LA CINA È VICINA (AL VATICANO) – L'ACCORDO TRA LA SANTA SEDE E PECHINO SUI VESCOVI POTREBBE ESSERE RINNOVATO ENTRO POCHI MESI – PAPA FRANCESCO HA ELOGIATO IL SEGRETARIO DI STATO PAROLIN, PRINCIPALE SOSTENITORE DI UN'INTESA CHE RISCHIA PERO' DI DARE UN’ECCESSIVA LEGITTIMITA' POLITICA E MORALE AL REGIME DI XI JINPING…

-

Condividi questo articolo


Stefano Graziosi per “La Verità”

 

papa bergoglio e la bandiera cinese papa bergoglio e la bandiera cinese

L'accordo sui vescovi tra Vaticano e Cina potrebbe essere rinnovato entro l'anno. È questo l'auspicio espresso ieri da papa Francesco, nel corso di un'intervista rilasciata all'agenzia di stampa Reuters. Con la Cina, ha affermato il Pontefice, «si va lentamente» ma almeno i vescovi «sono stati nominati».

 

«Si va lento, come dico io: "alla cinese"», ha aggiunto, «perché i cinesi hanno quel senso del tempo che non mette fretta. Anche loro hanno dei problemi, perché non è la stessa situazione in ogni regione del Paese», ha proseguito, per poi aggiungere: «Mi auguro che a ottobre si possa rinnovare».

 

Il Papa ha poi definito il cardinale segretario di Stato, Pietro Parolin, come «il miglior diplomatico della Santa sede»: quel Parolin che, ricordiamolo, è sempre stato uno dei principali sostenitori dell'intesa con la Cina. Un'intesa che è stata siglata per la prima volta nel 2018, per essere poi rinnovata nell'ottobre 2020.

 

pietro parolin bergoglio pietro parolin bergoglio

Il punto è che questo accordo si è accompagnato a notevoli polemiche politiche. Per quanto il Vaticano ne abbia sempre rivendicato la natura pastorale, esso è comunque stato concluso con il Partito comunista cinese: un fattore che, sottolineano i critici, rischia di dare eccessiva legittimazione diplomatica e morale al regime di Pechino. In secondo luogo, va anche rammentato che, secondo varie fonti, la condizione dei cattolici in Cina resta significativamente problematica e pericolosa.

 

Lo scorso aprile, la testata online Asianews ha per esempio riferito che «le autorità hanno portato via a bordo di un aereo monsignor Shao Zhumin, vescovo di Wenzhou». La stessa testata ha anche riportato che «a gennaio, prima del Capodanno lunare, le autorità hanno sequestrato più di 10 religiosi, tra cui il vescovo Agostino Cui Tai».

 

papa francesco pietro parolin papa francesco pietro parolin

In terzo luogo, va anche sottolineato che la Cina si è ben guardata dal condannare l'invasione russa dell'Ucraina: ragion per cui non è chiaro quanto sia auspicabile mantenere un clima di distensione con Pechino in una fase storica così delicata.

 

Non è del resto un caso che l'accordo tra Vaticano e Cina abbia contribuito a guastare i rapporti della Santa sede con gli Stati Uniti. Un elemento, questo, verificatosi soprattutto ai tempi dell'amministrazione di Donald Trump, quando l'allora segretario di Stato americano Mike Pompeo cercò di convincere Parolin a non rinnovare l'intesa.

 

Intervistato su queste colonne alla fine dello scorso maggio, Pompeo è tornato a ribadire la sua contrarietà a quell'accordo, in nome della difesa della libertà religiosa. Nonostante i rapporti più distesi della Santa sede con l'amministrazione Biden, non è affatto detto che l'attuale Casa Bianca apprezzi troppo l'intesa.

