PERCHÉ CONTE NON MOLLA IL CONTROLLO DEI SERVIZI SEGRETI? - PER FABRIZIO CICCHITTO CI SONO TRE POSSIBILI RAGIONI. LA PRIMA DELLE QUALI VIENE DEFINITA "DIFENSIVA". ED È INQUIETANTE: "QUELLA DIFENSIVA È CHE EVIDENTEMENTE VUOLE AVERE LA CERTEZZA CHE SIANO COPERTI E PROTETTI ASPETTI CHE NON VUOL FAR CONOSCERE DELLA SUA VITA PRIVATA" - “PENSIAMO COSA SAREBBE ACCADUTO SE BERLUSCONI AVESSE VOLUTO PER SÉ IL DIRETTO CONTROLLO DEI SERVIZI”

Condividi questo articolo


fabrizio cicchitto foto di bacco (2) fabrizio cicchitto foto di bacco (2)

Da www.liberoquotidiano.it

 

Parte dalla liberazione dei pescatori in Libia, Fabrizio Cicchitto, per una riflessione sullo stato dei servizi di intelligence in Italia e per attaccare, in modo durissimo Giuseppe Conte. In un intervento su Il Tempo, Cicchitto premette: "Sul terreno dei professionisti dell'intelligence l'Italia è così caduta molto in basso in classifica, non certo per colpa dell'Aise, ma per responsabilità di chi si intestardisce a voler direttamente guidare un settore, quello dei servizi, rispetto al quale non ha la benché minima professionalità (ma su questo gioco di Conte torneremo)".

CONTE E SERRAJ CONTE E SERRAJ

 

Dunque, Cicchitto aggiunge: "La riflessione, però, anche del Copasir deve andare molto indietro nel tempo. Una nazione presente storicamente nell'area come l'Italia non può sponsorizzare, sulla base delle indicazioni dell'Onu e dell'Unione Europea, una delle parti in causa, cioè il presidente Al-Serraj solo con le buone parole e magari qualche conferenza a Palermo: come minimo la diplomazia va combinata con finanziamenti e con forniture in armamenti.

AL SISI GIUSEPPE CONTE AL SISI GIUSEPPE CONTE

 

Ciò a maggior ragione se rifornisci di navi militari tecnologicamente assai significative quell'Egitto di Al-Sisi con il quale hai il contenzioso che tutti sanno, in primis l'assassinio di Giulio Regeni".

 

Ma è nelle battute finali del suo commento che Cicchitto sgancia una bomba su Conte, premettendo come Matteo Renzi ha "diecimila ragioni nel sostenere che il premier deve mollare il diretto controllo sui servizi, rispetto ai quali non ha né la professionalità né il tempo. A Conte sono concesse cose finora mai permesse a nessuno. Pensiamo cosa sarebbe accaduto se Berlusconi avesse voluto per sé il diretto controllo sui servizi".

giuseppe conte gennaro vecchione 1 giuseppe conte gennaro vecchione 1

 

E perché mai, Conte, è così ostinato nel tenersi il controllo dei servizi? Per Cicchitto ci sono tre possibili ragioni. La prima delle quali viene definita "difensiva". Ed è inquietante: "Quella difensiva è che evidentemente vuole avere la certezza che siano coperti e protetti aspetti che non vuol far conoscere della sua vita privata", picchia durissimo Cicchitto.

giuseppe conte olivia paladino in spiaggia giuseppe conte olivia paladino in spiaggia giuseppe conte e olivia paladino arrivano a ceglie messapica 2 giuseppe conte e olivia paladino arrivano a ceglie messapica 2 GIUSEPPE CONTE GIUSEPPE CONTE

 

Condividi questo articolo

politica

GRILLO VAFFANCULO! GAD LERNER SOTTERRA L’ELEVATO: ‘’GARANTE DI CHE COSA? SOPRA CHI RITIENE DI ELEVARSI, TANTO DA RIVENDICARE UN'INVESTITURA A VITA, COME UN MONARCA O UN PAPA, SIA PURE TRAVESTITO DA GIULLARE? QUALCUNO LO DOVRÀ PUR DIRE. IL NUMERO DI  ITALIANI CHE FANNO DIPENDEREI LORO ORIENTAMENTI POLITICI DA UNA SPECIALE AMMIRAZIONE  PER BEPPE GRILLO, COL PASSARE DEGLI ANNI, SI È NATURALMENTE RIDIMENSIONATO" - ARIVAFFA!: "VOTARE M5S NON EQUIVALE PIÙ A VOTARE GRILLO. MI AUGURO CHE CONTE TROVI IL CORAGGIO DI FARE CHIAREZZA SULLA SPINOSA QUESTIONE DEL GARANTE: IN BEI MODI O CON UNO STRAPPO, FACCIA LUI, MA QUESTO È UN PASSAGGIO INELUDIBILE. QUANTO A GRILLO, UN GRANDE UOMO DI TEATRO SA PROGRAMMARE ANCHE LA PROPRIA USCITA DI SCENA..."