COME MAI NON INTERVIENE LA MAGISTRATURA DAVANTI A QUESTA FOTO? - EMILIANO CHE FIRMA 200 ASSUNZIONI IN UNA SOCIETÀ PRIVATA MA CONTROLLATA DALLA REGIONE, SENZA CONCORSO, E CIRCONDATO DA ASSESSORI E CONSIGLIERI RICANDIDATI CHE CONSEGNANO ''PERGAMENE DEL POSTO FISSO'' VANTANDOSI DA GIORNI DI QUESTE INTERNALIZZAZIONI PER RACIMOLARE VOTI - UNA SCENA DA FILM DI CHECCO ZALONE, SE FOSSE STATA FATTA DALLA DESTRA SI SAREBBERO CALATI DALL'ELICOTTERO GLI ''SWAT'' COI MITRA SPIANATI

-

Condividi questo articolo


 

 

 

2. STABILIZZAZIONI AL CUP DELL'ASL - FIRMATE 200 ASSUNZIONI

Da ''la Gazzetta del Mezzogiorno''

 

C'è chi, come l'assessore regionale allo sviluppo economico Mino Borraccino, parla senza mezzi termini di «giornata storica» e c'è pure chi, invece, grida alla strumentalizzazione da campagna elettorale. Circa 200 lavoratori del Cup e dei servizi informatici ieri al teatro Fusco hanno sottoscritto i contratti a tempo indeterminato con la Sanitaservice. «Un grande risultato, per la nostra comunità - dice l'assessore Borraccino - un momento di svolta sul fronte delle garanzie e della dignità per tutti i lavoratori della Sanità, coinvolti nella stabilizzazione e, al contempo, un segnale forte per il nostro sistema sanitario.

MICHELE EMILIANO FIRMA ASSUNZIONI NELLA SANITA MICHELE EMILIANO FIRMA ASSUNZIONI NELLA SANITA

 

Dietro a questo risultato, ci sono stati mesi e mesi di lavoro e di grande impegno. Siamo perciò soddisfatti nel comunicare il raggiungimento di un obiettivo strategico e fondamentale per me e per tutto il Governo regionale. Cancelliamo, con questa firma, il precariato e le incertezze occupazionali per questi lavoratori che oggi possono guardare con maggiore fiducia e serenità al loro futuro. È il frutto di un meticoloso e lungo lavoro politico e amministrativo, iniziato circa due anni fa.

 

Un atto dovuto - conclude Borraccino - ai tanti lavoratori che garantiscono, con il loro impegno e la loro abnegazione, ogni giorno, il funzionamento del Sistema Sanitario pugliese, recentemente anche messo duramente alla prova dalla grave emergenza Covid-19. Intendiamo proseguire su questa strada per internalizzare anche i lavoratori impegnati in altri importanti servizi in tutte le Asl della Puglia».

GIUSEPPE CONTE E MICHELE EMILIANO GIUSEPPE CONTE E MICHELE EMILIANO

 

«Nella settimana del voto, presso il Teatro Fusco di Taranto - dice invece l'on. Gianfranco Chiarelli, vice segretario regionale della Lega - vengono sottoscritti i contratti di assunzione di oltre duecento dipendenti che verranno stabilizzati a tempo indeterminato presso i servizi ausiliari Asl, ovvero nella società in house Sanità Service, aggirando i concorsi. Se i dipendenti del Cup sono stati stabilizzati ci sono quelli del 118 che dovranno aspettare che la promessa si realizzi dopo il voto».

 

MICHELE EMILIANO MICHELE EMILIANO

«Il fatto grave» denuncia Chiarelli «è che accanto a Emiliano, a consegnare le pergamene del posto fisso ci sono anche i suoi consiglieri e assessori regionali ricandidati, che da giorni si vantano di queste internalizzazioni per racimolare voti. Addirittura alcuni di loro hanno organizzato incontri elettorali con i neoassunti accreditandosi il lavoro fatto per internalizzarli. Tutto pubblicizzato dagli stessi candidati su Facebook, come se tutto questo fosse normale».

michele emiliano michele emiliano

 

Conclude Chiarelli: «Se una cosa del genere l'avesse, non dico fatta, ma anche solo pensata il centrodestra sarebbe certamente intervenuta la Magistratura. Non dopo le elezioni, come con le sponsorizzazioni delle primarie di Emiliano, o rinviando sine die processi che forse a qualcuno avrebbero impedito la candidatura, ma immediatamente, intervenendo sull'esito delle elezioni. Noi della Lega non aspetteremo la magistratura per deplorare questo squallido modo di fare politica. Per questo la Lega non parla solo agli amici degli amici, ma si rivolge a tutti i cittadini e ai pugliesi che vogliono cambiare questo modo di fare dopo 15 anni di malgoverno del centro sinistra».

 

 

 

Condividi questo articolo

politica

POSTA! - CARO DAGO, CHISSÀ SE DOPO L'AVVISO DI GARANZIA AL LORO BENEFATTORE GRILLO, I GRILLINI E TRAVAGLIO SI SCOPRIRANNO "GARANTISTI". NON MI STUPIREI SE INIZIASSERO A PENSARE DI VOTARE BERLUSCONI… - DI FRONTE AGLI IPOCRITI, AI CALCOLATORI, AI FURBASTRI CHE SI ACQUATTANO COME CONIGLI NELLA TANA DEI MESSAGGI CRIPTICI, DELLE ALLUSIONI, DEI TATTICISMI, ECC. ECC. UNO COME BERLUSCONI CHE (PIACCIA O MENO) ROMPE GLI SCHEMI ED ESCE ALLO SCOPERTO ALLA LUCE DEL SOLE APPARE UN LEONE…

 

“CHI È POSITIVO AL COVID DEVE POTER VOTARE”. DA FRATELLI D’ITALIA AI 5 STELLE, SALE IL PRESSING PER FAR VOTARE I GRANDI ELETTORI CONTAGIATI: LE AUTORITÀ SANITARIE POSSONO AUTORIZZARE GLI SPOSTAMENTI DA UN DOMICILIO A UN ALTRO, CON MEZZI SPECIALI PER GARANTIRE LA MASSIMA TUTELA – I DEM CHIUDONO: “NON CI SONO LE CONDIZIONI” – ESCLUSO IL VOTO A DISTANZA, PROPOSTO UN COVID HOTEL DAVANTI A MONTECITORIO PER VOTARE POI NEL CORTILE DELLA CAMERA. ATTUALMENTE I POSITIVI TRA CAMERA E SENATO SONO UNA QUARANTINA…

DATE TUTTO IL CANONE ALLA RAI E NESSUNO ROMPERÀ PIÙ LE PALLE - L'AD DELLA TV PUBBLICA, CARLO FUORTES, È ANDATO A PROTESTARE IN SENATO PERCHÉ LA RAI PERCEPISCE SOLO L'86% DEI 90 EURO CHE NOI PAGHIAMO: "SE NELLE CASSE ARRIVASSE L'INTERO CANONE MOLTI DEI DISCORSI CHE STIAMO FACENDO NON SAREBBERO FATTI E IL RICAVO SAREBBE SUFFICIENTE PER GESTIRE L'AZIENDA" - OGNI ANNO VENGONO REGISTRATE MENO RISORSE, PARI A 240 MILIONI DI EURO - COI NOSTRI SOLDI FINANZIAMO PURE TV, GIORNALI E RADIO COMMERCIALI LOCALI DI CUI IGNORIAMO L'ESISTENZA...