IO RUBY, TU TROMBI (ARCORE PAX) - “OGGI” PIZZICA RUBY CON L’EX NEMICA CATERINA PASQUINO - PASSEGGIATA IN ARMONIA CON LA DONNA LA CUI DENUNCIA SCATENÒ LA FAMOSA NOTTE IN QUESTURA - QUAL È STATO IL PREZZO DELLA PACE? SECONDO “L’ESPRESSO” MOLTO PIÙ DEI 3MILA € IL CUI FURTO FU DENUNCIATO QUELLA SERA - D’ALTRA PARTE LA MAROCCHINA HA IMPARATO DA SUBITO CHE I SOLDI, USATI BENE, POSSONO RISOLVERE TANTI GUAI…

Condividi questo articolo


Giuseppe Fumagalli per \"Oggi\"

RubyRuby Rubacuori e Caterina Pasquino

Ruby, nonostante la giovane età, del mondo dei grandi ha capito una cosa. Che i soldi, usati bene e al momento giusto, possono risolvere tanti guai. Anche le grane peggiori. Le sono bastati meno di 500 euro per tacitare Fabrizio Croce, il tassista genovese che l\'aveva denunciata per l\'odissea notturna iniziata sul lungomare del capoluogo ligure e conclusa in una strada a fondo chiuso della periferia di Milano, con un gruppo di immigrati che lo aveva minacciato e costretto ad allontanarsi senza ricevere uno solo dei 350 euro segnati sul tassametro. Ora, il metodo scacciaguai deve aver funzionato anche con Caterina Pasquino, la ragazza che senza saperlo ha dato fuoco alle polveri dello scandalo bunga bunga.

È stata lei a trascinare Ruby in Questura il 27 maggio scorso accusandola di averle rubato 3 mila euro. Ed è la sua denuncia che ha innescato la reazione a catena conclusa dall\'ormai celebre intervento di Silvio Berlusconi, che invocando la parentela di Ruby con l\'allora presidente egiziano Hosni Mubarak, chiese di affidarla alla consigliera regionale Nicole Minetti. Con un precedente del genere, Ruby e Caterina dovrebbero guardarsi in cagnesco. Invece no.

RubyRuby Rubacuori e Caterina Pasquino a Milano

I fotografi le hanno sorprese a spasso per Milano, una a fianco all\'altra, mentre chiacchierano, ridono e si sorridono come due vecchie amiche. Cosa è successo? Il sospetto è che a ricomporre la frattura sia stata una consistente dose di denaro.

RubyRuby e Caterina Pasquino a Milano

IL PREZZO DELLA PACE
Ma quanto? I 3 mila euro che la Pasquino aveva indicato nella sua denuncia del 27 maggio 2010? Oppure di più? Il settimanale L\'espresso sostiene che sarebbero di più, molti di più. La pacificazione, raggiunta alla vigilia del processo, secondo il settimanale, avrebbe infatti un duplice fine. Servirebbe a chiudere la grana di Ruby, ma potrebbe essere un modo elegante per far arrivare del denaro a una testimone chiave del processo per concussione e prostituzione minorile aperto questa settimana contro Berlusconi.

Ruby nega di aver avuto rapporti sessuali col premier, ma Caterina la smentisce: «Mi diceva di essere molto amica del presidente del Consiglio», ha dichiarato la Pasquino ai magistrati, «a suo dire, è stata spesso a casa del premier dove ha cenato, ballato e fatto sesso con lui, il quale le dava molto denaro».

CaterinaCaterina Pasquino mostra la denuncia contro Ruby

L\'ipotesi che certe dichiarazioni possano essere corrette o addirittura ritrattate nel corso del processo fa insorgere Roberto Tropenscovino, avvocato della ragazza. «Illazioni, prive di qualsiasi fondamento», dichiara il legale.

«È vero, siamo disposti a ritirare la denuncia contro Ruby in cambio di un risarcimento del danno. Abbiamo aperto una trattativa ma l\'accordo non è stato ancora raggiunto. Per quanto riguarda il processo certe interpretazioni suggestive si squaglieranno come neve al sole, quando la mia cliente si presenterà in aula, risponderà alle domande dell\'accusa e della difesa e confermerà tutto quello che ha dichiarato in precedenza».

