IL PD RIPARTA DA BERGOGLIO, UNICO VERO LEADER DE’ SINISTRA – “SENZA LAVORO DEGNO E BEN REMUNERATO I GIOVANI NON DIVENTANO VERAMENTE ADULTI, LE DISEGUAGLIANZE AUMENTANO. C'È LA SCHIAVITÙ DELLA DONNA: CHE NON PUÒ ESSERE MADRE PERCHÉ, APPENA INCOMINCIA A SENTIRE LA PANCIA, LA BUTTANO FUORI DAL LAVORO. L’ECONOMIA NON PUÒ LIMITARSI A LAVORARE PER O CON I POVERI: FINO A QUANDO IL NOSTRO SISTEMA PRODURRÀ SCARTI E NOI OPEREREMO SECONDO QUESTO SISTEMA, SAREMO COMPLICI DI UN'ECONOMIA CHE UCCIDE. BISOGNOA ABBANDONARE L’ENERGIA FOSSILE, SÌ A FONTI IMPATTO ZERO - C'È UNA CARESTIA FELICITÀ E LE SOLITUDINI SONO DIVENTATE UN GRANDE AFFARE”

-

Condividi questo articolo


PAPA: LANCIA APPELLO A GIOVANI ECONOMISTI, 'FATE CHIASSO!'

(ANSA) - CITTÀ DEL VATICANO, 24 SET - Il Papa sta ascoltando i giovani economisti riuniti ad Assisi per l'evento 'Economy of Francesco'. Commentando le prime testimonianze dei ragazzi il Papa, con una battuta, ha chiesto loro di farsi sempre sentire: "Se non avete niente da dire almeno fate chiasso!", ha detto il Pontefice ridendo.

 

BERGOGLIO IN CARROZZINA BERGOGLIO IN CARROZZINA

PAPA: CAMBIAMO ECONOMIA CHE UCCIDE IN ECONOMIA DI PACE

(ANSA) - CITTÀ DEL VATICANO, 24 SET - Il Papa lancia un appello ai giovani affinché trasformino "un'economia che uccide in un'economia della vita". "La nostra generazione vi ha lasciato in eredità molte ricchezze, ma non abbiamo saputo custodire il pianeta e non stiamo custodendo la pace". "Voi siete chiamati - ha detto il Papa ad Assisi - a diventare artigiani e costruttori della casa comune, una casa comune che 'sta andando in rovina'. Una nuova economia, ispirata a Francesco d'Assisi, oggi può e deve essere un'economia amica della terra e un'economia di pace. Si tratta di trasformare un'economia che uccide in un'economia della vita, in tutte le sue dimensioni".

BERGOGLIO ALL UDIENZA GENERALE BERGOGLIO ALL UDIENZA GENERALE

 

PAPA: SERVE UN LAVORO DEGNO, PER TUTTI E BEN REMUNERATO

(ANSA) - CITTÀ DEL VATICANO, 24 SET - Il Papa chiede che il lavoro torni al centro dell'economia: "Non dimenticatevi del lavoro, non dimenticatevi dei lavoratori". "Il lavoro è già la sfida del nostro tempo, e sarà ancora di più la sfida di domani. Senza lavoro degno e ben remunerato i giovani non diventano veramente adulti, le diseguaglianze aumentano. A volte si può sopravvivere senza lavoro, ma non si vive bene. Perciò, mentre create beni e servizi, non dimenticatevi di creare lavoro, buon lavoro, lavoro per tutti", ha detto intervenendo ad Assisi all'evento 'Economy of Francesco'.

 

PAPA: SENZA SCELTE CONCRETE LE IDEE DIVENTANO TRAPPOLE

papa francesco gioca a biliardino papa francesco gioca a biliardino

(ANSA) - CITTÀ DEL VATICANO, 24 SET - Papa Francesco invita i giovani economisti a scelte concrete perché se ci si ferma alle idee si rischia che queste divengano trappole. Parlando ad Assisi, all'evento 'Economy of Francesco', il Pontefice ha sottolineato: "Nei momenti cruciali della storia, chi ha saputo lasciare una buona impronta lo ha fatto perché ha tradotto gli ideali, i desideri, i valori in opere concrete.

