COME FINIRA’ IL CONGRESSO DEM? SECONDO "LIBERO", IL PD SE LO PRENDERA’ D’ALEMA CHE NON SMETTERÀ DI DIRIGERE NELL’OMBRA - “STAR FUORI PER "BAFFINO", CHE LAVORA A UNA NUOVA ALLEANZA CON I 5 STELLE, “È IL MODO PER ESSERE DENTRO SENZA RISCHIARE DI ESSERE MISURATO DAI NUMERI E SBUDELLATO DA QUALCHE COMPAGNO. MAX SI È RITAGLIATO IL RUOLO DI PAPA ROSSO EMERITO. LA SCUOLA POLITICA DEL PCI, DI CUI LUI È IL MIGLIOR FICO DEL BIGONCIO, NON PREVEDE LA CONTEMPLAZIONE, MA LA CONQUISTA DEL POTERE…”

-

Condividi questo articolo


Estratto dell'articolo di Renato Farina per “Libero quotidiano”

 

massimo d alema vino 1 massimo d alema vino 1

D’Alema è un genio. Comunista sì, ma fuoriclasse. Il Pd se lo prenderà lui. Questo però è il finale dell’articolo. Se lo sarà anche nella realtà, vedremo. Viene da tifare per lui. Ma poi è il caso di ricordarsi che è genio sì, ma comunista. Bisogna far prevalere nel giudizio il fattore K. Pertanto vale la doppia regola: primo, non fidarsi. Secondo: non fidarsi, neanche quando ti ha convinto. 

 

(...)

 

Comunista inaffondabile, finto pensionato ed eterno conquistador. Il modo migliore per riprendere possesso della sinistra ha capito che è starne fuori, guardare dal balcone le contese tra cavalieri senza carisma in torneo per la carica di segretario. Constatare il loro corto respiro. Dichiararsi in serena quiescenza come De Gaulle, ma soffiare, soffiare piano, come usava fare con il suo tipico gesto dai banchi della Camera, per spostare gli equilibri, le idee, le tattiche in vista di una «nuova comunità politica» con il mondo 5 Stelle.

MASSIMO D'ALEMA E STEFANO BONACCINI MASSIMO D'ALEMA E STEFANO BONACCINI

 

 

Star fuori per D’Alema è il modo per essere dentro senza rischiare di essere misurato dai numeri e sbudellato da qualche compagno Beria.

 

L’ha detto all’Ansa, escludendosi dalla tenzon, fingendo di cascare dalle nuvole: «Dalla politica sono in pensione da sette anni, e ci resto». Non si rinuncia alla passion predominante. Di certo per lui non sono né la produzione di vini né la navigazione a vela; osiamo sperare non lo siano neppure le redditizie consulenze mercantili.

MASSIMO DALEMA MASSIMO DALEMA

 

Per il «Lider Massimo» che cosa può essere se non la politica? Da oggi si è ritagliato il ruolo di Papa rosso emerito, ma senza la mitezza e il candore di Benedetto. Infatti la scuola politica del Pci, di cui è il miglior fico del bigoncio, non prevede la contemplazione, ma la conquista del potere.

 

(...)

letta d'alema letta d'alema bersani d'alema bersani d'alema MASSIMO DALEMA MASSIMO DALEMA d'alema d'alema D'Alema D'Alema d'alema d'alema massimo d alema vino massimo d alema vino MASSIMO DALEMA MASSIMO DALEMA massimo d'alema 2 massimo d'alema 2 MASSIMO DALEMA MASSIMO DALEMA d alema d alema d alema 5 d alema 5 d'alema d'alema d alema berlusconi d alema berlusconi massimo dalema e gli straordinari successi del partito comunista cinese massimo dalema e gli straordinari successi del partito comunista cinese d alema veltroni d alema veltroni d alema 15 d alema 15 D'ALEMA CONTE D'ALEMA CONTE d alema 3 d alema 3 bersani d'alema bersani d'alema

 

Condividi questo articolo

politica

VI RICORDATE DI VIRGINIA SANJUST DI TEULADA, EX SIGNORINA BUONASERA E GIÀ COCCA DI BERLUSCONI? LA PROCURA DI ROMA HA CHIESTO IL RINVIO A GIUDIZIO PER LA 45ENNE, CON UN PEDIGREE FAMILIARE NOBILE PER STALKING NEI CONFRONTI DELL’EX COMPAGNO E PER AVER DEVASTATO LA CASA DELLA NONNA, L'EX STELLA DEL CINEMA ANTONELLA LUALDI, CHE NON VOLEVA DARLE SOLDI – IL RAPPORTO CON L’AGENTE DEL SISDE FEDERICO ARMATI E LA “RELAZIONE PARTICOLARE” CON IL CAV: “MI AVEVA PRESO A CUORE MA È L’UOMO PIÙ IMPOTENTE DEL MONDO"

“PENSO CHE UN COLPO DI STATO MILITARE POSSA ESSERE POSSIBILE” – PUTIN È ALLE BATTUTE FINALI? SECONDO ABBAS GALLYAMOV, EX SPEECHWRITER DEL PRESIDENTE RUSSO, SÌ: “L’ECONOMIA STA PEGGIORANDO E LA GUERRA È PERSA. I RUSSI CERCHERANNO DI TROVARE UNA SPIEGAZIONE DEL PERCHÉ TUTTO QUESTO STA ACCADENDO. SI RISPONDERANNO DA SOLI. TEMPO UN ANNO, UN COLPO DI STATO DIVENTA REALE. SENZA VITTORIA SULL'UCRAINA, DOVRÀ AFFRONTARE I RUSSI IN DIFFICOLTÀ. I RUSSI NON HANNO BISOGNO DI LUI SE NON È FORTE. POTREBBE…”

“FACCETTA ROSSA” – ALDO GRASSO IRONIZZA SU GUIDO CROSETTO CHE HA CEDUTO ALLE INSISTENZE DI FIORELLO E HA INTONATO “BELLA CIAO”  - ALDO CAZZULLO SPIEGA PERCHE’ IL MINISTRO DELLA DIFESA HA CANTATO IL BRANO SIMBOLO DELLA RESISTENZA: "LO HA FATTO PER NON DARE UN DISPIACERE A FIORELLO E POI PERCHE’ E’ DI MARENE, IN PIEMONTE. DALLE SUE PARTI, CHE POI SONO LE MIE, QUANDO INTONAVAMO ‘BELLA CIAO’ DA RAGAZZI NON ERAVAMO NEPPURE SFIORATI DALL’IDEA DI FARE UNA COSA DI SINISTRA. PERALTRO QUEL BRANO I PARTIGIANI NON L'AVEVANO MAI CANTATO…" - VIDEO