“NON SARANNO LE MINACCE A FERMARE L'AZIONE DELL'ITALIA” – LUIGINO DI MAIO RISPONDE ALLE MINACCE DEI TERRORISTI DELL’ISIS CHE TORNANO A FARSI SENTIRE DOPO IL VERTICE CON IL SEGRETARIO DI STATO USA BLINKEN: “LA RECENTE MINISTERIALE DELLA COALIZIONE ANTI-DAESH È STATA IMPORTANTE PER RINNOVARE QUESTO PRECISO IMPEGNO” - LE MINACCE SONO STATE REGISTRATE DAI NOSTRI SERVIZI DI INTELLIGENCE, ANCHE SE SECONDO GLI 007 SI TRATTEREBBE DI UN MESSAGGIO PROPAGANDISTICO PER RINVIGORIRE LE “TRUPPE”…

-

Condividi questo articolo


Cristiana Mangani per "Il Messaggero"

 

luigi di maio antony blinken luigi di maio antony blinken

Il terrorismo islamico torna a farsi sentire: a due settimane dal vertice della coalizione anti-Isis che si è svolto a Roma, un editoriale del settimanale jihadista Al Naba, rivista dello Stato Islamico, ha preso di mira la Capitale, l'Italia, e soprattutto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, che ha copresieduto il vertice con il segretario di Stato Usa Antony Blinken. «I crociati e i loro alleati si incontrano nella Roma crociata - scrivono i seguaci di Daesh -, e la città è ancora nella lista dei principali obiettivi dell'Isis».

 

JIHADISTI DELL ISIS JIHADISTI DELL ISIS

«I timori del governo italiano sulla presenza dello Stato islamico in Africa sono giustificati - si legge nel lungo articolo -. Il principale e più importante dossier sul tavolo dell'alleanza dei crociati a Roma è la regione dell'Africa e del Sahel: il ministro degli Esteri italiano ha ammesso come non sia sufficiente combattere lo Stato Islamico in Iraq e in Siria, ma occorre guardare ad altre regioni in cui è presente, e sostiene che l'espansione dello Stato Islamico in Africa e nel Sahel è fonte di preoccupazione e proteggere le coste dell'Europa significa proteggere l'Europa». Il documento è stato pubblicato giovedì scorso e annuncia la volontà degli islamisti di voler colpire ancora Roma e l'Europa «crociata».

 

luigi di maio in sardegna luigi di maio in sardegna

«La prenderemo, i giorni della battaglia stanno arrivando», aggiungono. Le minacce sono state registrate dai nostri servizi di intelligence, anche se secondo gli 007 si tratterebbe più che altro di un messaggio propagandistico per rinvigorire le «truppe» impegnate sui vari fronti, dalle ultime sacche di combattenti rimasti in Iraq ai miliziani che seminano il terrore nei villaggi africani. Nel testo vengono citate anche le dichiarazioni del ministro Di Maio, segno di una particolare attenzione del gruppo terroristico alla conferenza anti-Daesh. Lo scorso aprile a lanciare l'allarme sull'eventualità di un possibile attentato terroristico in Italia era stata l'ambasciata degli Stati Uniti a Roma, che in un messaggio rivolto ai viaggiatori americani metteva in guardia sull'attivismo dei gruppi che «continuano a preparare attacchi».

 

mozambico, 50 persone decapitate e squartate dall isis 6 mozambico, 50 persone decapitate e squartate dall isis 6

«Non saranno le minacce a fermare l'azione dell'Italia nella lotta al terrorismo. E lo stiamo dimostrando con i fatti - ha replicato il capo della Farnesina - La recente ministeriale della coalizione anti-Daesh è stata importante per rinnovare questo preciso impegno e rafforzare il ruolo dell'Italia». Massima solidarietà è arrivata da tutte le forze politiche: dal premier Mario Draghi «La conferenza anti Daesh, presieduta da Di Maio, è stata un successo), ai colleghi di Governo, ai compagni del movimento, fino ai leader dei maggiori partiti. Vicinanza anche dall'Alto rappresentante Ue Joseph Borrell.

 

antony blinken luigi di maio 1 antony blinken luigi di maio 1

TUNISINO RICERCATO Tutto questo mentre ieri è stato rintracciato e bloccato un 40enne tunisino, residente in Francia, fuggito il 29 maggio da un centro psichiatrico di Bassens e ricercato per apologia di terrorismo. Dall'Italia inviava email scrivendo di voler «porre fine alla propria vita uccidendo la gente con minacce nei confronti dei francesi e delle loro istituzioni». Ma già in passato si era fatto tristemente notare perché aveva esaltato l'operato di Mohamed Merah, accusato di essere il responsabile degli attentati del 2012 di Tolosa e Montauban, in Francia, in cui furono uccise 7 persone e 5 rimasero ferite. È stato bloccato dalla Digos di Latina e dall'Antiterrorismo, in un appartamento di Terracina, in provincia di Latina. 

antony blinken luigi di maio 2 antony blinken luigi di maio 2 isis isis antony blinken luigi di maio antony blinken luigi di maio addestramento isis 3 addestramento isis 3 luigi di maio antony blinken luigi di maio antony blinken

 

Condividi questo articolo

politica

DAGONEWS! – COSA BOLLE NELLA TESTA TRICOLOGICAMENTE SVANTAGGIATA DI ENRICO LETTA? IN VISTA DELLE ELEZIONI DEL 2023, OLTRE A UNA LEGGE ELETTORALE PROPORZIONALE CON SBARRAMENTO AL 4%, IL CAMPO LARGO COL M5S SARÀ SOSTITUITO DAL “CAMPETTO CIVICO” CON LE LISTE DEI SINDACI PD (GORI, GUALTIERI, TOMMASI, DE CARO, SALA, MANFREDI, ETC) - SE L'EGO DI CALENDA GIOCA IN PROPRIO, RENZI È IL PARIA DI TURNO: ITALIA MORTA NESSUNO LA VUOLE, AL PUNTO CHE È COSTRETTO A ELEMOSINARE ATTENZIONI ALL’EX NEMICO, LUIGI DI MAIO…

DAGONEWS! - VUOI VEDERE CHE LA GUERRIGLIA DEL M5S CONTRO IL GOVERNO, DI QUESTI GIORNI, PIU’ CHE ESSERE UNA MOSSA ANTI-DRAGHI, PUNTAVA A TOGLIERSI DAL CAZZO BEPPE GRILLO? - GLI OLTRANZISTI CINQUESTELLE (DA CONTE A PATUANELLI, DA RICCIARDI A PAOLA TAVERNA) SONO FURIOSI CON BEPPEMAO PER IL NO ALLA DEROGA AL LIMITE DEI DUE MANDATI E HANNO CAPITO CHE, FINCHE’ C’E’ IL COMICO A FARLA DA PADRONE, OGNI DECISIONE PASSERA’ SEMPRE DA LUI - DE MASI AVVERTE I GRILLONZI: “BISOGNA UCCIDERE IL PADRE PER CRESCERE...”