 

Oltre a scrivere e fare congressi, questi uomini e donne hanno dato vita a scuole e università, a banche, a sindacati, a cooperative, a istituzioni. Il mondo dell'economia lo cambierete se insieme al cuore e alla testa userete anche le mani". "Le idee sono necessarie, ci attraggono molto soprattutto da giovani, ma possono trasformarsi in trappole - ha avvisato Papa Francesco - se non diventano 'carne', cioè concretezza, impegno quotidiano. Le idee sole si ammalano".

papa francesco papa francesco

 

"La Chiesa ha sempre respinto la tentazione gnostica, che pensa di cambiare il mondo solo con una diversa conoscenza, senza la fatica della carne. Le opere sono meno 'luminose' delle grandi idee, perché sono concrete, particolari, limitate, con luce e ombra insieme, ma fecondano giorno dopo giorno la terra: cari giovani la realtà è sempre superiore all'idea", ha concluso il Papa.

 

PAPA: DONNA NON PUÒ ESSERE MADRE, INCINTA LA BUTTANO FUORI 

(ANSA) - CITTÀ DEL VATICANO, 24 SET - Il Papa ad Assisi è tornato a parlare dell'inverno demografico in Italia e in generale in Europa e ha sottolineato, al proposito, che c'è "la schiavitù della donna: una donna che non può essere madre perché, appena incomincia a sentire la pancia, la buttano" fuori "dal lavoro. Le donne incinta non le fanno lavorare".

PAPA FRANCESCO MARIO DRAGHI PAPA FRANCESCO MARIO DRAGHI

 

PAPA: DOBBIAMO COMBATTERE LA MISERIA MA ANCHE STIMARE POVERI

(ANSA) - CITTÀ DEL VATICANO, 24 SET - Il Papa pone l'accento sulla povertà e chiede di "combattere la miseria" ma allo stesso tempo di non perdere la stima per i poveri. L'economia "non può limitarsi a lavorare per o con i poveri. Fino a quando il nostro sistema produrrà scarti e noi opereremo secondo questo sistema, saremo complici di un'economia che uccide. Chiediamoci allora: stiamo facendo abbastanza per cambiare questa economia, oppure ci accontentiamo di verniciare una parete cambiando colore, senza cambiare la struttura della casa?", ha chiesto il Papa.

 

Il Pontefice, intervenendo ad Assisi all'evento 'Economy of Francesco', ha allora ricordato che "San Francesco ha amato non solo i poveri, ha amato anche la povertà". "La prima economia di mercato - ha ricordato Bergoglio - è nata nel Duecento in Europa a contatto quotidiano con i frati francescani, che erano amici di quei primi mercanti.

 

statio orbis 2020 papa bergoglio bacia il crocifisso il cristo di san marcello statio orbis 2020 papa bergoglio bacia il crocifisso il cristo di san marcello

Quella economia creava ricchezza, certo, ma non disprezzava la povertà. Il nostro capitalismo, invece, vuole aiutare i poveri ma non li stima, non capisce la beatitudine paradossale: 'beati i poveri'. Noi non dobbiamo amare la miseria, anzi dobbiamo combatterla, anzitutto creando lavoro, lavoro degno. Ma il Vangelo ci dice che senza stimare i poveri non si combatte nessuna miseria. Ed è invece da qui che dobbiamo partire, anche voi imprenditori ed economisti: abitando questi paradossi evangelici di Francesco".

 

PAPA: ABBANDONARE ENERGIA FOSSILE, SÌ A FONTI IMPATTO ZERO

PAPA BERGOGLIO E LE LASAGNE HALAL PAPA BERGOGLIO E LE LASAGNE HALAL

(ANSA) - CITTÀ DEL VATICANO, 24 SET - Il Papa invita a cambiare il sistema di produzione di energia e mettere in campo una conversione ecologica: "Noi uomini, in questi ultimi due secoli, siamo cresciuti a scapito della terra. L'abbiamo spesso saccheggiata per aumentare il nostro benessere, e neanche il benessere di tutti ma di un gruppetto. È questo il tempo di un nuovo coraggio nell'abbandono delle fonti fossili d'energia, di accelerare lo sviluppo di fonti a impatto zero o positivo", ha detto il Pontefice intervenendo ad Assisi all'evento 'Economy of Francesco'.

