione. Sono circa seicento le persone che sono state sinora arrestate per aver partecipato all'attacco al Campidoglio nel giorno in cui il Congresso era riunito per certificare la vittoria elettorale di Joe Biden alle presidenziali.

 

assalto a capitol hill 1 assalto a capitol hill 1

A Washington intanto si sta accendendo lo scontro attorno all'inchiesta politica su come si sono svolti i fatti del 6 gennaio. Liz Cheney, figlia dell'ex vice presidente Dick e una delle più rumorose tra i (pochi) repubblicani critici di Trump, è stata nominata numero due della commissione che indaga sull'assalto. L'organo del Congresso ha chiesto a 35 compagnie tecnologiche di conservare i dati di telefoni e social media di un numero imprecisato di persone coinvolte, tra le quali sembrerebbero esserci alcuni parlamentari di estrema destra del Congresso e membri dello staff di Trump che spingevano per invalidare il risultato delle elezioni.

LO SCIAMANO ARRESTATO LO SCIAMANO ARRESTATO

 

Il leader della minoranza repubblicano alla Camera McCarthy ha parlato di ritorsioni contro le compagnie che dovessero adempiere. «Una maggioranza repubblicana non lo dimenticherebbe», ha minacciato facendo riferimento alla possibile vittoria alle elezioni di metà mandato del novembre 2022.

michael fanone 1 michael fanone 1 assalto a capitol hill 1 assalto a capitol hill 1 rivolte a capitol hill rivolte a capitol hill scontri capitol hill 1 scontri capitol hill 1 scontri capitol hill 2 scontri capitol hill 2 michael fanone 2 michael fanone 2 scontri a capitol hill scontri a capitol hill

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

FLASH! - VIKTOR ORBÁN ASSUMERÀ IL 1° LUGLIO LA PRESIDENZA DI TURNO AL CONSIGLIO EUROPEO MA HA GIÀ FATTO INCAZZARE MEZZO CONTINENTE: IL MOTTO SCELTO DAL PREMIER UNGHERESE È MEGA (‘’MAKE EUROPE GREAT AGAIN’’). UN'EVIDENTE RIFERIMENTO AL MANTRA MAGA (‘’MAKE AMERICA GREAT AGAIN’’) CHE DA ANNI MARCHIA LE CAMPAGNE ELETTORALI DI DONALD TRUMP – NON BASTA: SFANCULATA LA DUCETTA PRO-KIEV, IL FILO PUTINIANO ORBAN MINACCIA DI ENTRARE NEL GRUPPO DI LE PEN-SALVINI – ASPETTANDO IL CAOS-ORBAN A PARTIRE DA LUGLIO, MACRON-SCHOLZ-TUSK VOGLIONO CHIUDERE LE NOMINE DELLA COMMISSIONE EU ENTRO IL 28 GIUGNO…

DAGOREPORT – COM’È STATO POSSIBILE IDENTIFICARE UNO DEI DUE UOMINI DEI SERVIZI CHE LA SERA DEL 30 NOVEMBRE 2023, UN MESE DOPO LA ROTTURA TRA MELONI E GIAMBRUNO, TENTAVA DI PIAZZARE “CIMICI” NELLA PORSCHE DEL VISPO ANDREA, PARCHEGGIATA DAVANTI CASA DELLA DUCETTA? - LA POLIZIOTTA, DI GUARDIA ALLA CASA DI GIORGIA, HA CHIESTO LORO DI IDENTIFICARSI, E VISTO I DISTINTIVI DEGLI 007 COL SIMBOLO DI PALAZZO CHIGI, HA ANNOTATO NOMI E COGNOMI - PER GLI ADDETTI AI LIVORI, UN “CONFLITTO” INTERNO AI SERVIZI HA FATTO ESPLODERE IL FATTACCIO: UNA PARTE DELL’AISI NON HA GRADITO L’OPERAZIONE “DEVIATA” (LO SCOOP DEL "DOMANI" ARRIVA 20 GIORNI DOPO LA NOMINA DI BRUNO VALENSISE AL VERTICE DELL’AISI)

C’EST FINI: DALLA CASA DI MONTECARLO ALLA SEPARAZIONE IN CASA - LA VICENDA MONEGASCA È STATA LA MINA CHE HA FATTO SALTARE IL MATRIMONIO DI GIANFRANCO FINI ED ELISABETTA TULLIANI - NON C’È NULLA DI UFFICIALE MA CHI ERA AMICO DELLA COPPIA DICE: “SI SONO LASCIATI DA UN BEL PO'” – GIÀ, A VEDERLI INSIEME NELL’AULA DEL PROCESSO SULLA CASA DI MONTECARLO, LONTANI E SENZA MAI INTRECCIARE UNO SGUARDO, ERANO LA RAPPRESENTAZIONE DI DUE CHE NON STANNO PIÙ INSIEME – NEGLI ULTIMI TEMPI, ALLA CENE IN CASA DEGLI AMICI, FINI SI PRESENTA SOLO, IL VOLTO SEMPRE PIÙ SOLCATO DA RUGHE E DAL DOLORE DI AVER BUTTATO VIA UNA CARRIERA POLITICA PER AMORE…

LE LODI A GIORNALI UNIFICATI PER ELISABETTA BELLONI, SHERPA AL G7, HANNO MANDATO IN TILT GLI OTOLITI FRAGILI DI GIORGIA MELONI - DELLA SERIE: MA ‘STA BELLONI LAVORA PER LO STATO O PER SE STESSA? - LA DUCETTA NON VUOLE NESSUNO A FARLE OMBRA, TANTOMENO UNA “SERVITRICE DELLO STATO” DALLE AMICIZIE TRASVERSALI CHE HA IL QUIRINALE NEL MIRINO - IL “DINAMISMO DI POTERE” DI ELISABETTA BELLONI, CHE HA APPESANTITO IL FEGATO DELLA MELONI, E’ DILAGATO SUI MEDIA GRAZIE ALL’OPERA DEL SUO CAPO DELLA COMUNICAZIONE AL DIS, LUCREZIA PAGANO - IL DAGOREPORT SU VITA, MIRACOLI E SUCCESSI DI LADY BELLONI, SEMPRE ABILE A DESTREGGIARSI NEL MARE AGITATO DELLA POLITICA ITALIANA