I DUE FORNI DI PUTIN - IL PRESIDENTE RUSSO HA PARLATO CON DRAGHI AL TELEFONO DI AFGHANISTAN E G20 E HA ASSICURATO A “MARIOPIO” CHE PARTECIPERÀ AL PROSSIMO VERTICE DI ROMA IN COLLEGAMENTO VIDEO - "ZAR VLAD" ALZA LA TENSIONE CON LA NATO: DOPO L’ESPLUSIONE DI 8 DIPLOMATICI RUSSI DA BRUXELLES PER ATTIVITÀ SPIONISTICA, HA AZZERATO I CONTATTI (GIÀ FREDDI) CON L’ALLEANZA ATLANTICA...

-

Condividi questo articolo


mario draghi mario draghi

1 - COLLOQUIO DRAGHI-PUTIN SU AFGHANISTAN E G20

(ANSA) - Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha avuto stamattina una conversazione telefonica con il Presidente della Federazione Russa, Vladimir Putin. Lo rende noto Palazzo Chigi. Al centro dei colloqui vi sono stati gli ultimi sviluppi della crisi afghana, i lavori preparatori del prossimo Vertice G20 e le relazioni bilaterali.

 

2 - CREMLINO, PUTIN PRONTO A PARTECIPARE AL G20 IN VIDEO

MARIO DRAGHI E VLADIMIR PUTIN MARIO DRAGHI E VLADIMIR PUTIN

(ANSA) - Il presidente russo Vladimir Putin nella conversazione telefonica con il primo ministro italiano Mario Draghi si è detto pronto a partecipare al vertice del G20 in collegamento video. Lo ha detto il servizio stampa del Cremlino. "Sono stati discussi i preparativi per il prossimo vertice del G20 previsto a Roma il 30-31 ottobre. Putin si è complimentato per la presidenza italiana del G20 e si è detto pronto a partecipare al vertice in collegamento video", si legge nel comunicato stampa.

mario draghi jens stoltenberg mario draghi jens stoltenberg

 

3 - RUSSIA-NATO, L'ORA DEL GELO SIBERIANO

Fabrizio Dragosei per il “Corriere della Sera”

 

Rapporti sempre più tesi tra Russia e Nato, con Mosca che sospende ogni attività dopo che Bruxelles aveva espulso otto «diplomatici» russi presso il comando generale dell'alleanza per sospetta attività spionistica. L'annuncio del nuovo passo che porta praticamente a zero i rapporti, è venuto dal ministro degli Esteri Sergej Lavrov: «Come risultato delle deliberate azioni della Nato, non abbiamo praticamente le condizioni per la più elementare attività diplomatica».

Vladimir Putin Vladimir Putin

 

L'espulsione degli otto diplomatici russi era stata decisa dall'Alleanza all'inizio del mese: «Funzionari non dichiarati dei servizi segreti russi», secondo il segretario generale della Nato Stoltenberg. È ormai da anni che le relazioni continuano a peggiorare. Soprattutto dopo l'annessione russa della Crimea nel 2014. Dall'inizio dell'anno, c'è stata una continua escalation da una parte e dall'altra.

 

Jens Stoltenberg Jens Stoltenberg

Velivoli russi hanno sempre più frequentemente violato gli spazi aerei di Paesi della Nato e di nazioni neutrali, come la Svezia, che per questo si sta sempre più avvicinando all'organizzazione militare occidentale. Poi in primavera l'Occidente ha denunciato l'ammassamento di truppe russe alla frontiera con l'Ucraina che, però, faceva seguito all'annuncio di manovre congiunte della Nato ai confini Est dell'Europa, con 40 mila militari e 15 mila mezzi.

 

mario draghi g20 straordinario sull afghanistan 1 mario draghi g20 straordinario sull afghanistan 1

Poi è in via di attuazione pratica la dottrina enunciata da Washington e definita «4x30». La Nato avrebbe sviluppato in breve tempo la capacità di mettere in campo entro trenta giorni trenta battaglioni, trenta unità aeronautiche e altrettante navi da guerra. Il ministro russo della Difesa Shoigu ha replicato a maggio anticipando la creazione entro fine anno di 20 unità di risposta. È possibile che la decisione di ieri sia solo un primo passo di futuri ulteriori sviluppi negativi.

 

jens stoltenberg jens stoltenberg

Il segretario alla Difesa americano Lloyd Austin è in Georgia dove ha firmato un nuovo memorandum per la difesa comune tra l'Occidente e l'ex repubblica sovietica. Questa mossa viene ritenuta dal Cremlino il proseguimento di una manovra di «accerchiamento». Che passa anche per l'Ucraina, come sostiene il portavoce di Putin, Peskov: l'accesso di questo Paese alla Nato «prefigurerebbe lo scenario peggiore, uno scenario che varcherebbe la linea rossa degli interessi nazionali russi». Per Peskov, ciò «potrebbe spingere la Russia ad attuare misure attive».

angela merkel mario draghi. 5 angela merkel mario draghi. 5 vladimir putin 3 vladimir putin 3 vladimir putin vladimir putin vladimir putin vladimir putin Mario Draghi Mario Draghi

 

Condividi questo articolo

politica

MOVIMENTO “MARI-STELLI” - IL PORTAVOCE DI LUIGI DI MAIO, PEPPE MARICI, CHE DOMENICA SPOSA LA VICE-MINISTRA ALL’ECONOMIA LAURA CASTELLI, SI CONFIDA CON TELESE: “IL NOSTRO È UNA SORTA DI ‘AMORE A CINQUE STELLE’, MA NON È UN FILM DEI VANZINA” - “PER VEDERCI DI PIÙ ABBIAMO DOVUTO OCCUPARCI DI INTERNAZIONALIZZARE IL MADE IN ITALY ALLA FARNESINA. LAURA È UNA GRANDE CUOCA. È LA REGINA DELLO SVUOTAFRIGO. QUALSIASI COSA TROVI NE TRAE UN GRANDE PIATTO. HO DOVUTO FARE UN SERIO ACCORDO POLITICO CON LEI. PUÒ STARE ANCHE FINO ALLE TRE SUL DIVANO, A STUDIARE UN DOSSIER, MA IL LETTO È SACRO. QUANDO VIENE A DORMIRE…”