 

Papa Francesco invita la generazione che ha abusato della terra a fare sacrifici perché occorre riparare ai danni fatti: "Dobbiamo accettare il principio etico universale, che però non piace, che i danni vanno riparati". "Se siamo cresciuti abusando del pianeta e dell'atmosfera, oggi dobbiamo imparare a fare anche sacrifici negli stili di vita ancora insostenibili. Altrimenti, saranno i nostri figli e nipoti a pagare il conto, un conto che sarà troppo alto e troppo ingiusto". "Occorre un cambiamento rapido e deciso. Questo lo dico sul serio: conto su di voi! Non lasciateci tranquilli, e dateci l'esempio!".

PAPA BERGOGLIO E IL SINODO PER L AMAZZONIA PAPA BERGOGLIO E IL SINODO PER L AMAZZONIA

 

PAPA: C'È CARESTIA FELICITÀ, SOLITUDINI SONO GRANDE AFFARE

(ANSA) - CITTÀ DEL VATICANO, 24 SET - Papa Francesco parla della sostenibilità che non ha a che fare solo con l'ambiente ma anche con "le relazioni delle persone" che "si stanno impoverendo. Soprattutto in Occidente, le comunità diventano sempre più fragili e frammentate. La famiglia, in alcune regioni del mondo, soffre una grave crisi, e con essa l'accoglienza e la custodia della vita. Il consumismo attuale cerca di riempire il vuoto dei rapporti umani con merci sempre più sofisticate - le solitudini sono un grande affare nel nostro tempo! -, ma così genera una carestia di felicità".

 

papa bergoglio e biagio conte papa bergoglio e biagio conte

"E così soprattutto i giovani soffrono per questa mancanza di senso: spesso di fronte al dolore e alle incertezze della vita si ritrovano con un'anima impoverita di risorse spirituali per elaborare sofferenze, frustrazioni, delusioni e lutti. Guardate la percentuale dei suicidi: è salita e non pubblicano tutto, nascondo la cifra", ha sottolineato il Pontefice, parlando ad Assisi a Economy of Francesco.

 

Condividi questo articolo

politica

ALTRO CHE CIOCCOLATINI - MATTEO RENZI HA SEMPRE DETTO CHE INCONTRO' MARCO MANCINI ALL'AUTOGRILL DI FIANO ROMANO PERCHÉ LO 007 DOVEVA PORTARGLI I "BABBI" DI CIOCCOLATO. MA GIOVEDÌ SCORSO, A TORINO, HA CAMBIATO VERSIONE: "SONO MOMENTI DELICATI, C'È LA CRISI DEL GOVERNO CONTE, IO DICO ALL'AGENTE DEI SERVIZI: O CONTE CAMBIA O VA A CASA..." - PRIMO: PERCHE' A MANCINI, SOTTOPOSTO DEL CAPO DEL DIS VECCHIONE, STA TANTO A CUORE IL GOVERNO DI CONTE? SECONDO: PERCHÉ RENZI PARLA CON LO SPIONE DELLA EVENTUALE CADUTA DEL GOVERNO? - L’AVVOCATO DELLA PROFESSORESSA, INDAGATA PER AVER RIPRESO L’INCONTRO TRA I DUE, POTREBBE CHIEDERE UN CONFRONTO TRA LA SUA ASSISTITA E MATTEUCCIO - VIDEO DI RENZI A “REPORT” DEL 3 MAGGIO 2021: “MI DOVEVA PORTARE I BABBI CHE SONO UN BELLISSIMO WAFER ROMAGNOLO CHE IL DOTTOR MANCINI MI MANDA TUTTI GLI ANNI E CHE IO MANGIO IN MODO VORACE...”