VIGILI SÌ, MA A SCANSARE LA FATICA – TUTTE LE SCUSE TIRATE FUORI DAI VIGILI URBANI DI ROMA PER NON LAVORARE: C’È CHI NON RIESCE A SOFFIARE NEL FISCHIETTO A CAUSA DI UNA "GRAVE INSUFFICIENZA POLMONARE" – UN PIZZARDONE NON PUÒ INDOSSARE NESSUN COPRICAPO D'ORDINANZA PERCHÉ "È CALVO" E UN ALTRO VIGILE PER COLPA DELLE MANI SQUAMATE NON PUÒ TENERE IN MANO NEANCHE UNA PENNA - A ROMA UN PIZZARDONE SU SEI È INIDONEO E LE STRADE DELLA CAPITALE SONO UN CAOS...

-

Condividi questo articolo


Estratto dell’articolo di Lorenzo d’Albergo per “la Repubblica - Edizione Roma”

 

vigili urbani roma vigili urbani roma

C’è un detto, una frase fatta. Suona così: «Quando la realtà supera la fantasia» . Ecco. Per dare una certa consistenza al motto, non bisogna guardare troppo lontano dal Campidoglio. Basta assestarsi sulle coordinate del comando dei vigili urbani, in via della Consolazione. Lì, nell’ufficio che si occupa del personale, possono davvero dire di averle viste tutte. Perché i 945 pizzardoni inidonei nei mesi hanno presentato centinaia di incredibili certificati medici. […]

 

Che dire, per esempio, dell’agente con severe difficoltà a soffiare? Esiste davvero. Per assicurarsi di non essere impiegato in strada, per il controllo della viabilità, si è fatto mettere nero su bianco dal dottore una «insufficienza polmonare» tanto grave da non permettergli di poggiare il fischietto d’ordinanza sulle labbra e farsi sentire nel traffico della Capitale. Il paziente deve restare in ufficio, inchiodato alla sedia. Così la polizia municipale perde una pedina. Paga piena, esenzione dal servizio in strada assicurata.

vigili urbani roma 4 vigili urbani roma 4

 

Nella classifica dei certificati ai confini della realtà, entra di diritto anche quello di un pizzardone alle prese con l’alopecia. Una calvizie incipiente e di recente scoperta. Per questo da bloccare sul nascere. Così l’agente della polizia locale si è fatto firmare un certificato che mette in guardia il corpo e lo diffida dal costringerlo a indossare elmetti, berretti e copricapi di ogni sorta. Inclusi ovviamente quelli previsti dalla divisa. Non chiamatelo casco bianco.

 

vigili urbani roma 2 vigili urbani roma 2

Spunta, poi, un terzo agente. E capita che non possa impugnare nemmeno una penna. Figurarsi una pistola. Oppure una più rassicurante paletta. Il soggetto in questione è in possesso di un certificato che brilla per originalità. La psoriasi diagnosticata dal medico di turno è una brutta patologia. Una noia che non permette al vigile urbano di firmare verbali. […] Il pizzardone ha le mani squamate, deve tenersi alla larga dal blocchetto delle contravvenzioni. […]

vigili urbani roma 3 vigili urbani roma 3

 

Un caso a parte è quello dello scettico della pandemia. No ai vaccini. No anche alla mascherina Ffp2. Sì solo e soltanto all’arma di ordinanza. Sospeso dal corpo per non essersi inoculato le dosi anti-Covid necessarie a tenersi stretta la divisa, un pizzardone ha deciso di accettare il provvedimento del corpo. Ma senza riconsegnare la pistola al comando. […]

 

 

 

 

 

ARTICOLI CORRELATI

 

 

