ARRIVA IL BAZOOKA DE' NOANTRI – CONTE DOPO IL CONSIGLIO DEI MINISTRI: "LIQUIDITÀ IMMEDIATA PER LE IMPRESE, 200 MILIARDI PER IL MERCATO INTERNO E 200 PER POTENZIARE L'EXPORT", SOTTO FORMA DI PRESTITO CON GARANZIA STATALE – TASSE SOSPESE AD APRILE A MAGGIO, SACE RIMANE NEL PERIMETRO DI CDP – "MES NO, EUROBOND SICURAMENTE SÌ. IO E GUALTIERI SIAMO D'ACCORDO" – VIDEO

-

Condividi questo articolo

CONTE: «SÌ AL DL IMPRESE: 400 MILIARDI PER LA RIPRESA, UNA POTENZA DI FUOCO. AVREMO UNA NUOVA PRIMAVERA»

Da www.corriere.it

 

giuseppe conte roberto gualtieri giuseppe conte roberto gualtieri

Ci sono 400 miliardi di euro a disposizione dell’economia italiana piegata dal coronavirus. Lo ha detto il premier Giuseppe Conte parlando in tv subito dopo il termine del consiglio dei ministri: «Abbiamo messo a disposizione liquidità immediata per le imprese, 200 miliardi per il mercato interno e 200 per potenziale l’export». I 400 miliardi saranno erogati sotto forma di prestito con garanzia dello Stato.

 


Coronavirus, Conte: Mes no, eurobond sicuramente sì. Io e Gualtieri d'accordo

(LaPresse) - "Mes no, eurobond assolutamente sì", perché il Fondo Salva Stati "è uno strumento assolutamente inadeguato", mentre "gli eurobond sono la soluzione adeguata all'emergenza che stiamo vivendo". Così il presidente del Consiglio Giuseppe Conte in conferenza stampa a palazzo Chigi. Conte ha sottolineato che sulla questione è in sintonia con il ministro dell'Economia Roberto Gualtieri, "nonostante le ricostruzioni che qualche retroscenista mira ad offrire".


Coronavirus, Conte: Irresponsabile allentare (LaPresse) - "Siamo vicini a una data importante, la Pasqua" ma "sarebbe irresponsabile andare in giro, allentare questo senso di responsabilità e andare verso una fuoriuscita dal rispetto delle regole". Così il premier, Giuseppe Conte.

 


Dl Credito, Conte: Sace rimane nel perimetro di Cdp

(LaPresse) - “Lo Stato offrirà una garanzia per cui tutto avvenga in maniera celere, spedita, sicura. Aggiungiamo il finanziamento attraverso Sace che rimane nel perimetro di Cdp”. Così il presidente del Consiglio Giuseppe Conte in conferenza stampa a palazzo Chigi.

 


Coronavirus, Conte: Vivremo nuova primavera

(LaPresse) - “Agli italiani voglio dire state dando un contributo fondamentale, quando sarà tutto finito ci sarà una nuova primavera e la vivremo tutti insieme. Essere italiani, lo stiamo imparando in questi giorni, significa essere coraggiosi, solidali, determinati e coesi. Il pensiero va sempre a tutte le migliaia di uomini e donne che stanno lavorando in prima linea per noi”. Così il presidente del Consiglio Giuseppe Conte in conferenza stampa a palazzo Chigi.

giuseppe conte roberto gualtieri mes giuseppe conte roberto gualtieri mes roberto gualtieri giuseppe conte luigi di maio roberto gualtieri giuseppe conte luigi di maio ROBERTO GUALTIERI GIUSEPPE CONTE ROBERTO GUALTIERI GIUSEPPE CONTE PAOLO GENTILONI GIUSEPPE CONTE ROBERTO GUALTIERI PAOLO GENTILONI GIUSEPPE CONTE ROBERTO GUALTIERI Gualtieri Conte Gualtieri Conte

 

Condividi questo articolo

politica

IL CASO BONAFEDE-DI MATTEO NON È AFFATTO CHIUSO: STASERA SANDRA AMURRI, GIORNALISTA CHE DA SEMPRE SEGUE L'ANTIMAFIA SICILIANA, SARÀ A ''NON È L'ARENA'' DI GILETTI. MA TRAVAGLIO, DIRETTORE DEL QUOTIDIANO PER CUI LAVORA, NON L'HA AUTORIZZATA A PARTECIPARE - MIELI: IL ''MARE DI MELMA'' CHE HA INVESTITO LA MAGISTRATURA: ''UN CAMBIAMENTO VIRTUOSO SI AVRÀ SOLO QUANDO UN MAGISTRATO DARÀ BATTAGLIA AL SISTEMA DEGENERATO DELLE CORRENTI. A TESTA ALTA, MENTRE È ANCORA IN SERVIZIO. METTENDO NEL CONTO CHE SUBIRÀ L' OSTRACISMO DEI COLLEGHI. TUTTI. O QUASI''

TOH, GUALTIERI E FRANCESCHINI FINALMENTE HANNO CAPITO CHE IL CONTE CASALINO, DOPO AVER INFINOCCHIATO QUELLO SPROVVEDUTO DI DI MAIO, RESPONSABILE DI AVERLO PORTATO A PALAZZO CHIGI ALL’EPOCA DI SALVINI, HA PRESO PER IL CULO ANCHE IL PD, INCIUCIANDO CON L’INETTO ZINGARETTI – MA, AL DI LÀ DEL MES (I 5STELLE ALLA FINE DIRANNO DI SÌ) I NODI RISCHIANO DI VENIRE PRESTO AL PETTINE PER IL CONTE DELLA VASELINA: COME AFFRONTARE AD ESEMPIO IL DRAMMA DELLA CASSA INTEGRAZIONE, CHE SCADE A SETTEMBRE? I SOLDI SONO FINITI E UNA MONTAGNA DI DISOCCUPATI CHE RISCHIA DI TRAVOLGERE TUTTO E TUTTI