NEL CENTRODESTRA NEANCHE HANNO VINTO CHE GIA’ LITIGANO SUI MINISTERI! SALVINI: “IL VIMINALE? CONTO CHE CI VADA QUALCUNO DELLA LEGA” – LA MELONI AVEVA FRENATO SULLA RICHIESTA DEL CARROCCIO DI ANTICIPARE LA LISTA DEI MINISTRI E SU SALVINI AL VIMINALE: È CAPACE, MA NON SI DECIDE PRIMA” - IL CENTRODESTRA ANNUNCIA CHE ENTRO IL 14 AGOSTO SARA' PRONTO IL PROGRAMMA...

-

Condividi questo articolo


Da corriere.it

 

matteo salvini giorgia meloni federico sboarina matteo salvini giorgia meloni federico sboarina

«Conto che al Viminale ci vada un uomo o una donna della Lega. Leggo sui giornali che si distribuiscono ministeri senza il voto degli italiani. Decideranno gli italiani chi e cosa fa. Se gli italiani il 25 settembre sceglieranno il centrodestra e la Lega avrà più voti, a me toccherà l'onore, ma anche l'onere, di indicare il presidente del Consiglio». Così il leader della Lega, Matteo Salvini, a margine della sua visita all'hotspot di Lampedusa. «Ho chiesto di indicare prima alcuni ministri - ha proseguito - come ad esempio quello dell'Economia, degli Esteri o della Giustizia», conclude Salvini.

 

 

giorgia meloni matteo salvini giorgia meloni matteo salvini

Centrodestra: conclusa terza riunione, programma entro il 14 agosto

Il centrodestra ha concluso anche la terza riunione sul «programma di governo, che sarà presentato entro il 14 agosto», come si legge in una nota. «È proseguito il lavoro di definizione dei temi e si è trovata una sintesi intorno all'impianto su cui ruoterà la proposta politica della coalizione - spiegano -. Il centrodestra unito ha una visione precisa del futuro e degli interventi necessari per rilanciare l'economia italiana e l'intero sistema Paese». Il tavolo è stato riconvocato per martedì 9 agosto, per ultimare tutte le fasi di strutturazione del programma elettorale.

SILVIO BERLUSCONI - GIORGIA MELONI - MATTEO SALVINI SILVIO BERLUSCONI - GIORGIA MELONI - MATTEO SALVINI BERLUSCONI SALVINI MELONI BERLUSCONI SALVINI MELONI

 

 

Condividi questo articolo

politica

PROVACI ANCORA, ROCCO! – CASALINO SPIEGA PERCHÉ NON SI CANDIDA E FRIGNA: “SCONTO UNA COSA DEL MIO PASSATO: VENIRE DA UN CERTO MONDO DELLA TV. AVREI AVUTO BUONE POSSIBILITÀ DI ARRIVARE IN ALTO NEL MIO COLLEGIO, IN PUGLIA. MA NONOSTANTE SIANO PASSATI 22 ANNI DAL ‘GRANDE FRATELLO’ IL MIO NOME CONTINUA A ESSERE GHIOTTO PER CHI VUOLE INFANGARE IL MOVIMENTO” – “LA MIA PRESENZA AVREBBE SCATENATO POLEMICHE E L’ULTIMA COSA CHE VOGLIO È ARRECARE È UN DANNO AL MOVIMENTO E A CONTE, A CUI MI LEGA UN RAPPORTO DI STIMA E AFFETTO. MA LO DICO CON 5 ANNI DI ANTICIPO: AL PROSSIMO GIRO CI SARÒ” (TRANSENNATE I SEGGI!)