"SALVINI? AGLI IGNORANTI IL POTERE DÀ UBRIACATURA" - IL FILOSOFO, OSPITE DI LILLI GRUBER A ‘OTTO E MEZZO’, DEMOLISCE IL LEADER DELLA LEGA E DEFINISCE UN 'HAPAX LEGOMENON' (IN LINGUISTICA UN CASO CHE COMPARE UNA VOLTA SOLA NELLA STORIA) LA MOSSA DI APRIRE LA CRISI: "HA COMMESSO UN ERRORE COLOSSALE, SUICIDA ALL’APICE DEL POTERE. NON HA PIÙ UNA LEADERSHIP SOLIDA NEL CARROCCIO. MA ATTENZIONE…” – E SU ZINGARETTI DICE: “PRIMA DELL’INTESA GRILLO-RENZI VOLEVA ANDARE A VOTARE” - VIDEO

Condividi questo articolo

 

 

Pina Francone per il Giornale

 

cacciari cacciari

A Massimo Cacciari, Matteo non è mai piaciuto, visto che spesso e volentieri ha trovato il modo di attaccare senza mezzi termini il capo politico del Carroccio.

 

 

L'antipatia del filosofo verso l'ex ministro dell’Interno è cosa nota e nella puntata di martedì sera di Otto e mezzo, l'accademico ha avuto ulteriormente modo di esternarla.

 

Parlando con Lilli Gruber della nascita del governo giallorosso e della caduta, in agosto, di quello gialloverde, l'ex sindaco di Venezia, sentenzia: "Agli ignoranti il potere dà effetti da ubriacatura. Salvini sapeva di arrivare a uno scoglio insuperabile. Con la Finanziaria doveva fare cose importanti sulle tasse, avendo promesso la Flat Tax, e accontentare le regioni sull’Autonomia. Ma di soldi non ce n'erano…".

cacciari cacciari

 

Dunque, incalzato dalla padrona di casa che gli chiede se la leadership di Salvini nella Lega sia ancora solida o meno, Cacciari replica così: "No, non è più solida, assolutamente. Però, attenzione, perché è ancora tutto nelle sue mani…".

massimo cacciari (3) massimo cacciari (3) massimo cacciari (1) massimo cacciari (1) massimo cacciari (2) massimo cacciari (2) cacciari cacciari

 

Condividi questo articolo

politica