BIN SALMAN SI COMPRA IL MONDO (CHE DIMENTICA I SUOI ORRORI) - ERA FINITO TRA I REIETTI DOPO L’OMICIDIO DEL GIORNALISTA JAMAL KHASHOGGI - POI LA CRISI ENERGETICA SCATENATA DALLA GUERRA IN UCRAINA LO HA RIMESSO AL CENTRO DEI GIOCHI, CON BIDEN È COSTRETTO A VOLARE A GEDDA PER CHIEDERGLI AIUTO - SI È RIALZATO CON IL SOFT POWER DELLE RIFORME, DELLO SPORT E DEI PETRODOLLARI - L'APPOGGIO RUSSO-CINESE, LA SFIDA A EMIRATI E QATAR E IL SOGNO DI METTERSI ALLA GUIDA DELL'OPINIONE PUBBLICA ARABA MODERATA…

-

Condividi questo articolo


Estratto dell’articolo di Giordano Stabile per “la Stampa”

 

Ebrahim Raisi e Mohammed bin Salman Ebrahim Raisi e Mohammed bin Salman

Mohammed bin Salman, come i suoi avi, è un uomo del deserto. Ma è un deserto fatto di enormi tende con aria condizionata, fuoristrada giganteschi, computer e megaschermi, e notti passate tra sfide ai videogiochi e film di fantascienza, fino alle prime luci dell'alba. È così che ha migliorato il suo inglese, zoppicante quando è stato proiettato nel potere mondiale, otto anni fa, con la salita al trono del padre. Non aveva ancora trent'anni, nato e cresciuto a Riad, dove ha anche frequentato l'università, con poche sortite all'estero.

 

La sua apertura verso il mondo è fatta soprattutto di immaginazione: un Metropolis con la spietatezza degli Hunger Games. Re Salman l'ha scelto come successore per questo: radici ben piantate, ambizioni senza limiti, neppure etici. Mbs ha pagato la mancanza di esperienza internazionale nei primi anni ma adesso ha imparato […] Ha 38 anni, è un principe ereditario, padrone di un Paese di 35 milioni di abitanti, seduto su un tesoro fatto di oro nero.

mohammed bin salman carlo e william mohammed bin salman carlo e william

 

Ha un modello, l'uomo forte degli Emirati, Mohammed bin Zayed, detto Mbz, prima suo mentore e poi rivale. Ha un nemico molto simile a lui, Tamin bin Hamad Al-Thani, l'emiro del Qatar. Attorno a questi tre uomini gira il potere del Golfo, il potere arabo del Ventunesimo secolo. Mbs l'ha visto con i suoi occhi a Dubai, l'ex città di pescatori, poco petrolio, eppure al centro del mondo. Mbz gli spiegava che era in corso una rivoluzione pari a quella seguita alla scoperta dell'America da parte degli europei. Il baricentro del mondo si spostava verso Est, dal centro dell'Atlantico era passato al Mediterraneo orientale e stava per posizionarsi nel Golfo, a metà strada tra la Cina e l'Europa.

bin salman bin salman

 

[…] Servivano i capitali per costruire le infrastrutture ma dov'era il problema? Riad ha le più grandi riserve di greggio al mondo, facili da estrarre, ne produce 10 milioni di barili al giorno, pari a 300 miliardi di dollari all'anno. Un flusso senza fine, solo da indirizzare nel verso giusto. Mbs ha voglia di mettere in pratica la lezione. Troppa. Smania. Da ministro della Difesa, nel 2015, scatena l'offensiva contro i ribelli sciiti Houthi nello Yemen, un anno dopo quasi dichiara guerra all'Iran, con l'esecuzione dell'imam Nimr al-Nimr.

 

infantino bin salman infantino bin salman

Nel 2017 è principe ereditario, elimina il cugino Mohammed bin Nayef, sequestra e picchia il premier libanese Saad Hariri, rinchiude cento principi e uomini d'affari al Ritz-Carlton di Riad, per farsi dare 100 miliardi di dollari da investire nel suo sogno a occhi aperti, la Vision 2030. Impone l'embargo economico e il blocco al Qatar, colpevole di sostenere i Fratelli musulmani, suoi mortali nemici, quanto se non più degli iraniani. È un turbine che si conclude con l'uccisione dell'editorialista del Washington Post Jamal Khashoggi, il 2 ottobre del 2018.

 

Ebrahim Raisi e Mohammed bin Salman Ebrahim Raisi e Mohammed bin Salman

L'establishment Usa gli si scatena contro, al G20 di Buenos Aires è isolato. Biden, appena arriva alla Casa Bianca, lo dichiara un "paria". La Vision 2030 però va avanti, la modernizzazione anche. Via l'abaya, il soprabito nero imposto alle donne, che ora possono guidare e andare in viaggio da sole. Via i visti per europei, americani, ricchi asiatici, per lanciare il turismo, con il sito di Al-Ula che diventa la «seconda Petra». E sport. Rally, Formula 1, tantissimo calcio. L'America è più lontana. La Russia di Putin no, con lo Zar stringe un patto per alzare il prezzo del petrolio, da 40 a 80 dollari, la soglia giusta, nasce l'Opec+.

bin salman messi cr7 ronaldo bin salman messi cr7 ronaldo

 

La Cina diventa il suo primo cliente. Mbs non ha più voglia di guerre. Non con Israele. Gli Emirati firmano gli Accordi di Abramo. Lui è tentato, ma un altro suo spin doctor, il ministro del petrolio Abdulaziz bin Salman Al Saud, l'inventore dell'Opec+, gli suggerisce di alzare la posta, e chiedere una soluzione per i palestinesi, in modo da mettersi alla guida dell'opinione pubblica araba moderata. Scelta saggia.

bin salman bin salman

 

Lo stesso Al-Saud lo spinge a far la pace anche con l'Iran, mediata dai cinesi. Mbs non vuole più guerre, ma due guerre lo aiutano a tornare al centro dei giochi internazionali. Da protagonista, altro che paria. L'invasione dell'Ucraina nel febbraio 2021 scatena una crisi energetica spaventosa e Biden è costretto a venire a Canossa, vale a dire a Gedda, e stringere la sua mano «insanguinata».

