VIDEO: UNA TESLA MODEL Y FALLISCE UN TEST DRIVE E INVESTE IL MANICHINO DI UN BAMBINO! IL MOTIVO È SEMPLICE: ELON MUSK, PER RISPARMIARE, HA TOLTO DAI MODELLI PIÙ RECENTI LA TECNOLOGIA DI TELERILEVAMENTO LIDAR, TROPPO COSTOSA, PER SOSTITUIRLA CON UN SUO SISTEMA CREATO AD HOC. CHE PERÒ, EVIDENTEMENTE, NON FUNZIONA…

-

Condividi questo articolo


 

 

Da www.repubblica.it

 

tesla fallisce test e colpisce manichino di un bambino 2 tesla fallisce test e colpisce manichino di un bambino 2

È diventato improvvisamente virale, con più di 10 milioni di visualizzazioni, un video girato lo scorso gennaio al Ces di Las Vegas, la più grande fiera dell'elettronica di consumo del mondo, in cui una Tesla Model Y investe il manichino di un bambini in un test all'estito da Luminar, un'azienda che vende radar LIDAR.

 

Proprio la tecnologia LIDAR, che permette il telerilevamento degli oggetti attraverso un impulso radar, è al centro della polemica scaturita dal filmato.

 

La Tesla bianca, sulla sinistra, ne è sprovvista. L'azienda di Elon Musk ha deciso di eliminarla dai modelli 3 e Y lo scorso anno. C'è un motivo: la tecnologia LIDAR ha un costo molto elevato che aumenta, di conseguenza, il prezzo delle auto.

 

tesla fallisce test e colpisce manichino di un bambino 4 tesla fallisce test e colpisce manichino di un bambino 4

E così Tesla ha deciso di equipaggiare le sue con un sistema di videocamere che sarebbero in grado di svolgere lo stesso lavoro di rilevamento di oggetti e persone.

 

L'auto all'estrema destra invece, una Lexus RX equipaggiata con radar LIDAR fornito da Luminar, frena senza colpire il manichino.

 

Il filmato è stato pubblicato su Twitter da un utente che investe dichiaratamente in Luminar, e che scrive: "È il 2022 e Tesla ancora non si ferma davanti ai bambini". Lo stesso utente, su richiesta di chi ha commentato il suo tweet, ha anche pubblicato il test ripreso dall'interno dell'abitacolo.

 

TECNOLOGIA LIDAR TECNOLOGIA LIDAR

Non si tratta di un test ufficiale, e di sicuro non erano presenti rappresentanti di Tesla. Ma il video ha colpito comunque gli utenti di Twitter perché un impatto del genere non dovrebbe accadere. In questo caso non è sotto accusa il discusso Full Self-Driving di Tesla, il sistema che lascia intendere, a partire dal suo nome, una completa autonomia della macchina. I clienti dell'azienda dovrebbero sapere, ormai, che questo software è in beta e che il conducente deve mantenere un vigile controllo dell'auto.

 

In questo caso, dicevamo, è soto accusa la frenata d'emergenza di cui molti veicoli sul mercato, ormai, sono provvisti.

tesla fallisce test e colpisce manichino di un bambino 3 tesla fallisce test e colpisce manichino di un bambino 3 TECNOLOGIA LIDAR TECNOLOGIA LIDAR tesla fallisce test e colpisce manichino di un bambino 1 tesla fallisce test e colpisce manichino di un bambino 1

 

Condividi questo articolo

media e tv

MYRTA MERLINO, CHE CARATTERINO: FA INCAZZARE TUTTI QUELLI CHE LAVORANO CON LEI – IL DURISSIMO COMUNICATO SINDACALE CONTRO LA CONDUTTRICE: “HA COMPORTAMENTI INCIVILI E MALEDUCATI; INFLUENZA LA POSSIBILITÀ DI PROLUNGARE CONTRATTI DI PERSONALE SPECIALIZZATO CHE LAVORA PROFESSIONALMENTE NELLA NOSTRA AZIENDA E CONDIZIONA LE TURNAZIONI DEL PERSONALE INTERNO CON MOTIVAZIONI CHE NON POSSONO ESSERE CONSIDERATE NÉ DI TIPO PROFESSIONALE E NÉ DI TIPO ETICO” – CHI HA LAVORATO CON LEI SNOCCIOLA RICORDI VELENOSI, DAL LANCIO DI UNO SGABELLO AGLI ASSISTENTI DI STUDIO “USATI” PER PRENOTARE LA CERETTA – E C’E’ CHI LE SPALMA LA CREMA AI PIEDI…

politica

DAGOREPORT! - NELLA GIUNGLA DEI SONDAGGI, QUELLO CHE È CERTO È CHE IL CARROCCIO NON TIRA AL NORD COME UNA VOLTA E OGGI SALVINI HA IL SUO BACINO DI CONSENSI NEL CENTROSUD, ABBANDONATO DALLA VECCHIA LEGA DI ZAIA E FEDRIGA - L’ATTIVISMO SFRENATO DEL CAPITONE, CHE TANTO IRRITA SIA LA MELONI CHE IL QUIRINALE, È MOTIVATO DALLA SFIDA CHE VEDE CONTRAPPOSTI ATTILIO FONTANA E LETIZIA MORATTI. L’EROE DEL PAPEETE SA BENISSIMO CHE SE PERDE LA LOMBARDIA, E’ FINITO. IN SOCCORSO DI SALVINI, È SPUNTATO IL MINORINO MAJORINO, APICE DEL TAFAZZISMO DEL PD….

business

cronache

sport

cafonal

CAFONALISSIMO NO "PUBLISPEI" NO PARTY! – PER FESTEGGIARE I 50 ANNI DELLA CASA DI PRODUZIONE, FESTONE NEL CAFÉ DI VIA DELLA CONCILIAZIONE A ROMA – CON LINO BANFI, SCORTATO DALLA FIGLIA ROSANNA E DA ELEONORA GIORGI, C'ERA IL TRIO DI TESTE D'ARGENTO CHRISTIAN DE SICA, GIULIO SCARPATI E NINETTO DAVOLI – E POI ARISA CON UN “PAGLIA E FIENO” CHE SI FA A MIAMI DI VERDONIANA MEMORIA E UN INGELATINATO EDOARDO PESCE CON I CALLI SULLE MANI (È TORNATO AL PUB DI SAN LORENZO O FA SOLO BOXE?)

viaggi

salute