LA FINE DEL CENTRODESTRA - IL RICOVERO AL SAN RAFFAELE? BERLUSCONI L’HA FATTO PER RABBIA E DISPETTO VERSO GLI ALLEATI MELONI E SALVINI - ‘’NO A DRAGHI AL QUIRINALE, PERCHÉ IL GOVERNO DEVE ANDARE AVANTI’’ (SCHIAFFONE A GIORGIA) - ‘’IL GOVERNO NON DOVREBBE SUBIRE RIMPASTI NÉ NUOVI INGRESSI” (SCHIAFFONE A MATTEO) - QUINDI FA SAPERE DI AVER DECISO LA RINUNCIA “CON I MIEI FAMILIARI ED I DIRIGENTI DEL MIO MOVIMENTO POLITICO’’:
GLI ALLEATI NEMMENO CITATI…

Condividi questo articolo


Federico Geremicca per “La Stampa”

 

SILVIO BERLUSCONI SILVIO BERLUSCONI

La definizione è diventata storica, e dunque racchiude un nocciolo di verità. La coniò Rino Formica: «La politica è sangue e merda». Non una roba per educande, insomma. E nemmeno un'attività che richieda, necessariamente, buone maniere. Ci può stare. Ma non è nemmeno detto, detto in verità, che le buone maniere vadano evitate anche quando sarebbero possibili...

 

matteo salvini silvio berlusconi meme by carli matteo salvini silvio berlusconi meme by carli

Prendete il Silvio Berlusconi ieri. Gli alleati (Meloni e Salvini) attendevano pazientemente da giorni di sapere cosa avrebbe deciso circa la sua improvvida candidatura al Quirinale e lui che fa? Diserta il vertice dove annuncia di aver scelto di rinunciare. Semplicemente non si presenta: manda Tajani e la senatrice Ronzulli a leggere un comunicato. Una evidente scortesia.

 

Qualcuno ipotizza che l'assenza sia motivata dalle ancora incerte condizioni di salute; altri, che lo abbia fatto per rabbia e dispetto. Preferiamo propendere per la seconda ipotesi, considerato il tono del comunicato recapitato agli alleati ed un importante chiarimento aggiunto da Tajani.

 

VIGNETTA MANNELLI - SILVIO BERLUSCONI PAPI ETERNO VIGNETTA MANNELLI - SILVIO BERLUSCONI PAPI ETERNO

Berlusconi scrive: primo, ho i voti per essere eletto, ma rinuncio per senso di responsabilità; Secondo, no a Draghi al Quirinale, perché il governo deve andare avanti (schiaffone a Giorgia Meloni). Terzo (a cura di Tajani): e il governo «non dovrebbe subire rimpasti né nuovi ingressi» (schiaffone a Matteo Salvini). A esser cattivi, si può notare che Berlusconi fa anche sapere di aver deciso «con i miei familiari ed i dirigenti del mio movimento politico»: gli alleati nemmeno citati, solo informati.

 

Che il passo di Berlusconi (qualunque fosse stato) avrebbe ulteriormente terremotato il centrodestra, era prevedibile: e infatti il vertice di ieri si è interrotto nell'impossibilità di varare un comunicato congiunto. Ognuno per sé, su durata e profilo del governo, sul futuro di Draghi e sul nome del possibile presidente.

 

matteo salvini silvio berlusconi giorgia meloni quirinale by macondo matteo salvini silvio berlusconi giorgia meloni quirinale by macondo

La coalizione, insomma, sembra a un passo dall'implosione, proprio quando la partita vera può finalmente cominciare. E poiché il centrosinistra non sembra stare molto meglio, un timore si fa evidente: la partita comincia, ma potrebbe esser lunga e assai dura. L'aria che tira, infatti, non promette bene. Del resto, è tempo, molto tempo, che va così...

SILVIO BERLUSCONI SILVIO BERLUSCONI SILVIO BERLUSCONI SILVIO BERLUSCONI silvio berlusconi vittorio sgarbi meme by carli silvio berlusconi vittorio sgarbi meme by carli silvio berlusconi 8 silvio berlusconi 8 SILVIO BERLUSCONI AL QUIRINALE - BY OSHO SILVIO BERLUSCONI AL QUIRINALE - BY OSHO SILVIO BERLUSCONI SILVIO BERLUSCONI silvio berlusconi vittorio sgarbi meme by carli silvio berlusconi vittorio sgarbi meme by carli silvio berlusconi silvio berlusconi

 

Condividi questo articolo

politica

UN RIMBAM-BIDEN ALLA CASA BIANCA - DURANTE UNA RIUNIONE CON ALCUNI VERTICI DELL'INDUSTRIA DELL'EOLICO, IL PRESIDENTE AMERICANO HA INAVVERTITAMENTE MOSTRATO UN FOGLIETTO, PREDISPOSTO DALLO STAFF, CON TUTTE LE ISTRUZIONI DETTAGLIATE: “SIEDITI AL TUO POSTO”, “LIMITA I COMMENTI A DUE MINUTI”, “FAI UNA DOMANDA” A TIZIO, “RINGRAZIA I PARTECIPANTI”, “ESCI” – UN LISTINO DI ORDINI COME SI FAREBBE CON UN BIMBO UN PO’ DISCOLO O CON UN NONNO UN PO’ RINCO - I VUOTI DI MEMORIA DI “SLEEPY JOE” METTONO IN ALLARME IL PENTAGONO…

CORSO DI SCISSIONISMO RAPIDO DI CLEMENTE MASTELLA – “ANCHE DA SOLI, SE CI METTESSIMO INSIEME, DI MAIO E IO POTREMMO PURE ARRIVARE AL 5 PER CENTO. POI C'È SENZ' ALTRO MATTEO RENZI. SE GIÀ SIAMO QUESTI TRE, POSSIAMO IMMAGINARE DI COINVOLGERE UNA RETE DI SINDACI - UNO SPAZIO PER IL CENTRO PUÒ ARRIVARE ANCHE AL 10 PER CENTO - LA SINISTRA, L'ULTIMA VOLTA CHE HA VINTO LE ELEZIONI POLITICHE, ERA ALLEATA CON ME. PARTENDO DALLA CAMPANIA, DI MAIO E IO, SE TUTTO ANDASSE MALISSIMO, POTREMMO PRENDERE QUATTRO/CINQUE SENATORI. VORREBBE DIRE CHE OGNI GOVERNO CHE PUÒ NASCERE, NASCE SOLO SE PASSA PRIMA DA NOI...”