 

xi jinping xi jinping

Quando si recò in Vaticano alla fine del giugno 2021, il segretario di Stato americano, Tony Blinken, ebbe dei colloqui con Parolin, in cui affrontò anche la questione della libertà religiosa. Inoltre, dal punto di vista geopolitico, Washington nutre un'ulteriore preoccupazione: teme, in particolare che la distensione tra Vaticano e Cina possa favorire l'incremento dell'influenza di Pechino sull'America Latina. Un tema, questo, che chiama direttamente in causa il dossier taiwanese.

il papa si fa aiutare ad alzarsi 3 il papa si fa aiutare ad alzarsi 3 il papa udienza settimanale in vaticano il papa udienza settimanale in vaticano bergoglio in carrozzina 6 bergoglio in carrozzina 6 il papa udienza settimanale in vaticano 5 il papa udienza settimanale in vaticano 5 il papa udienza settimanale in vaticano 6 il papa udienza settimanale in vaticano 6 il papa udienza settimanale in vaticano 2 il papa udienza settimanale in vaticano 2 il papa si fa aiutare ad alzarsi il papa si fa aiutare ad alzarsi

 

Condividi questo articolo

politica

DAGOREPORT! CRONACHE DALL’ASILO MARIUCCIA A 5 STELLE - IL PROSSIMO MATCH TRA GRILLO E CONTE È IN AGENDA DOPO IL 25 SETTEMBRE: SE IL MOVIMENTO VA SOTTO IL 10% E PERSISTERANNO GLI ATTUALI SCAZZI TRA IL FONDATORE E L’AVVOCATO, CON IL COMPLEMENTO IN CHIAVE ESTREMISTICA DELLA RAGGI E DI BATTISTA, CONTE POTREBBE RIPETERE L’ITER DI DI MAIO: SCISSIONE, PORTANDOSI APPRESSO UNA PATTUGLIA DI PARLAMENTARI FEDELISSIMI - UNA VOLTA FUORI, GIUSEPPI SARÀ LIBERO, IN TESTA AL SUO NUOVO PARTITO, DI CORRERE TRA LE BRACCIA DI BETTINI E ZINGARETTI, ORLANDO E BOCCIA, CHE LO ATTENDONO IMPAZIENTI…

“BERLUSCONI HA DETTO UNA COSA OVVIA MA È STATA USATA PER LA SOLITA GAZZARRA POLITICA” – BELPIETRO CONTRO IL "MONARCA" MATTARELLA: “IN NESSUNA DEMOCRAZIA OCCIDENTALE UN UOMO CHE NON SIA STATO ELETTO POTREBBE RIMANERE PER UN COSÌ LUNGO PERIODO AI VERTICI DELLE ISTITUZIONI” – “SE GLI ITALIANI VOGLIONO DECIDERE DA CHI FARSI RAPPRESENTARE, È EVIDENTE CHE CHI LI RAPPRESENTA OGGI NON È PIÙ LEGITTIMATO A FARLO” – “LA SINISTRA È TERRORIZZATA ALLA SOLA IDEA CHE A DECIDERE IL CAPO DELLO STATO NON SIA LA PARROCCHIETTA LORO, MA GLI ITALIANI. LA COSA PARADOSSALE È CHE..."

GIORGIA, L’OSSESSIONE DI SALVINI – LA MELONI È LA BESTIA NERA DEL “CAPITONE”: PRIMA CHE SI METTESSE DI TRAVERSO ANDAVA TUTTO BENE, POI DAL PAPEETE IN POI, È ANDATO TUTTO STORTO – IL “CORRIERE”: “MATTEO SI VEDE COSTRETTO A SCOMODARE GIULIO CESARE E UNO DI SUOI MOTTI: SE NON PUOI BATTERLI, UNISCITI A LORO. CHE NELLA TRADUZIONE LETTERALE SUONA COSÌ: SE NON PUOI SCONFIGGERE IL TUO NEMICO, FATTELO AMICO. SEMPRE CHE GIORGIA CI CASCHI” - L'ESORDIO TV CON CORRADO TEDESCHI, IL GOVERNO CON DI MAIO, IL 34% E LE MAGLIETTE CON PUTIN: IL RITRATTONE