LA LISTA TSIPRAS? TUTTO FUMO! - L’EUROPARLAMENTARE TSIPRIOTA ELEONORA FORENZA VA A REGINA COELI CON UN MISTERIOSO ACCOMPAGNATORE CHE HA PROVATO A PASSARE DELLA MARIJUANA A NUNZIO D’ERME

La Forenza è caduta dalla nuvole: “Non l’ho visto, non lo sapevo, e nemmeno lo conosco” ma sarebbe stato meglio rivendicare l’atto “eversivo” e farlo diventare, in mancanza di meglio, una priorità della Lista, vista anche la mancanza evidente di iniziativa politica…

Condividi questo articolo


Maurizio Fortuna per “il Corriere della Sera

 

ELEONORA FIORENZA ELEONORA FIORENZA

Un fantasma con la marijuana. «Non l’ho visto, non lo sapevo, e nemmeno lo conosco».

Una smentita politicamente «scorretta» quella dell’europarlamentare Eleonora Forenza, eletta nella lista L’Altra Europa  con Tsipras, che ieri  ha vissuto, da comprimaria, un momento «caldo» nel carcere di Regina Coeli.

 

Quando un accompagnatore dell’europarlamentare,  che però è risultato misteriosamente sconosciuto a tutti, ha cercato di passare un po’ di marijuana, un grammo e mezzo, a Nunzio D’Erme, esponente dei movimenti per la casa in cella da qualche giorno.

 

Quando Tsipras ha fondato l’Altra Europa forse non immaginava che il concetto sarebbe stato esteso a Regina Coeli (L’Altra Regina Coeli) dove sarebbe stato possibile, nonostante la detenzione, ricevere il necessario per un po’ di spinelli. Forenza ha provveduto a colmare il deficit di intenzioni.

nunzio derme nunzio derme

 

Il suo «non so, non ho visto, non conosco» fa un po’ sorridere. Forse sarebbe stato meglio rivendicare l’atto «eversivo» e farlo diventare, in mancanza di meglio, una priorità della Lista, vista anche la mancanza evidente di iniziativa politica.

 

Giovanni Russo Spena Giovanni Russo Spena

Nella sua visita, Forenza era accompagnata da Giovanni Russo Spena, responsabile Giustizia di Rifondazione comunista e dal «collaboratore» fantasma che ha cercato di passare a D’Erme il necessario per qualche spinello. La manovra però non è sfuggita a un agente della penitenziaria che ha bloccato il tutto.

 

Forenza ha fatto subito chiarezza: «Non sappiamo chi sia. Né io,né Russo Spena, né lo stesso D’Erme, sapevamo cosa avrebbe fatto quell’uomo. E non lavora con la mia segreteria. Anzi, non l’ho mai visto». Che dire? Non è chiaro se Eleonora Forenza non sia in grado di scegliersi i «collaboratori», sicuramente dovrebbe fare più attenzione ai «fantasmi», specialmente a quelli con la marijuana.

 

Coltivazioni marijuana Coltivazioni marijuana

 

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT – ANCHE I DRAGHI, OGNI TANTO, COMMETTONO UN ERRORE. SBAGLIÒ NEL 2022 CON LA CIECA CORSA AL COLLE, E SBAGLIA OGGI A DARE FIN TROPPO ADITO, CON LE USCITE PUBBLICHE, ALLE CONTINUE VOCI CHE LO DANNO IN CORSA PER LA PRESIDENZA DELLA COMMISSIONE EUROPEA - CHIAMATO DA URSULA PER REALIZZARE UN DOSSIER SULLA COMPETITIVITÀ DELL’UNIONE EUROPEA, IL COMPITO DI ILLUSTRARLO TOCCAVA A LEI. “MARIOPIO” INVECE NON HA RESISTITO ALLE SIRENE DEI MEDIA, CHE TANTO LO INCENSANO, ED È SALITO IN CATTEDRA SQUADERNANDO I DIFETTI DELL’UNIONE E LE NECESSARIE RIFORME, OFFRENDOSI COME L'UOMO SALVA-EUROPA - UN GRAVE ERRORE DI OPPORTUNITÀ POLITICA (LO STESSO MACRON NON L’HA PRESA BENE) - IL DESTINO DI DRAGHI È NELLE MANI DI MACRON, SCHOLZ E TUSK. SE DOPO IL 9 GIUGNO...

DAGOREPORT – BENVENUTI ALLA PROVA DEL “NOVE”! DOPO LA COSTOSA OPERAZIONE SUL ''BRAND AMADEUS'' (UN INVESTIMENTO DI 100 MILIONI DI DOLLARI IN 4 ANNI), A DISCOVERY NON VOGLIONO STRAFARE. E RESTERANNO FERMI, IN ATTESA DI VEDERE COSA SUCCEDERA' NELLA RAI DI ROSSI-MELONI - ''CORE BUSINESS' DEL CANALE NOVE: ASCOLTI E PUBBLICITÀ, QUINDI DENTRO LE SMORFIE E I BACETTI DI BARBARELLA D'URSO E FUORI L’INFORMAZIONE (L’IPOTESI MENTANA NON ESISTE) - LA RESPONSABILE DEI CONTENUTI DI DISCOVERY, LAURA CARAFOLI, PROVO' AD AGGANCIARE FIORELLO GIA' DOPO L'ULTIMO SANREMO, MA L'INCONTRO NON ANDO' A BUON FINE (TROPPE BIZZE DA ARTISTA LUNATICO). ED ALLORA È NATA L’IPOTESI AMADEUS, BRAVO ''ARTIGIANO" DI UNA TV INDUSTRIALE... 

DAGOREPORT – L’INSOFFERENZA DI AMADEUS VERSO LA RAI È ESPLOSA DURANTE IL FESTIVAL DI SANREMO 2024, QUANDO IL DG RAI GIAMPAOLO ROSSI, SU PRESSIONE DEI MELONI DI PALAZZO CHIGI, PROIBI' AI RAPPRESENTANTI DELLA PROTESTA ANTI-GOVERNATIVA DEI TRATTORI DI SALIRE SUL PALCO DELL'ARISTON - IL CONDUTTORE AVEVA GIÀ LE PALLE PIENE DI PRESSIONI POLITICHE E RACCOMANDAZIONI PRIVATE (IL PRANZO CON PINO INSEGNO, LE OSPITATE DI HOARA BORSELLI E POVIA SONO SOLO LA PUNTA DELLA CAPPELLA) E SI È LANCIATO SUI DOLLARONI DI DISCOVERY – L’OSPITATA “SEGRETA” DI BENIGNI-MATTARELLA A SANREMO 2023, CONSIDERATA DAI FRATELLINI D’ITALIA UN "COMIZIO" CONTRO IL PREMIERATO DELLA DUCETTA, FU L'INIZIO DELLA ROTTURA AMADEUS-PRESTA…