GIORGIA, GUARDATI DAI TUOI ALLEATI - DA QUALCHE SETTIMANA SALVINI E BERLUSCONI SI MUOVONO INSIEME: PREMONO PER AVERE PIÙ POSTI IN UN GOVERNO CHE ANCORA NON ESISTE - PER LORO, PIÙ TECNICI VUOL DIRE PIÙ MELONI DENTRO IL GOVERNO. E DENTRO FRATELLI D'ITALIA INIZIANO I SOSPETTI: LEGA E FORZA ITALIA FANNO SOLO PRESSING O SI PREPARANO A DARE BASTONATE A GIORGIA MELONI DALL'INTERNO...

-

Condividi questo articolo


 

Estratto dell’articolo di Salvatore Merlo per il Foglio

 

(...) Matteo Salvini, riunito il consiglio federale della Lega, intende presentare sette nomi di possibili ministri per il prossimo governo.

SALVINI BERLUSCONI MELONI LUPI SALVINI BERLUSCONI MELONI LUPI

 

Sette! Anche se Giorgia Meloni intende dargliene forse al massimo tre, nemmeno di primissima fascia, uno per lui, uno per Edoardo Rixi e uno forse per Giammarco Centinaio o Giulia Bongiorno. E lo stesso vuole fare con Silvio Berlusconi, che considera all’incirca inamovibili Antonio Tajani, Anna Maria Bernini e Licia Ronzulli. 

 

Dunque si sono alleati, il Cav. e Salvini, e mentre la leader di FdI perde il sonno sulle bollette, pensando già alla prossima legge di bilancio, loro premono per avere più posti in un governo che ancora non esiste. “Se chi ha votato per un cambiamento poi si ritrova i soliti tecnici, allora non sia va da nessuna parte”, dice Claudio Borghi. E Tajani, domenica: “I tecnici siano dei casi isolati”.

SALVINI BERLUSCONI MELONI LUPI SALVINI BERLUSCONI MELONI LUPI

 

Temono lo strapotere di Giorgia Meloni e di Fratelli d’Italia, e come soci di un medesimo club, quello degli alleati minori, Matteo Salvini e Silvio Berlusconi palleggiano tra loro timori e rivendicazioni. (...)

 

Più tecnici vuol dire infatti più Meloni dentro il governo, come hanno capito tutti. E dunque ci si oppone, o almeno ci si deve provare. Meloni si chiede: "Berlusconi e Salvini vogliono svolgere una regolare funzione di pressing, tipica di ogni minoranza dentro una coalizione, o si preparano a dare bastonate dall’interno alla futura presidente del Consiglio? (...)

 

 

salvini meloni berlusconi piazza del popolo 5 salvini meloni berlusconi piazza del popolo 5 salvini meloni berlusconi piazza del popolo 3 salvini meloni berlusconi piazza del popolo 3 salvini meloni berlusconi piazza del popolo 2 salvini meloni berlusconi piazza del popolo 2 SALVINI MELONI BERLUSCONI 66 SALVINI MELONI BERLUSCONI 66 BERLUSCONI SALVINI MELONI - MEME BERLUSCONI SALVINI MELONI - MEME SALVINI - BERLUSCONI - MELONI - VIGNETTA BY BENNY SALVINI - BERLUSCONI - MELONI - VIGNETTA BY BENNY SALVINI BERLUSCONI MELONI SALVINI BERLUSCONI MELONI

 

Condividi questo articolo

politica

COSE CHE POSSONO SUCCEDERE SOLO IN ITALIA: I MASSONI DIFENDONO IL REDDITO DI CITTADINANZA! – IN POCHI HANNO FATTO CASO ALLA VISITA DI GIUSEPPE CONTE AGLI ASILI NOTTURNI UMBERTO I DI TORINO, STORICA ISTITUZIONE LEGATA ALLA MASSONERIA. AD ACCOGLIERE PEPPINIELLO APPULO C’ERA IL GRAN MAESTRO ONORARIO DEL GRANDE ORIENTE D’ITALIA, SERGIO ROSSO, CHE SI È SPERTICATO IN UNA DIFESA DEL SUSSIDIO GRILLINO: “SENZA QUESTO STRUMENTO MOLTE PERSONE NON POTREBBERO SOPRAVVIVERE”. E TANTI SALUTI A UN ALTRO TABÙ GRILLINO: GLI STRALI CONTRO GREMBIULI, COMPASSI E CAPPUCCIONI. NON A CASO TRA LE REGOLE PER LE AUTOCANDIDATURE DEL MOVIMENTO SPUNTA IL DIVIETO PER CHI È ISCRITTO AD ASSOCIAZIONI MASSONICHE. IL MELENCHON CON LA POCHETTE AVRÀ CAMBIATO IDEA?

ETICA E COTICA – URSULA VON DER LEYEN HA GLISSATO DI FRONTE ALLE DOMANDE SUL SUO ABITO BLU NOTTE: A CHI LE CHIEDEVA CHI FOSSE LO STILISTA, HA RISPOSTO CANDIDAMENTE DI NON RICORDARSI IL NOME, A DIFFERENZA DI GIORGIA MELONI, CHE HA SUBITO URLATO “ARMANI” A QUANTI LE FACEVANO LA STESSA DOMANDA. MORALE DELLA FAVA? LA DIMENTICANZA DI URSULA SIGNIFICA CHE QUEL VESTITO SE L’È COMPRATO. CHI INVECE TENDE A RIVELARE CON ECCESSIVA FOGA (E POCA ELEGANZA) IL MARCHIO DELL’ABITO CHE INDOSSA, DI SOLITO LO FA PERCHÉ SI TRATTA DI UN REGALO…

FLASH! – IL “BORIS GODUNOV” ALLA SCALA HA “SCONGELATO” IL RAPPORTO BRUXELLES-ROMA: FONDAMENTALE L’INCONTRO TRA VON DER LEYEN E MATTARELLA, NEL QUALE I DUE HANNO PARLATO A LUNGO DEL PNRR - ENTRO DOMANI SARÀ COMUNICATO IL NUOVO ACCORDO SULLA SOGLIA MINIMA PER I PAGAMENTI CON IL POS. L’EUROPA GRADIREBBE CHE IL LIMITE NON SUPERI DIECI EURO, MENTRE IL GOVERNO, COME NOTO, LO VUOLE ALZARE A 60. SI ANDRÀ A UNA MEDIAZIONE E SI TROVERÀ UN COMPROMESSO. NESSUNA INTESA INVECE (PER IL MOMENTO) SUL TETTO AL CONTANTE…