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

“SONO STATO A UN FESTINO HARD CON MATTEO MESSINA DENARO” – A “LE IENE” ISMAELE LA VARDERA, VICEPRESIDENTE DELLA COMMISSIONE ANTIMAFIA DELLA REGIONE SICILIANA, RIVELA DI AVER PARLATO CON UN UOMO CHE SOSTIENE DI ESSERE STATO A UNA SERATA IN UNA VILLA IN PROVINCIA DI PALERMO CON IL BOSS – IL RACCONTO DEL TESTIMONE: “PRIMA DI ENTRARE A QUELLA FESTA TI PERQUISIVANO. L’ORDINE ERA DI NON RIVELARE CHI ERA PRESENTE. A MEZZANOTTE ARRIVAVANO LE ESCORT. SNIFFANO QUASI TUTTI. MESSINA DENARO ERA SEDUTO CON UNO DELLE FORZE DELL’ORDINE E CON UN MEDICO. C’ERA PURE UN NOTO POLITICO. IL BOSS SI PRESENTÒ A ME CON IL NOME DI ANDREA E…”

politica

VI RICORDATE DI VIRGINIA SANJUST DI TEULADA, EX SIGNORINA BUONASERA E GIÀ COCCA DI BERLUSCONI? LA PROCURA DI ROMA HA CHIESTO IL RINVIO A GIUDIZIO PER LA 45ENNE, CON UN PEDIGREE FAMILIARE NOBILE PER STALKING NEI CONFRONTI DELL’EX COMPAGNO E PER AVER DEVASTATO LA CASA DELLA NONNA, L'EX STELLA DEL CINEMA ANTONELLA LUALDI, CHE NON VOLEVA DARLE SOLDI – IL RAPPORTO CON L’AGENTE DEL SISDE FEDERICO ARMATI E LA “RELAZIONE PARTICOLARE” CON IL CAV: “MI AVEVA PRESO A CUORE MA È L’UOMO PIÙ IMPOTENTE DEL MONDO"

business

cronache

sport

FATE LEGGERE QUESTO PEZZO AI TIFOSI DELLA JUVENTUS - PER CAPIRE COME SIA STATA POSSIBILE LA PENALIZZAZIONE DI 15 PUNTI E PERCHE’ SIA STATA SANZIONATA SOLO LA JUVE PER LE PLUSVALENZE, BISOGNA COMPRENDERE CHE SONO CAMBIATE LE PROVE IN MANO MAGISTRATI GRAZIE ALLE CARTE DELL’INCHIESTA PRISMA - LE “EVIDENZE RELATIVE A INTERVENTI DI NASCONDIMENTO” O “MANIPOLATORI” SONO EMERSE SOLO PER LA JUVENTUS (CHE DA SOCIETÀ QUOTATA “DEVE RISPONDERE DEI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI”), MENTRE A CARICO DELLE ALTRE SQUADRE (SAMPDORIA, EMPOLI, GENOA, PARMA, PISA, PESCARA, PRO VERCELLI, NOVARA), “NON SUSSISTONO EVIDENZE DIMOSTRATIVE SPECIFICHE”

cafonal

TENETEVI SALDI. TRATTENETE IL RESPIRO. GOVERNATE LO SHOCK. ROMA GODONA ESISTE E RESISTE. E SI SOLLAZZA AL FESTONE DI SANDRA CARRARO, STARRING PUPO CHE GORGHEGGIA CON MARA VENIER, BRU-NEO VESPA CHE TRILLA IL RITORNELLO DI “GELATO AL CIOCCOLATO, DOLCE E UN PO’ SALATO…”, MENTRE NICOLINO PORRO AGITA I PIEDINI. SCUTRETTOLA SENZA UNA CURVA FUORI POSTO MARIA ELENA BOSCHI. NON FA RIDERE, FA IMPRESSIONE ADRIANO ARAGOZZINI. INTORNO BOLGIA E PIGIA PIGIA DI PARTY-GIANI - CERTO, UN FESTONE ULTRA-CAFONAL, SPENSIERATO E GAUDENTE, MA PRIVO DELLA CILIEGINA CHE FA OGGI DI UN PARTY UN EVENTO: UN COLLEGAMENTO CON ZELENSKY DA KIEV SOTTO LE BOMBE... – VIDEO STRACULT!

viaggi

salute