“DI BATTISTA DI LETAME SE NE INTENDE, CI SGUAZZA DA TEMPO” - SALLUSTI INFIOCINA “DIBBA” E IL SUO DISPREZZO PER FORZA ITALIA: “MA IL PROBLEMA NON È QUESTO SIGNOR NESSUNO DELLA POLITICA ITALIANA, MESSO AI MARGINI PURE IN CASA SUA. MA CHE LUI E ALTRI FIGURI, PUR MARGINALI, HANNO UN SEGUITO PARLAMENTARE DI QUATTRO GATTI SUFFICIENTE PERÒ A TENERE IN OSTAGGIO IL GOVERNO. COSÌ NEL LETAME RISCHIA DI FINIRCI L'ITALIA INTERA. CI RIFLETTA SALVINI INVECE DI…”

-

Condividi questo articolo

Alessandro Sallusti per “il Giornale”

 

le dirette skype di sallusti con gli ortaggi come sfondo 1 le dirette skype di sallusti con gli ortaggi come sfondo 1

«Stiamo lontano dal letame», ha detto ieri Alessandro Di Battista mettendo in guardia i suoi amici grillini dall' accettare anche solo un aiuto da Forza Italia per uscire dall' impasse sulla manovra finanziaria. In effetti Di Battista di letame se ne intende, ci sguazza da tempo e dubito che le sue narici possano ancora percepirne i miasmi tanta è l'abitudine. Ma il problema non è Di Battista, signor nessuno della politica italiana, messo ai margini pure in casa sua nonostante, come dimostrano le parole di Nicola Morra sul tumore che ha ucciso la governatrice della Calabria Jole Santelli, gli inquilini siano mediamente esperti di letame tanto quanto lui.

 

ALESSANDRO DI BATTISTA ALESSANDRO DI BATTISTA

No, il problema è che questi figuri, pur marginali, hanno un seguito parlamentare di quattro gatti sufficiente però a tenere in ostaggio il governo che è talmente debole nei numeri da non potersi permettere il lusso di mandarli a quel paese. Così nel letame rischia di finirci Conte, affari suoi, e, quel che è peggio, anche l' Italia intera.

 

Il caso Di Battista, unito a quello di Morra, ben spiega come qualsiasi alternativa all' attuale equilibrio politico sia meno respingente, e per stare in tema maleodorante, di quello attuale. Ci rifletta Matteo Salvini, non si può pensare di stare con dignità nel consesso internazionale con una simile zavorra, se ne inventi una, lo faccia pure lui, ma prenda una iniziativa politica degna di questo nome invece che perdere tempo ed energia a fare dispetti a Forza Italia, non sarà una Ravetto di qui o di là a cambiare il suo destino e quello della politica italiana. Cosa pensa, che i suoi elettori e le cancellerie europee oggi commentino soddisfatte: però, bravo quel Salvini che si è portato a casa la Zanella?

nicola morra foto di bacco (1) nicola morra foto di bacco (1)

 

Ecco, io credo che gli elettori del Centrodestra meritino di più dal loro teorico leader, ovviamente anche quelli della Lega. Se così non farà poi non si lamenti. In politica, così come avviene in natura, i vuoti si riempiono. A volte anche più presto di quanto uno possa immaginare.

LAURA RAVETTO MATTEO SALVINI LAURA RAVETTO MATTEO SALVINI

 

Condividi questo articolo

politica

“SIAMO PRONTI A VOTARE LO SCOSTAMENTO DI BILANCIO NON A SOSTENERE UN GOVERNO O UNA MAGGIORANZA CON CUI SIAMO INCOMPATIBILI” - BERLUSCONI FA CHIAREZZA SULLE SUE INTENZIONI: “UNA MAGGIORANZA DIVERSA, CON IL SOSTEGNO DI FORZA ITALIA? SONO TUTTE FANTASIE. NON VEDO NESSUNA PROSPETTIVA REALISTICA DI UN CAMBIO DI GOVERNO IN QUESTA LEGISLATURA - NON ABBIAMO MAI PRESO IN CONSIDERAZIONE L'IDEA DI UNA FUSIONE DEI GRUPPI PARLAMENTARI DEL CENTRODESTRA. NON SERVIREBBE E NON SAREBBE UTILE A NESSUNO”