“QUESTO SPIEGA PERCHÉ SONO TORNATO A ROMA IERI NOTTE” – MARIO DRAGHI IN CONFERENZA STAMPA HA RACCONTATO IL VERO MOTIVO PER CUI HA LASCIATO IN ANTICIPO IL VERTICE NATO DI MADRID: NON C’ENTRA CONTE, MA L’AUMENTO DEI PREZZI DELL’ENERGIA! – “SONO RIENTRATO A ROMA PER L'OK AL DL BOLLETTE ENTRO OGGI. QUESTI PROVVEDIMENTI DOVEVANO NECESSARIAMENTE ESSERE ATTUATI OGGI, SENZA QUESTO CI SAREBBE STATO UN DISASTRO. LE BOLLETTE SAREBBERO ARRIVATE SENZA AGEVOLAZIONI CON RINCARI FINO AL 35 PER CENTO...”

-

Condividi questo articolo


 

Da www.liberoquotidiano.it

 

mario draghi in conferenza stampa 4 mario draghi in conferenza stampa 4

La situazione non è delle migliori. Più che alle fibrillazioni interne al governo, la preoccupazione di Mario Draghi va tutta all'aumento dei prezzi dell'energia. Le conseguenze della guerra in Ucraina e non solo hanno costretto il premier a rientrare in fretta e furia a Palazzo Chigi: "Sono rientrato a Roma per l'ok al dl bollette entro oggi", ha confermato durante la conferenza stampa di giovedì 30 giugno.

 

Con il decreto legge "sono stati approvati provvedimenti urgenti per sostenere il potere di acquisto delle famiglie, abbattiamo l'Iva e rafforziamo il bonus sociale, interveniamo per incrementare lo stoccaggio di gas naturale e gli aiuti alle famiglie sulle bollette. In mancanza di queste approvazioni ci sarebbe stato un disastro con aumenti fino al 45 per cento".

DRAGHI PUTIN GAS DRAGHI PUTIN GAS

 

Da qui la necessità del presidente del Consiglio di tornare in fretta e furia dal vertice Nato a Madrid. E ancora, precisando: "Questi provvedimenti dovevano necessariamente essere attuati oggi, senza questo ci sarebbe stato un disastro. Le bollette sarebbero arrivate senza agevolazioni con rincari fino al 35 per cento...questo spiega perché sono tornato a Roma ieri notte".

conte draghi grillo 4 conte draghi grillo 4

 

Il decreto approvato dal Consiglio dei ministri si pone l'obiettivo di contenere i costi dell'energia elettrica e del gas naturale per il terzo trimestre 2022 e per garantire la liquidità delle imprese che effettuano stoccaggio di gas naturale. Tra le altre cose sono state annullate le aliquote relative agli oneri generali di sistema per le utenze domestiche e non domestiche in bassa tensione, oltre che per le utenze con potenza disponibile superiore a 16,5 kW.

mario draghi in conferenza stampa 2 mario draghi in conferenza stampa 2 mario draghi in conferenza stampa 3 mario draghi in conferenza stampa 3

 

Condividi questo articolo

politica

IL TEATRINO DI MAD VLAD – PUTIN HA CONDITO LA CERIMONIA PER L’ANNESSIONE ILLEGALE DELLE ZONE DELL’UCRAINA ALLA RUSSIA CON IL SOLITO MIX DI RETORICA, PROPAGANDA E NAZIONALISMO: “LE PERSONE CHE VIVONO NELLE REGIONI DI LUGANSK, DONETSK, KHERSON E ZAPORIZHZHIA DIVENTANO CITTADINI RUSSI PER SEMPRE” HA TUONATO IL PRESIDENTE EVOCANDO L’USO DELL’ARMA ATOMICA IN DIFESA DEI TERRITORI ANNESSI. POI L’ATTACCO ALL’OCCIDENTE SATANICO: “VORREBBERO CHE I RUSSI FOSSERO UNA MASSA DI SCHIAVI…” - VIDEO: DURANTE IL DISCORSO DELLO ZAR KADYROV PIANGE E MEDVEDEV DORME

“FERMATEVI E PENSATECI UN’ULTIMA VOLTA: SIAMO STATI CAPACI DI RINUNCIARE A UN PREMIER COME DRAGHI” - FABRIZIO RONCONE: “CON UNO STILLICIDIO QUOTIDIANO DI STUPIDE RICHIESTE, INSOLENZE E VIGLIACCHERIE, LO HANNO COSTRETTO AD ANDARSENE. LUI, IL PIU' BRAVO. QUELLO CHE I POTENTI DEL PIANETA ASCOLTANO (E TALVOLTA TEMONO). HA DETTO CHE NON TORNERA'. POI PERO' E' ANDATO A NEW YORK, DOVE E' STATO PREMIATO COME STATISTA DELL’ANNO 2022. E LI' KISSINGER HA SUSSURRATO: ‘SAPPIATELO: OGNI VOLTA CHE DRAGHI SI E' RITIRATO, NON E' MAI STATO UN RITIRO DEFINITIVO’ (PRENDETEVI UN APPUNTO)”

QUANDO C’È DA PENSARE AI CAZZI PROPRI I TEDESCHI SONO SEMPRE I PRIMI – LA DECISIONE DELLA GERMANIA DI MUOVERSI IN SOLITARIA SULLA CRISI DEL GAS GRAZIE A UN FONDO DA 200 MILIARDI È L’ENNESIMO COLPO ALL’UE: COME ACCADDE DUE ANNI FA A INIZIO PANDEMIA, ANCHE IN QUESTO CASO I 27 SARANNO COSTRETTI A MUOVERSI SINGOLARMENTE – SUL TETTO AL GAS SI CONTINUA A PRENDERE TEMPO, MA LA VERITÀ È CHE I TEDESCHI NON HANNO INTENZIONE DI COMPIERE ALCUN PASSO. SPALLEGGIATI DALL’OLANDA, ORA SCHOLZ SI PREPARA A DISTORCERE LA CONCORRENZA EUROPEA: PREFERISCE PAGARE DI PIÙ CHE…