1. GRILLO AL BIVIO: DI MAIO O CONTE ALLA GUIDA DEL MOVIMENTO? - A SPINGERLO VERSO CONTE È L’INETTITUDINE ALLA LEADERSHIP DI DI MAIO CHE TENTENNA SU OGNI SCELTA E NON SI DECIDE A PRENDERE IN MANO LA GUIDA DEI 5STELLE. SULLE ESPULSIONI, GIGGINO NON APRE BOCCA E LO FA DIRE A QUEL POVERINO CRIMI. ESCI FUORI!, INCALZA GRILLO, SE CONTINUA IL TUO LIMBO, MEGLIO AFFIDARSI A CONTE PER RIUSCIRE A FAR CONVIVERE LE DIVERSE ANIME DEI 5STELLE 
2. ALTRA ROGNA: ANCHE TRA I GRILLINI FEDELI A DRAGHI, C’È UNA SPACCATURA TRA COLORO CHE SONO FAVOREVOLI ALL’ESPULSIONE DEI LEZZI E MORRA E QUELLI CHE SONO CONTRARI

Condividi questo articolo


BEPPE GRILLO E GIUSEPPE #CONTE BEPPE GRILLO E GIUSEPPE #CONTE

DAGOREPORT

Caos sotto le 5 stelle: non ci sono solo i ribelli che hanno sfanculato nelle aule parlamentari il Grillo pro-Draghi. Anche tra i pentastellati che sono rimasti fedeli alla linea, c’è una spaccatura tra coloro che sono favorevoli all’espulsione dal movimento dei vari Lezzi, Morra e compagnia dibattistiana e coloro che sono contrari all’epurazione.

 

Altro duello in progress è quello tra Di Maio e il suo competitor numero uno Giuseppe Conte. Dopo una lunga chiacchierata notturna con lo schiavo di Casalino-Travaglio-Bettini, l’Elevato sta pendendo ora verso Conte come leader del Movimento.

 

giuseppe conte beppe grillo luigi di maio 1 giuseppe conte beppe grillo luigi di maio 1

A spingerlo verso la pochette con le unghie è l’inettitudine alla leadership di Di Maio che tentenna, ondeggia, vacilla su ogni scelta e non si decide a prendere in mano, una volta per tutte, la guida di quel che resta dei 5Stelle. Sulle espulsioni, ad esempio, non apre bocca e lo fa dire al povero Crimi. Anche sulle nomine dei sottosegretari, si barcameno con due o tre candidati.

 

Esci fuori!, incalza Grillo. Se continua il tuo limbo, meglio affidarsi a Conte per riuscire a far convivere le diverse anime dannate del Movimento.

luigi di maio giuseppe conte by osho luigi di maio giuseppe conte by osho giuseppe conte e luigi di maio giuseppe conte e luigi di maio grillo e conte grillo e conte

 

Condividi questo articolo

politica

IL CASO SALVINI - PERCHÉ LA PROCURA DI CATANIA CHIEDE L'ARCHIVIAZIONE, MENTRE QUELLA DI PALERMO LO RINVIA A PROCESSO, SU CASI CHE MAGARI NON SONO MA APPAIONO SIMILI? IL CASO OPEN ARMS NON SI PUÒ ADDEBITARE SOLO AL TRUCE, VISTO CHE È STATO DECISO ANCHE DA CONTE E TONTINELLI - PER SALVINI IL PROCESSO SARÀ UN PROBLEMA PERSONALE E INSIEME UN'OPPORTUNITÀ POLITICA PER TENERE A BADA L’EMERGEMTE MELONI: QUELLA DI ERGERSI A DIFENSORE UNICO DELL'ITALIA CONTRO L'IMMIGRAZIONE CLANDESTINA

IL RECOVERY PLAN È PRONTO DA GIORNI. COME MAI DRAGHI LO PRESENTERÀ A BRUXELLES L’ULTIMO GIORNO POSSIBILE? PERCHÉ E’ L’UNICO MODO PER FAR INGOIARE AI PARTITI IL SUO “PIANO NAZIONALE DI RILANCIO E RESILIENZA". ILLUSTRARLO OGGI AVREBBE INNESCATO L’ASSALTO AL BUFFET DEI POLITICI. QUANDO VERRÀ INVECE PORTATO ALLE CAMERE IL 26 E 27 APRILE, I PARTITI SI TROVERANNO CON LE SPALLE AL MURO: O LO ACCETTERANNO COSÌ COME VUOLE DRAGHI O SI ASSUMERANNO LA RESPONSABILITÀ DI FAR PERDERE AL PAESE 209 MILIARDI - PER DRAGHI, CHE CI HA PRESO GUSTO DI STARE A PALAZZO CHIGI, ''TUTTO DEVE CAMBIARE'' ANCHE SOTTO IL PROFILO ISTITUZIONALE, PERSINO COSTITUZIONALE (RIFORMA DELLA GIUSTIZIA)