ARCHIE-PICCHIA! - IL NUOVO ROYAL BABY SI CHIAMERÀ ARCHIE HARRISON MOUNTBATTEN-WINDSOR, E SPIAZZA TUTTI I BOOKMAKER - ARCHIE COME DIMINUTIVO DI ARCIBALDO? NON È IL NOME DI NESSUN RE INGLESE, MA È IL SOPRANNOME CHE USAVA IL PRINCIPINO GEORGE ALL'ASILO QUANDO NON VOLEVA FARSI RICONOSCERE - IL COGNOME È QUELLO (FINTO) ADOTTATO DAI REALI DA UN SECOLO PER FAR DIMENTICARE LE LORO ORIGINI TEDESCHE

-

Condividi questo articolo

 

PRINCIPE FILIPPO HARRY LA REGINA ELISABETTA DORIA RAGLAND E MEGHAN MARKLE CON ARCHIE HARRISON WINDSOR MOUNTBATTEN PRINCIPE FILIPPO HARRY LA REGINA ELISABETTA DORIA RAGLAND E MEGHAN MARKLE CON ARCHIE HARRISON WINDSOR MOUNTBATTEN

(ANSA) - Scelta non tradizionale per il nome del Royal baby di Harry e Meghan, duca e duchessa di Sussex: si chiamerà Archie, come annuncia SkyNews. Spiazzate tutte le previsioni dei bookmaker, sia quelle più consuete per la famiglia reale britannica, sia quelle più innovative. Il nome completo deciso dai genitori è Archie Harrison, come precisa una comunicazione di corte. Per l'esattezza si chiamerà Archie Harrison Windsor-Mountbatten (dove Windsor-Mountbatten è il cognome completo della dinastia britannica, ossia quello che associa il casato della regina Elisabetta e quello del principe consorte Filippo).

 

Il nome compare anche sotto una fotografia pubblicata sul profilo Instagram dei duchi di Sussex, che mostra la presentazione oggi del piccolo alla regina e al principe Filippo, entrambi molto sorridenti, da parte di Harry e Meghan, alla presenza anche della mamma di lei, l'insegnante di yoga americana di origine caraibica Doria Ragland. Il profilo non indica al momento un titolo nobiliare specifico per il neonato, che appartenendo a un ramo cadetto non è necessariamente destinato, salvo decreto ad hoc della sovrana, a essere principe né a ricevere l'appellativo - concesso ai suoi genitori - di 'Altezza Reale'.

william arriva al st mary con george e charlotte william arriva al st mary con george e charlotte

 

Condividi questo articolo

politica

TRUMP VUOLE SPEGNERE IL BAZOOKA A DRAGHI – IL PRESIDENTE AMERICANO CONTRO LE DICHIARAZIONI DEL PRESIDENTE DELLA BCE SUI “NUOVI STIMOLI” ALL’ECONOMIA: “RENDE INGIUSTAMENTE PIÙ FACILE PER L’EUROPA COMPETERE CON GLI USA. SONO ANNI CHE LO STANNO FACENDO” – LA REPLICA DI SUPER MARIO: “I TASSI DI CAMBIO NON SONO UN NOSTRO TARGET” – MA IL VERO DESTINATARIO DEL TWEET DI DONALD È IL CAPO DELLA FED JEROME POWELL, CHE POTREBBE ESSERE LICENZIATO A BREVE PER LE SUE POLITICHE SUI TASSI