DRAGHI NON VUOLE CHE I “SOTTOPOSTI” LO SUPERINO: ANCHE “MARIOPIO” STORCE IL NASO (EUFEMISMO) DI FRONTE ALLA CANDIDATURA DELLA BELLONI, BRUCIATA DAL DUO SALVINI-CONTE. ELEGGERE IL CAPO DEI SERVIZI È UNO SCENARIO DA REPUBBLICA DELLE BANANE, CERTO. MA PER IL PREMIER SAREBBE UNO “SGARBO ISTITUZIONALE”: L’HA NOMINATA LUI AL DIS, E L’EVENTUALE PROMOZIONE AL QUIRINALE FAREBBE TRACOLLARE SUBITO IL GOVERNO…

-

Condividi questo articolo


ELISABETTA BELLONI ELISABETTA BELLONI

1 - DAGOREPORT - POTETE IMMAGINARE DRAGHI CHE RIMANE A PALAZZO CHIGI AVENDO SUL COLLE, QUINDI SOPRA DI LUI, UNA CHE È STATA NOMINATA DAL SUO GOVERNO? ASSOLUTAMENTE NO: QUINDI TRACOLLA IL GOVERNO E VOTO ANTICIPATO. QUELLO CHE SOGNA LA MELONI. CHE INFATTI HA SI È DICHIARATA SUBITO A FAVORE DELLA ZARINA DELLE SPIE

https://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/urge-salvini-nbsp-sola-giornata-stato-capace-297860.htm

 

 

MARIO DRAGHI MARIO DRAGHI

2 - BELLONI AL QUIRINALE? ANCHE DRAGHI STORCE IL NASO: PER IL PREMIER SAREBBE UNO SGARBO ISTITUZIONALE

Marco Antonellis per www.tpi.it

 

Dopo il flop della Casellati il centrodestra va in ordine sparso. Matteo Salvini propone al Colle una donna di alto profilo e al di fuori dei partiti, che a tutti sembra l’identikit di Elisabetta Belloni.

 

Un nome, raccontano fonti parlamentari, che potrebbe piacere soprattutto Giuseppe Conte dato che consentirebbe di surgelare finalmente l’unità del partito con l’altro big dei 5 Stelle, quel Luigi di Maio che negli ultimi anni alla Farnesina ha lavorato proprio con Elisabetta Belloni.

 

marta cartabia elisabetta belloni foto di bacco marta cartabia elisabetta belloni foto di bacco

La candidatura del capo del Dis, però, non scalderebbe più di tanto Forza Italia, che avrebbe manifestato i suoi dubbi su un tecnico a Palazzo Chigi, Mario Draghi, e un tecnico anche al Quirinale con l’ex segretario generale della Farnesina. Perplessità sulla Belloni sarebbero state manifestate anche dai “centristi” della coalizione, che invece vedrebbero bene Pier Ferdinando Casini al Colle più alto.

 

In più, a quanto si apprende, nemmeno Mario Draghi sarebbe entusiasta di trovarsi una sua attuale sottoposta (il Direttore generale del DIS è infatti il diretto referente del Presidente del Consiglio dei ministri per l’esecuzione delle attribuzioni in materia di informazione per la sicurezza) al vertice dello Stato italiano.

 

mario draghi mario draghi

L’eventuale “promozione” alla presidenza della Repubblica verrebbe vissuta come un vero e proprio sgarbo istituzionale. E la cosa non potrebbe non avere ripercussioni anche in seno alla maggioranza di governo.

MARIO DRAGHI MEME MARIO DRAGHI MEME

 

 

MARIO DRAGHI MARIO DRAGHI MARIO DRAGHI GIULIO ANDREOTTI MARIO DRAGHI GIULIO ANDREOTTI GIULIANO AMATO MARIO DRAGHI GIULIANO AMATO MARIO DRAGHI

 

 

Condividi questo articolo

politica

ORA D’ARIA? ORA D’AMORE! - ANCHE I DETENUTI HANNO BISOGNO DI SCOPARE! IL GOVERNO NON RIMANE INDIFFERENTE E STANZIA 28,3 MILIONI DI EURO PER LE “RELAZIONI AFFETTIVE DEI CARCERATI” (ORA SI CHIAMANO COSÌ). IL FINANZIAMENTO SERVIRÀ PER METTERE UN PREFABBRICATO IN UNA CASA CIRCONDARIALE DI OGNI REGIONE: VENTI “CASETTE DELL’AMORE” DOVE I DETENUTI SARANNO LIBERI DI SFOGARE I PROPRI ISTINTI CON LA PROPRIA CONSORTE O AMANTE (ANCHE OCCASIONALE). INSOMMA, UNA SPECIE DI CASINO LEGALIZZATO…

PURGHE PUTINIANE – “MAD VLAD” È SEMPRE PIÙ INCAZZATO PER GLI SCHIAFFONI CHE STA RIMEDIANDO IN UCRAINA, E HA TROVATO I CAPRI ESPIATORI PERFETTI: I GENERALI! GLI ULTIMI A ESSERE FATTI FUORI SONO SERGEJ KISEL, COMANDANTE DELLE FORZE OCCIDENTALI, ACCUSATO DEL RITIRO DA KHARKIV, CHE SAREBBE STATO DESTITUITO O ADDIRITTURA ARRESTATO, E L’AMMIRAGLIO IGOR OSIPOV, COMANDANTE DELLA FLOTTA DEL MAR NERO E RESPONSABILE DELLA FIGURA DI MERDA DELL’AFFONDAMENTO DELL’INCROCIATORE MOSKVA - IL PROSSIMO SARÀ IL CAPO DI STATO MAGGIORE GERASIMOV?