FILLON DI BUONA DONNA – L’EX PREMIER FRANCESE, FRANCOIS FILLON, CONDANNATO A 5 ANNI DI CARCERE PER LO SCANDALO DEI RIMBORSI FITTIZI ALLA MOGLIE - LA SIGNORA NON È MAI STATA ASSISTENTE PARLAMENTARE DEL MARITO, MA IL SUO “IMPIEGO”, A SPESE DEI CONTRIBUENTI HA FRUTTATO ALLA COPPIA CENTINAIA DI MIGLIAIA DI EURO – IN TOTALE L’EX CANDIDATO IN PECTORE ALLA PRESIDENZA DELLA REPUBBLICA SI È IMPOSSESSATO ILLEGALMENTE DI OLTRE…

-

Condividi questo articolo

 

 

Stefano Montefiori per il “Corriere della Sera”

 

penelope e francois fillon penelope e francois fillon

Nascosti per ore dietro le mascherine anti-virus pur non obbligatorie, seduti nel nuovo tribunale di Parigi, quello pieno di luce disegnato da Renzo Piano, l'ex premier francese François Fillon e sua moglie Penelope ascoltano cupi la giudice Nathalie Gavarino pronunciare la sentenza di condanna - cinque anni di carcere per lui, tre per lei - assortita di frasi tremende: «Il contributo della signora Fillon si limitava alla presenza a qualche manifestazione locale, al racconto di qualche aneddoto»; l'ex premier «ha mancato al suo dovere di probità» e al suo «dovere di esemplarità»; ha fatto prevalere «il suo interesse a fini di arricchimento personale», ha contribuito a «erodere la fiducia dei cittadini», ha «rovinato la vita della democrazia».

 

penelope e francois fillon in tribunale penelope e francois fillon in tribunale

La ramanzina della giudice Gavarino è così dura e le accuse talmente vaste - pure la crisi planetaria della rappresentanza politica sembra colpa di Fillon - che a un certo punto è difficile reprimere un moto di simpatia per l'uomo che fino al 25 gennaio 2017 - giorno di uscita dell'articolo sul Canard enchaîné - era pressoché certo di diventare a maggio il nuovo presidente della Repubblica francese.

FILLON MACRON LE PEN FILLON MACRON LE PEN

 

Ma al di là dei toni moraleggianti della giudice, il tribunale ha stabilito che François Fillon si è impossessato illegalmente di oltre un milione di euro. Insomma sembra vero quel che era apparso subito anche ai meno inclini al giustizialismo, ovvero che i Fillon l'hanno combinata grossa.

 

il look di fillon il look di fillon

Penelope Fillon, nata Clarke nel Galles 64 anni fa, non è mai stata l'assistente parlamentare dell'ex potente uomo politico francese, come lei stessa spiegava in una candida intervista televisiva del 2007. Però il suo impiego fittizio a spese dei contribuenti ha fruttato ai Fillon centinaia di migliaia di euro.

 

Poi ci sono i 46 mila euro per i finti lavori parlamentari dei figli Marie e Charles Fillon, e 78 mila euro per il ruolo di Penelope - fasullo anche quello - come consulente editoriale alla «Revue des deux mondes» edita dall'uomo d'affari amico di famiglia Marc Ladreit de Lacharrière.

 

Un totale di 1 milione 155 mila 701 euro «totalmente ingiustificabili» ma comunque entrati nelle casse di un uomo di Stato sempre in bilico tra proclami sulla virtù borghese dell'oculatezza, e le foto della coppia con i cinque figli davanti al castello di proprietà nella Sarthe, sotto titoli di grande umorismo postumo come «per governare bene bisogna essere equilibrati».

manifestazione pro fillon parigi 6 manifestazione pro fillon parigi 6

 

Fino a quel giorno di gennaio 2017, tutto o quasi era andato liscio nella vita non solo politica di Fillon. Una famiglia numerosa e unita, una carriera parlamentare nella destra gollista iniziata presto, a 27 anni (nel 1981 era il più giovane deputato francese), fino all'incarico di premier dal 2007 al 2012, sotto la presidenza Sarkozy.

 

Dopo avere battuto Alain Juppé e lo stesso Sarkozy nelle primarie della destra, nel gennaio 2017 i sondaggi davano Fillon sicuro vincitore nella corsa all'Eliseo. Lo scoop del Canard enchaîné lo ha frenato, ai comizi la gente gli urlava «ridai indietro i soldi», cosa che da ieri pretende anche il tribunale. Fillon ha presentato immediatamente appello e resta un uomo libero fino al nuovo processo.

 

JUPPE SARKOZY FILLON JUPPE SARKOZY FILLON

Gli avvocati denunciano l'accanimento nei suoi confronti, e l'appello - dall'esito non scontato - si giocherà sulle frasi della ex procuratrice nazionale finanziaria Éliane Houlette, che ha denunciato «pressioni» della gerarchia sul caso Fillon. Il presidente Macron ha chiesto l'intervento del Consiglio superiore della magistratura.

LA FAMIGLIA FILLON DAVANTI AL LORO CHATEAU LA FAMIGLIA FILLON DAVANTI AL LORO CHATEAU francois fillon e la moglie penelope in tribunale con la mascherina francois fillon e la moglie penelope in tribunale con la mascherina

 

 

manifestazione pro fillon parigi 11 manifestazione pro fillon parigi 11 SARKOZY JUPPE FILLON SARKOZY JUPPE FILLON SARKOZY JUPPE FILLON SARKOZY JUPPE FILLON FRANCOIS FILLON CON LA MOGLIE PENELOPE FRANCOIS FILLON CON LA MOGLIE PENELOPE PUTIN E FILLON PUTIN E FILLON manifestazione pro fillon parigi 2 manifestazione pro fillon parigi 2

 

Condividi questo articolo

politica

GARA DI RUTTE! – STATE A VEDERE: ALLA FINE CI TOCCHERÀ PRENDERE IL MES PERCHÉ IL RECOVERY FUND AVRÀ PIÙ CONDIZIONALITÀ – DALL’INCONTRO CON IL PREMIER OLANDESE CONTE NON HA CAVATO UN RAGNO DAL BUCO. I FRUGALI VOGLIONO DARCI SOLDI SOLO VERIFICANDO LO STATO DELLE RIFORME. E LA MERKEL SOSTANZIALMENTE È D’ACCORDO (INFATTI HA FATTO PASSARE LA GOVERNANCE DEL PIANO AL CONSIGLIO UE) – IL CARTELLO DI GEERT WILDERS, ALLEATO DI SALVINI IN EUROPA: “NON UN CENTESIMO ALL’ITALIA

LA VERA EMERGENZA È CONTE – IL VOLPINO DI PALAZZO CHIGI DOPO LE POLEMICHE COSTRETTO A PRECISARE: “LA PROROGA DELLO STATO DI EMERGENZA SARÀ UNA DECISIONE FATTA CON IL PARLAMENTO”. COME SE FOSSE UNA SUA ILLUMINATA CONCESSIONE! –  MATTIA FELTRI: “DUNQUE, DA QUI A FINE ANNO, CONTINUEREBBE A DECIDERE QUESTO E QUELLO PER COME GLI GIRA. ED È BUFFO PERCHÉ SIAMO (QUASI) TUTTI TORNATI AL LAVORO, VIAGGIAMO, ANDIAMO AL RISTORANTE. SOLTANTO IL GOVERNO SI SENTE DI RESTARE IN UN REGIME ECCEZIONALE E, A ESSERE MALIZIOSI, VIEN DA PENSARE CHE SIA…”