“DIETRO CAROLA RACKETE C’E’ LA MANO DI ANGELA MERKEL” - SECONDO L'EX CAPO DEI SERVIZI SEGRETI TEDESCHI, HANS-GEORG MASSEN, LA VICENDA DELLA SEA WATCH È STATA UNA SCENEGGIATA MESSA IN PIEDI DAL GOVERNO TEDESCO PER SCREDITARE L’ITALIA E FORZARE LA MANO A SALVINI - I SITI DI CONTROINFORMAZIONE: “L’OPERAZIONE SEA WATCH E’ STATA FINANZIATA DALLA TV DI STATO TEDESCA”

-

Condividi questo articolo

Dal “Fatto quotidiano”

 

hans georg maassen hans georg maassen

Secondo l' ex capo dei servizi segreti tedeschi Hans-Georg Massen (rimosso un anno fa) la vicenda della Sea Watch e di Carola Rackete è stata una sceneggiata messa in piedi dalla tv pubblica Ard: quindi dal governo Merkel per screditare il governo italiano e forzare la mano a Salvini. La vicenda è ricostruita dal quotidiano The Guardian, che racconta come Massen abbia condiviso su Twitter un articolo del blog di controinformazione Journalistenwatch, critico con le politiche della Merkel, che sostiene come l' operazione Sea-Watch 3, in realtà sia stata finanziata dalla tv di Stato tedesca.

hans georg maassen e angela merkel hans georg maassen e angela merkel

 

L' articolo era accompagnato dal commento: "Se questo articolo fosse vero, vorrebbe dire che la tv di Stato tedesca è censurata come ai tempi della Germania comunista dell' Est". Successivamente, l' ex capo dei servizi segreti ha cancellato il tweet. A precisa domanda, ha risposto che il suo account è gestito personalmente da lui e che il profilo non è gli è stato hackerato. Insomma, un messaggio agli utenti del web da parte di Maassen, che probabilmente ha ancora buone fonti all' interno della struttura di intelligence.

carola rackete senza reggiseno carola rackete senza reggiseno CAROLA RACKETE CAROLA RACKETE schermata 2019 07 22 alle 16.23.11 schermata 2019 07 22 alle 16.23.11

 

Condividi questo articolo

politica