 

E poi arriva il 7 ottobre, l'orrendo massacro di Hamas, la distruzione di Gaza nella rappresaglia israeliana. Il segretario Antony Blinken chiama tutti gli alleati arabi, fa la spola tra le capitali, è costretto a fare anticamera a Riad. Il qatarino Al-Thani media per gli ostaggi ma senza Riad non ci sarà la ricostruzione, l'Egitto non può reggere la crisi, è il ministro degli Esteri saudita a guidare l'offensiva diplomatica arabo-musulmana, e può parlare con tutti, cinesi, russi, europei, americani. Il Qatar ha avuto il Mondiale 2022, Dubai l'Expo 2020, Mbs avrà quella 2030 e il Mondiale 2034. I petrodollari comprano tutto. Forse anche la pace in Medio Oriente.

BIN SALMAN CON LA REGINA ELISABETTA BIN SALMAN CON LA REGINA ELISABETTA mohammed bin salman emmanuel macron mohammed bin salman emmanuel macron mohammed bin salman mohammed bin salman MOHAMMED BIN SALMAN E Abdel Fattah al-Sisi MOHAMMED BIN SALMAN E Abdel Fattah al-Sisi masayoshi son mohammed bin salman masayoshi son mohammed bin salman mohammed bin salman mohammed bin salman mohammed bin salman mohammed bin salman torture carceri arabia saudita 1 torture carceri arabia saudita 1 boris johnson mohammed bin salman boris johnson mohammed bin salman xi jinping mohammed bin salman 2 xi jinping mohammed bin salman 2

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGONEWS – COME MAI IL NUOVO ROMANZO DI CHIARA VALERIO, “CHI DICE E CHI TACE”, È STATO PUBBLICATO DA SELLERIO E NON, COME I PRECEDENTI, DA EINAUDI? SCREZI? LITI? MACCHÉ: È TUTTA UNA STRATEGIA PER VINCERE IL CAMPIELLO, PREMIO LAGUNARE PRESIEDUTO DA WALTER VELTRONI – LA VALERIO, SCRITTRICE CON LA PASSIONE PER LE SUPERCAZZOLE (E L’AGLIO, OLIO E PEPERONCINO), È UNA DELLE FIRME PIÙ AMATE DA ELLY SCHLEIN: SE VINCESSE IL CAMPIELLO, SAREBBE UNA FESTA GRANDE PER UOLTER E PER LA SEGRETARIA MULTIGENDER…

SCOOP! GAME OVER FRA CHIARA FERRAGNI E FEDEZ. IL RAPPER, DOMENICA SCORSA, SE NE È ANDATO DI CASA E NON È PIÙ TORNATO. DAL SANREMO DELL’ANNO SCORSO, LA STORIA D’AMORE TRA I DUE S’ERA INCRINATA MA L’INFLUENCER AVEVA RIMANDATO QUALSIASI DECISIONE PER STARE VICINA AL MARITO MALATO. NEL MOMENTO IN CUI LEI SI È TROVATA IN DIFFICOLTÀ, INVECE, FEDEZ SI È MOSTRATO MENO GENEROSO, RINFACCIANDOLE CHE I SUOI PROBLEMI GIUDIZIARI AVESSERO EFFETTI NEGATIVI ANCHE SUI SUOI AFFARI - COSI' FINISCE L'EPOPEA DEI "FERRAGNEZ"

DAGOREPORT! - FORZA ITALIA, SI CAMBIA MUSICA: LETIZIA MORATTI RITORNA PREPOTENTEMENTE IN FORZA ITALIA MA NON NEL RUOLO DI COMPARSA: PER IMPRIMERE UNA SVOLTA MODERATA AL PARTITO DEL FU CAVALIERE, PIER SILVIO E MARINA HANNO SCELTO UN POLITICO DISTANTE 'ANNI DUCE' DALLA DESTRA DEI FEZ-ZOLARI, UNA CHE NON MANCA MAI DI RICORDARE IL PADRE PARTIGIANO, TANT'È CHE ALLE REGIONALI IN LOMBARDIA SCESE IN CAMPO, E FU SCONFITTA, DA MELONI-SALVINI - L'ADDIO ALL'ERA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI E' GIÀ INIZIATO A MEDIASET CON LO SBARCO DELLA BERLINGUER. SI È AVUTA ULTERIORE PROVA DEL CAMBIO DI STRATEGIA DI PIER SILVIO CON LA MIELOSA PROFFERTA DI ASSUNZIONE RIVOLTA PUBBLICAMENTE A FABIO FAZIO, SBARCATO NON A CASO SU CANALE5 COME CONDUTTORE DELLO SPECIALE IN MEMORIA DI MAURIZIO COSTANZO - IL NUOVO BISCIONE SECONDO IL BERLUSCONINO: MENO TRALLALA' PER CASALINGHE E PIU' PROGRAMMI INTELLETTUALMENTE VIVACI. I TALK DI RETE4? CALMA. FINCHE' C'E' CONFALONIERI... - VIDEO