PUTIN POTEVA FARE UNA COSA BUONA: TRATTENERE DI BATTISTA IN RUSSIA. HA PERSO UN’ALTRA OCCASIONE, PECCATO! – IL SOLGENITSIN DI ROMA NORD, REDUCE DA UN PERIODO IN SIBERIA A REALIZZARE REPORTAGE PER "IL FATTO", RIENTRA IN ITALIA - IERI LA TELEFONATA CON CONTE CHE LO TIENE A DEBITA DISTANZA: “CI CONFRONTEREMO CON LUI…”

-

Condividi questo articolo


ALESSANDRO DI BATTISTA IN RUSSIA ALESSANDRO DI BATTISTA IN RUSSIA

(ANSA) Contatto fra Giuseppe Conte e Alessandro Di Battista. Ieri, a quanto si apprende, c'è stata una telefonata fra il leader del M5s e l'ex deputato, che ha lasciato il Movimento a febbraio 2021 in dissenso con la scelta di sostenere il governo Draghi. Di Battista è rientrato in Italia nelle scorse ore dopo un periodo trascorso in Russia, dove ha realizzato una serie di reportage per il Fatto quotidiano.

 

"Sapevo che andare in Russia mi avrebbe attirato critiche e insulti indecenti - ha scritto oggi su Facebook -. Ma era ciò che volevo fare e l'ho fatto". Da quando sono state sciolte le Camere, nel Movimento c'è una parte di attivisti e parlamentari che spinge per un rientro di Di Battista, ma non manca chi ha perplessità. "È una persona seria, assolutamente leale. Ci confronteremo con lui - ha detto ieri Conte, ribadendo una condizione espressa più volte in queste settimane - e vedremo se condividerà questo nuovo percorso con questa carta dei principi e dei valori".

ALESSANDRO DI BATTISTA IN RUSSIA ALESSANDRO DI BATTISTA IN RUSSIA

 

vladimir putin vladimir putin

 

Condividi questo articolo

politica