DA DESTRA A SINISTRA, I GOVERNATORI CHIEDONO LA LINEA DURA CONTRO I NO VAX - IL PRESIDENTE DELLA TOSCANA, EUGENIO GIANI: "CREDO CHE DOBBIAMO PREVEDERE DELLE DISTINZIONI TRA VACCINATI E NON VACCINATI. SE SEI VACCINATO NESSUNA LIMITAZIONE. CHI INVECE SCEGLIE DI NON FARSI IL VACCINO, DEVE RESTARE A CASA E USCIRE SOLO PER FARE LA SPESA O PER CURARSI…" - ANCHE LETTA È D'ACCORDO: "SONO SU QUESTA LINEA, SE NON SI FA COSÌ FRA QUALCHE SETTIMANA TORNIAMO IN LOCKDOWN"

-

Condividi questo articolo


enrico letta enrico letta

COVID: LETTA CON GOVERNATORI, SONO PER LA LINEA DEL RIGORE

(ANSA) - Enrico Letta sposa la linea del rigore contro il Covid dei governatori pronti a garantire l'accesso ai locali pubblici solo a chi ha il green pass. "Io sono su questa linea, la piu rigorosa che ci possa essere, se non si fa così fra qualche settimana torniamo in lockdown e poi sarà troppo tardi", ha detto il segretario del Pd alla presentazione del libro di Bruno Vespa 'Perché Mussolini rovinò l'Italia (e come Draghi la sta risanando)'.

 

REGIONI CONTRO NO VAX, LINEA DURISSIMA: "SENZA VACCINO STAI A CASA, ESCI SOLO PER LA SPESA"

Da www.iltempo.it

 

eugenio giani eugenio giani

La linea dura delle Regioni contro i no vax si fa durissima. Dopo i governatori di centrodestra, che hanno proposto di escludere i vaccinati dalle possibili restrizioni dovute al cambio di colore (dal bianco al giallo fino all'arancione e rosso), arriva anche un presidente di Regione di sinistra che si spinge ancora più là. E' Eugenio Giani che governa la Toscana. Intervistato a Radio24, a proporre di fare come l'Austria.

 

Giani premette: "Non è il caso della Toscana, dove credo che fino a Natale la situazione resterà questa e non ci sarà nemmeno la zona gialla" Il governatore, però, continua: "In linea generale, però, credo che dobbiamo prevedere delle distinzioni tra vaccinati e non vaccinati. Tra Germania e Austria credo che noi dovremmo ispirarci a quest'ultima". Ecco cosa intende: "Se sei vaccinato nessuna limitazione. Chi invece sceglie di non farsi il vaccino, deve restare a casa e uscire solo per fare la spesa o per curarsi"..

 

Condividi questo articolo

politica

POSTA! - CARO DAGO, MA COM’È CHE, CON L’AVVICINARSI DELLE ELEZIONI, REPORT ET SIMILIA ESCONO CON INCREDIBILI SCOOP (SU FATTI DI 30 ANNI FA!) SU “FASCISTI”, “ESTREMISTI DI DESTRA”, STRAGI, SERVIZI SEGRETI (POI COSÌ SEGRETISSIMI NON SEMBRANO, VISTO CHE LI “BUCANO” TUTTI), “DEPISTAGGI” E VIA ANDANDO? AH, SAPERLO! - VAIOLO DELLE SCIMMIE, IL VIROLOGO MASSIMO GALLI TENTA LA "BURIONATA" ("IN ITALIA IL COVID NON CIRCOLA. IL RISCHIO È ZERO") : "LA MALATTIA RESTERÀ UN FENOMENO CONTENUTO"...

LA SEDIA VUOTA DI PALERMO GRIDA VENDETTA - IL CANDIDATO SINDACO DEL CENTRODESTRA ROBERTO LAGALLA DISERTA LE CELEBRAZIONI PER I 30 ANNI DALLA STRAGE DI CAPACI CONTRO "LE FEROCI PAROLE" DI PIF E MARIA FALCONE – I DUE SI ERANO CHIESTI: È POSSIBILE CHE, A 30 ANNI DA CAPACI E VIA D'AMELIO, UN CANDIDATO SINDACO (ROBERTO LAGALLA) DEBBA ESSERE LA RISULTANTE POLITICA DI UN "LODO" CHE HA VISTO COME SUOI ARCHITETTI CUFFARO E DELL'UTRI, ENTRAMBI CONDANNATI IN VIA DEFINITIVA E REDUCI DALL'AVER SCONTATO PENE DETENTIVE PER REATI DI MAFIA?