IERI, GIORGIA E DOMANI – “THE TIMES” INSERISCE LA MELONI TRA LE VENTI PERSONE CHE POTREBBERO CAMBIARE IL MONDO NEL 2020 – IL MERITO SECONDO IL QUOTIDIANO BRITANNICO È ANCHE E SOPRATTUTTO DI “IO SONO GIORGIA”: “QUANDO È DIVENTATO VIRALE, È NATA UNA STELLA” – "IL SUO PARTITO OGGI È AL 10% E SOTTRAE VOTI ALLA LEGA DI SALVINI"I “FRATELLI D’ITALIA”  –  – VIDEO

-

Condividi questo articolo

 

 

Ilaria Del Prete per www.leggo.it

 

GIORGIA MELONI SUL THE TIMES GIORGIA MELONI SUL THE TIMES

Giorgia Meloni inserita dal The Times nella lista delle venti persone che potrebbero cambiare il mondo nel 2020. La leader di Fratelli d'Italia si ritrova - tra gli altri - accanto all'attivista Jimmy Sham, portavoce della protesta dei giovani di Hong Kong, alla principessa Leonor di Spagna, il nazionalista neozelandese Christopher Luxon.

 

GIORGIA MELONI ANDREA GIAMBRUNO GIORGIA MELONI ANDREA GIAMBRUNO

«Quando il video-parodia del discorso di Giorgia Meloni è diventato virale, in novembre, è nata una stella», si legge sul quotidiano britannico. Il video è quello in cui la Meloni ripete dal palco del comizio di San Giovanni, a Roma, "Io sono Giorgia. Sono una donna, Sono una madre. Sono Cristiana", ma «mentre chi lo ha creato aveva un intento ironico - continua il Times - la sua crescente legione di sostenitori lo ha adottato come inno». Il risultato? «Il partito Fratelli d'Italia - concude il Times - oggi è al 10%, superando il 4.4% ottenuto alle elezioni del 2018 e sottrando voti alla Lega di Matteo Salvini».

GIORGIA MELONI STAPPA LO SPUMANTE GIORGIA MELONI STAPPA LO SPUMANTE

 

GIORGIA MELONI E MATTEO SALVINI GIORGIA MELONI E MATTEO SALVINI

Ecco tutti gli altri personaggi, più o meno mergenti nel panorama globale, che per il Times sono destinati a grandi cose nell'anno appena cominciato: Valérie Pécresse, presidente della regione Île-de-France; David Hogg, attivista  americano per il controllo dell'uso delle armi; Yegor Zhukov, attivista russo; il David Adedeji Adeleke, meglio conosciuto come Davido, cantautore e produttore di origine nigeriana; Gideoon Saar, il politico israeliano che ha sfidato Netanyauh; Yury Dud, vlogger russo con un futuro in politica; Shinjiro Koizumi, il più giovane membro di gabinetto giapponese; Amit Shah, l'attuale ministro degli affari interni indiano; il turco Ali Babacan; l'economista tedesca Isabel Schnabel; Mikuláš Minár, attivista ceco; Markus Söder, presidente della Baviera e leader della Unione Cristiano-Sociale; l'attrice Florence Pugh; il generale iraniano Qasem Soleimani.

GIORGIA MELONI CON LA MAGLIETTA IO SONO GIORGIA GIORGIA MELONI CON LA MAGLIETTA IO SONO GIORGIA GIORGIA MELONI NELLA VIGNETTA DI MANNELLI GIORGIA MELONI NELLA VIGNETTA DI MANNELLI morgana giovannetti giorgia meloni morgana giovannetti giorgia meloni GIORGIA MELONI E L'IMMIGRATO DI CHECCO ZALONE GIORGIA MELONI E L'IMMIGRATO DI CHECCO ZALONE

 

Condividi questo articolo

politica