CON BIDEN, IN ISRAELE NULLA SARA' COME PRIMA - L'ASSASSINIO DELLO SCIENZIATO IRANIANO SARA' RICORDATO COME L'ULTIMO COLPO DEL TRUMPIANO NETANYAHU - L'APPOGGIO DI BIDEN A GANTZ PREVEDE UN’ALTRA CRISI GOVERNO E LA CANCELLAZIONE POLITICA DI BIBI. CHE VUOLE SOLO OTTENERE L’IMMUNITA’ DALLE ACCUSE DI CORRUZIONE

-

Condividi questo articolo

Davide Frattini per il “Corriere della Sera”

benny gantz e benjamin netanyahu benny gantz e benjamin netanyahu

 

Gli analisti di cose politiche la sintetizzano così: vuoi divorziare, non ti decidi a fare il passo, tratti l'altro da schifo sperando che se ne vada. La coppia è quella che per ora tiene insieme tutta la famiglia di governo: il premier Benjamin Netanyahu e Benny Gantz, suo vice e ministro della Difesa. Che all'ora dei tg ha annunciato: «Il mio partito Blu Bianco vota la sfiducia assieme all'opposizione».

 

Anche se oggi ottenesse la maggioranza, la mozione in parlamento deve superare altri due passaggi. E lo stesso Gantz lascia aperta la possibilità di salvare la coalizione ed evitare che gli israeliani tornino a votare per la quarta volta in 24 mesi: Netanyahu deve garantirgli l'approvazione del bilancio per due anni entro la fine di dicembre.

benny gantz benny gantz

 

La tempistica è tutto, solo in questo modo l'ex capo di Stato Maggiore è sicuro di poter prendere il posto del premier come prevede l'accordo di rotazione. È anche consapevole di essere in caduta libera nei consensi.

 

Sembra difficile che i pezzi si possano reincastrare tra i due (ex) avversari. Gantz accusa Netanyahu di non rispettare i patti: «Non ha ingannato solo me ma tutti gli israeliani, il suo unico obiettivo è salvarsi dal processo».

 

Il premier ha lanciato in contemporanea un appello all'unità, gli oppositori restano convinti che ormai sia in campagna elettorale: vuole ottenere un altro mandato e la maggioranza per garantirsi l'immunità dalle accuse di corruzione. Con qualche rischio: il suo Likud è in testa ai sondaggi ma è in calo.

BENNY GANTZ BENJAMIN NETANYAHU BENNY GANTZ BENJAMIN NETANYAHU benny gantz benjamin netanyahu benny gantz benjamin netanyahu benny gantz benny gantz benny gantz 1 benny gantz 1

 

Condividi questo articolo

politica

PERCHÈ RENZI SI È ASTENUTO? PERCHÉ NON HA PROVATO A SEPPELLIRE CONTE VOTANDO NO? - NON SOLO PERCHÉ GLI ITALOVIVENTI AFFEZIONATI ALLO SCRANNO GLI AVREBBERO VOLTATO LE SPALLE: LA CADUTA DEL GOVERNO CONTE SAREBBE STATA UN DISASTRO D'IMMAGINE PER RENZI - IL FALLIMENTO DEL BULLO È AVVENUTO NON SOLO PERCHE' E' STATO UCCELLATO DAL PD MA PERCHE' E' STATO INCAPACE DI FAR CAPIRE ALLA GENTE I MOTIVI DELLA SUA BATTAGLIA PER CONTO TERZI (SUPPORTATO DA GRAN PARTE DEL PD) CONTRO IL 'CONTISMO SENZA LIMITISMO' - PER QUANTO RIGUARDA GIORNALI E TALK, RENZI È DETESTATO PERCHÉ, DA EGOMANIACO QUAL È, NON HA MAI CAPITO CHE IN POLITICA, MA ANCHE NELLA VITA, IL CARATTERE È PIÙ IMPORTANTE DEL TALENTO. E L’ARROGANZA NON È MAI UN BUON SOSTITUTO DI UNA BUONA PERSONALITÀ