CONTE SEPPELLISCE IL VESSILLO DI SALVINI: “QUOTA 100 NON SARÀ RINNOVATA” - “ERA UN PROGETTO TRIENNALE DI RIFORMA CHE VENIVA A SUPPLIRE A UN DISAGIO SOCIALE. NON È PIÙ ALL’ORDINE DEL GIORNO. LE MODIFICHE AI DECRETI SICUREZZA? CERCHEREMO DI PORTARE AL PRIMO CONSIGLIO DEI MINISTRI UTILE, STIAMO LAVORANDO SUL PIANO TECNICO - MENO MALE CHE AVEVAMO UNA MISURA DI PROTEZIONE SOCIALE COME IL REDDITO DI CITTADINANZA CUI ABBIAMO AGGIUNTO IL REDDITO DI EMERGENZA”

-

Condividi questo articolo

Da www.corriere.it

matteo salvini conferenza stampa quota 100 matteo salvini conferenza stampa quota 100

 

«Quota 100 è un progetto triennale di riforma che veniva a supplire a un disagio sociale. Non è all’ordine del giorno il rinnovo di quota 100». Lo dice il premier Giuseppe Conte al festival dell’Economia di Trento, precisando che piuttosto «tra le riforme che ci aspettano possiamo anche lavorare su quella delle pensioni. Dobbiamo metterci attorno a un tavolo: ad esempio fare una lista dei lavori usuranti mi sembra la prospettiva migliore. Un professore universitario vorrebbe lavorare a settant’anni, mentre in tanti lavori usuranti non possiamo prospettare una vita lavorativa così lunga. Dobbiamo avere il coraggio di differenziare».

conferenza stampa su reddito di cittadinanza e quota 100 17 conferenza stampa su reddito di cittadinanza e quota 100 17

 

I decreti sicurezza

Il premier ha anche affrontato un tema delicato di questi giorni, le modifiche ai decreti sicurezza, che, assicura, «cercheremo di portare al primo consiglio dei ministri utile, stiamo lavorando sul piano tecnico». Sulle modifiche da apportare, ha sottolineato Conte, «già prima dell’estate è stato fatto un lavoro intenso. Vogliamo allargare il meccanismo di sicurezza e protezione per i cittadini e per i migranti che spesso arrivano in condizioni di fortuna. È un progetto molto più ampio».

 

conferenza stampa su reddito di cittadinanza e quota 100 1 conferenza stampa su reddito di cittadinanza e quota 100 1

I dati del Pil

«Standard & poor ha fatto le stime di calo del Pil più ottimistiche di quelle che abbiamo noi attualmente: danno 8,9%. L’Istat ci dà un indice di fiducia che sta salendo. Abbiamo dati molto positivi ma l’Italia non potrà mai avere un rimbalzo molto significativo se gli altri Paesi europei si troveranno nei guai. Non si cresce da soli».

 

I redditi degli italiani

«Meno male che avevamo una misura di protezione sociale come il reddito di cittadinanza cui abbiamo aggiunto il reddito di emergenza. Certo si possono sempre migliorare in fase di attuazione. In due anni calare una misura così complessa in un tessuto sociale che presenta criticità strutturali, non è affatto semplice». Lo dice il premier Giuseppe Conte al festival dell’Economia di Trento.

conferenza stampa su reddito di cittadinanza e quota 100 3 conferenza stampa su reddito di cittadinanza e quota 100 3

 

«Il progetto di inserimento nel mondo del lavoro collegato al reddito di cittadinanza ci vede ancora indietro. Ho già avuto due incontri con i ministri competenti: dobbiamo completare quest’altro polo e dobbiamo riorganizzare anche una sorta di network per offrire un processo di formazione e riqualificazione ai lavoratori. Dobbiamo cercare di costruire un percorso coordinato. Spero che nei primi mesi del 2021 potremo presentare l’altro progetto, quello che incrocia l’attuazione del reddito di cittadinanza con l’inserimento nel mondo del lavoro».

 

Condividi questo articolo

politica

“MIA MADRE FA LA REGISTA, MA NON È SPIELBERG” – CALENDA FA FINTA DI ESSERE UN CANDIDATO DEL POPOLO: “SONO NATO E VISSUTO NEL QUARTIERE AFRICANO, NON AI PARIOLI, NON VENGO DA UNA FAMIGLIA RICCA COME SI PENSA” – “A UN RAGAZZO DELLA PERIFERIA DIREI CHE SERVE AVER STUDIATO E LAVORATO: MI RENDO CONTO CHE FORSE QUEL RAGAZZO PENSA GLI SIA PIÙ VICINO UNO CHE HA VENDUTO LE BIBITE AL SAN PAOLO, MA POI…” – VIDEO: QUANDO DICEVA “SAREI UN CIALTRONE SE MI CANDIDASSI A ROMA”