QUANDO S’ANNUSA LA VITTORIA, TUTTI I DISSIDENTI RITORNANO ALL’OVILE - DOPO MESI A CIANCIARE DI ALLEANZE CON RENZI E CALENDA, GIOVANNI TOTI RITORNA NEL CENTRODESTRA - HA SBRAITATO CONTRO LEGA E FORZA ITALIA PER LA CADUTA DI DRAGHI MA HA DOVUTO ABBASSARE LE PENNE: IN LIGURIA GOVERNA CON LORO - MA IL RIENTRO DI TOTI È INTERESSE DI TUTTI: IN LIGURIA CI SONO 4 COLLEGI UNINOMINALI PER LA CAMERA E 2 PER IL SENATO, E LÌ IN PASSATO IL CENTRODESTRA HA PERSO LE ELEZIONI PER UNA MANCIATA DI VOTI…

-

Condividi questo articolo


Estratto dell’articolo di E. Pu. per “il Messaggero”

 

GIOVANNI TOTI GIOVANNI TOTI

FI resta fredda, Berlusconi non è certamente entusiasta del ritorno del figliol prodigo nel perimetro del centrodestra ma oggi Toti chiuderà la porta al centrosinistra. Chiusa la fase del dialogo con Renzi, allontanate le sirene di Calenda, […] non c'è la possibilità di un centro che faccia da ago della bilancia […]

 

[…] Due giorni fa al tavolo che ha deciso la distribuzione dei collegi Toti non è stato neanche invitato mentre c'era il sindaco di Venezia Brugnaro. A pesare sono state anche le sue affermazioni dopo la decisione del centrodestra di governo di non votare la fiducia a Draghi.

 

Il governatore aveva accarezzato l'idea di un fronte che portasse avanti l'agenda dell'ex numero uno della Bce e aveva lanciato accuse dure nei confronti di Lega e FI. […] Per Toti che ieri ha visto la Lega c'è la priorità di non terremotare il governo della Regione, un eventuale suo passaggio nello schieramento avverso avrebbe portato al passo indietro di almeno tre assessori.

 

coraggio italia di giovanni toti e luigi brugnaro coraggio italia di giovanni toti e luigi brugnaro

[…] Anche se Salvini e Meloni pongono le loro condizioni: Toti torni, ma il suo percorso deve essere chiaro, basta oscillazioni di qua e di là. Ma il rientro di Toti è interesse di tutti. In Liguria ci sono 4 collegi uninominali per la Camera e 2 per il Senato, e lì in passato il centrodestra ha perso le elezioni per una manciata di voti. Quindi la mano tesa: Toti è il ragionamento può fare la differenza. […]

 

E si cercherà di venire incontro pure al malessere dell'Udc. Al tavolo infatti è stato deciso che sarà Forza Italia a farsi carico del partito di Cesa ma solo se non presenterà il simbolo dello scudocrociato e correrà nella formazione di Berlusconi. […]

giovanni toti luigi brugnaro giovanni toti luigi brugnaro

 

[…] martedì ci sarà un nuovo vertice di centrodestra (al quale potrebbe partecipare anche Toti) è quello legato ai programmi. Si è formato un gruppo di lavoro (per la Lega i senatori Romeo e Armando Siri, per Forza Italia Cattaneo e Mandelli, per Fdi Fazzolari e Fitto e per Noi con l'Italia Samorì e Foti) che dovrà preparare entro la prossima settimana un documento comune. Fdi rilancerà sul presidenzialismo, la Lega sull'autonomia. E il partito della Meloni è netto: «Solo idee serie e finanziariamente sostenibili».

berlusconi toti berlusconi toti

 

Condividi questo articolo

politica

MANICOMIO ITALIA - A CHI LE CHIEDE QUANTI POTREBBERO ESSERE I "POLITICI" E QUANTI I "TECNICI", LA MELONI RISPONDE METTENDO LE MANI AVANTI: "LEGGO COSE SURREALI CHE POI DOVREI COMMENTARE, CONSIGLIEREI PRUDENZA" - TAJANI PARLA DI UN ESECUTIVO CHE SARÀ "POLITICO" ANCHE SE CI DOVESSE ESSERE "QUALCHE TECNICO" - IL PRESIDENTE DI CONFINDUSTRIA CARLO BONOMI: "NON POSSIAMO PERMETTERCI IMMAGINIFICHE FLAT TAX E PREPENSIONAMENTI” – GRILLO LANCIA UNA PROPOSTA PER 'RIVITALIZZARE' IL REDDITO DI CITTADINANZA: I 3 MILIONI CHE LO PERCEPISCONO CREINO LE "BRIGATE DI CITTADINANZA"…

“SE LA MELONI SEGUE L'ESEMPIO POLACCO L'IDEA CHE GLI AMERICANI HANNO DI LEI NON PUÒ CHE MIGLIORARE” - FEDERICO RAMPINI SI FA PORTAVOCE DEI DESIDERI DI WASHINGTON: “LA POLONIA È CONSIDERATA, TRA I MEMBRI DELL'UE, IL PAESE CHE HA CAPITO MEGLIO LA MINACCIA DELL'ESPANSIONISMO RUSSO, INVIANDO AIUTI ALL'UCRAINA E AUMENTANDO LE SPESE PER LA DIFESA - HANNO LEGGI SEVERE SUI DIRITTI CIVILI? SULL'ABORTO, IN TEXAS E IN FLORIDA ABBIAMO SITUAZIONI PIÙ SIMILI ALLA POLONIA CHE ALLA CALIFORNIA - DI FRONTE A PUTIN CHE MINACCIA DI USARE L'ARMA NUCLEARE, DOVE SONO FINITI I SEDICENTI PACIFISTI ITALIANI? SANNO MANIFESTARE SOLO CONTRO LA NATO?”

UN PIRELLONE NEL SEDERE DI SALVINI – PROSEGUE IL GRANDE GELO FONTANA-MORATTI. OGGI ERANO ATTESI TUTTI E DUE A PALAZZO LOMBARDIA PER UNA CONFERENZA STAMPA MA CIRCA UN’ORA PRIMA DELL’INIZIO, LO STAFF DELLA VICEPRESIDENTE HA AVVISATO CHE L’EX SINDACA DI MILANO NON AVREBBE POTUTO ESSERE PRESENTE – MESTIZIA VUOLE FARSI CACCIARE, FONTANA NON HA LE PALLE PER FARLO E CHIEDE L’INTERVENTO DEL CAPITONE. MA SE SALVINI LA FA FUORI DOPO LA DISFATTA ALL’ELEZIONI, PERDERA’ ANCHE LA LOMBARDIA…