 

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

FLASH! – SABATO 24 FEBBRAIO I GIORNALI FILO-MELONIANI TUTTI IN SOLLUCCHERO PER LA NOTIZIA DELLA NUOVA VISITA DI GIORGIA MELONI ALLA CASA BIANCA, ENFATIZZANDO IL VIAGGIO DEL 1 MARZO DELLA DUCETTA NEGLI USA (“LIBERO”: “L’ITALIA PROTAGONISTA”; “IL MESSAGGERO”: “OGGI PATTO CON ZELENSKY. E POI VERTICE DA BIDEN”). MA ERANO I SOLITI SPECCHIETTI PER GLI ALLOCCONI, VISTO CHE SI TRATTA DI UNA PRASSI DEL G7: OGNI ANNO, IL PRIMO MINISTRO DEL PAESE CHE ASSUME LA PRESIDENZA, VA IN TOUR TRA LE CAPITALI DEI PAESI CHE FANNO PARTE DEL GRUPPO DEI 7. INFATTI, È GIÀ STATA IN GIAPPONE E IL 2 MARZO ANDRÀ IN CANADA...

MELONI MARCI - DOMENICA 18 FEBBRAIO DAGOSPIA MEJO DEL MAGO OTELMA: UNICO ORGANO DI INFORMAZIONE A PREVEDERE LA DISFATTA SARDA! "FRA 7 GIORNI, LE REGIONALI IN SARDEGNA POTREBBERO RIVELARSI MOLTO SORPRENDENTI - L’ULTIMO SONDAGGIO RISERVATO È UNA DOCCIA GELATA PER I SOGNI DI GLORIA DI MELONI: TODDE SORPASSA TRUZZU, SINDACO DI CAGLIARI IMPOSTO DALLA DUCETTA IN CULO A SALVINI - SE TALI RILEVAZIONI DIVENTASSERO REALTÀ, IL CENTRODESTRA PERDEREBBE LA REGIONE SARDEGNA E PER MELONI SAREBBE LA PRIMA BRUCIANTE SCONFITTA. MENTRE PER PD-M5S IL SOGNO DI UNIRE LE FORZE POTREBBE DIVENTARE REALTÀ -. DOPO UN ANNO E MEZZO, LA LUNA DI MIELE E' FINITA? 

1968, IL “MIRACOLO” DEL TEATRO VIVENTE – “ODIO E AMORE”, LA BELLISSIMA E ANCORA ATTUALISSIMA POESIA DEL LIVING THEATRE, BALBETTATA DA DAGO IN ‘’ROMA SANTA E DANNATA’’, ACCENDE LA CURIOSITÀ DEI LETTORI – PER LA RAPPRESENTAZIONE DI ‘’PARADISE NOW’’ ALL'UNIVERSITÀ LA SAPIENZA DI ROMA, DAVANTI ALLA FACOLTÀ DI LEGGE, COVO DEI FASCISTI, LO SCONTRO ERA DATO PER SCONTATO. INVECE ACCADDE IL “MIRACOLO DELL’AMORE”: MENTRE JUDITH MALINA COMINCIÒ A DECLAMARE LA POESIA, I RAGAZZI DEL LIVING COMINCIARONO A FARE A MENO DEI LORO VESTITI… - VIDEO E TESTO INTEGRALE

DAGOREPORT - STATI DISUNITI D'AMERICA: NIKKI HALEY CONTINUA A ESSERE UMILIATA DA TRUMP MA NON SI FERMERÀ: HA DALLA SUA ANCORA MOLTI MILIONI DI FINANZIAMENTI (16,5 INCASSATI SOLO A GENNAIO) E I SUOI DONATORI VOGLIONO FARLA ARRIVARE ALLA CONVENTION PER VEDERE L'EFFETTO CHE FA. NON SIA MAI CHE ARRIVI UNA CONDANNA PER IL PUZZONE – TRUMP È TALMENTE DETESTATO CHE, SECONDO I DEM, GLI ELETTORI DELLA HALEY CONVERGEREBBERO SU BIDEN. E C’È CHI SI SPINGE ALLA FANTA-POLITICA: UN TICKET DI “SLEEPY JOE” CON NIKKI COME VICE…

FLASH! – MA CHE CI AZ-ZECCA L’AGRICOLTURA CON LA ZECCA DELLO STATO? LEGGETE IL BANDO PER IL NUOVO UFFICIO STAMPA DELLA ZECCA, GUIDATO DALL'ECLETTICO FRANCESCO SORO (GIA' CAPO DI GABINETTO DI MALAGÒ AL CONI, CON CUI È FINITA A STRACCI, POI PASSATO AL MISE SOTTO L’ALA PROTETTIVA DI GIORGETTI) - SORO CHIEDE, TRA I REQUISITI, OLTRE A LAUREA E  “CONSOLIDATA” ESPERIENZA NEI MEDIA, UNA DOTE INDISPENSABILE PER LA ZECCA: “RISULTERANNO SIGNIFICATIVE EVENTUALI ESPERIENZE RIFERITE ALLA FILIERA AGROALIMENTARE E VITIVINICOLA” - CHISSA' QUANTI CANDIDATI AVRANNO TALE COMPETENZA? AH, SAPERLO...