DALLA PASSEGGIATA A TOKYO ALLA MARCIA SU ROMA - VE LO RICORDATE? ERA IL ''FARMACISTA'' CHE DAL GIAPPONE RACCONTÒ AGLI ITALIANI DELL'AVIGAN, IL FARMACO CON CUI IL SOL LEVANTE STAVA DEBELLANDO IL CORONAVIRUS - IN REALTÀ CRISTIAN ARESU ERA UN VENDITORE DI VIDEOGIOCHI CHE ORA SI RIVEDE IN PIAZZA CON CASAPOUND, CIOÈ QUELLI CHE DICONO CHE IL VIRUS NON ESISTE. MA SE NON ESISTE, COME SI FA A CURARLO CON L'AVIGAN?

-

Condividi questo articolo

 

Leonardo Cecchi su Facebook:

 

Ve lo ricordate lui?

 

cristian aresu il paladino dell avigan in piazza con casa pound cristian aresu il paladino dell avigan in piazza con casa pound

Qualche mese fa, mezza Italia lo sentì parlare sui social. Lui, presunto farmacista, aveva infatti lo scoop del secolo: in Giappone il Covid-19 era sotto controllo. Perché lì usavano - furbi loro - l'Avigan. Quindi lì tutto bene. A differenza dell'Italia, dove i poteri forti, evidentemente, tenevano tutto nascosto. Lo ospitò anche Giletti una volta (figurarsi).

 

Poi ovviamente si scoprì che nulla era vero. E che manco era farmacista (vendeva videogame).

 

Ma indovinate un po'? Ieri lo stesso sedicente farmacista dell'Avigan era...a Roma. Con CasaPound in piazza. A gridare contro il governo. E dalla parte di quelli che affermano che il virus non esiste (però si può curare con l'Avigan). Che caso strano, eh?

 

Oh, ma poi, mi raccomando: quelli dei complotti, dei segreti e delle manovre sono gli altri.

avigan favirapvir farmaco giapponese contro il coronavirus avigan favirapvir farmaco giapponese contro il coronavirus avigan favirapvir farmaco giapponese contro il coronavirus 1 avigan favirapvir farmaco giapponese contro il coronavirus 1 il video di cristiano aresu sul farmaco giapponese il video di cristiano aresu sul farmaco giapponese

 

Condividi questo articolo

politica

DUOMO POLITIK - NON DITE ALLA LUCARELLI CHE QUALCUNO VOLEVA CANDIDARE A SINDACO IL PRESIDENTE DELL'ORDINE DEI GIORNALISTI LOMBARDI - BEPPE SALA BATTEZZA LA NUOVA CREATURA DI MANFREDI CATELLA, FACENDO INFURIARE GLI ALTRI OPERATORI IMMOBILIARI - IN REGIONE È FINITO UN AMORE - IL NUOVO STADIO SI FARÀ L'ANNO PROSSIMO, DOPO LE ELEZIONI. FINO AD ALLORA, SE VA BENE A SCARONI, CI SARÀ UN PEZZO DI CARTA CON QUALCHE INTENTO, PER VENDERE IL MILAN - I CANDIDATI A SINDACO NON SANNO DOVE TROVARE I FINANZIAMENTI