IL GURU SOCIAL DI SALVINI, LUCA MORISI, È INDAGATO PER CESSIONE DI STUPEFACENTI! AD ACCUSARLO SONO TRE RAGAZZI, TROVATI CON UN FLACONE DI DROGA LIQUIDA IN MACCHINA. I CARABINIERI HANNO PERQUISITO LA CASCINA DI PROPRIETÀ DI MORISI, IN PROVINCIA DI VERONA, E HANNO TROVATO ALTRE DOSI. ECCO SPIEGATO PERCHÉ HA LASCIATO IL SUO INCARICO (ALTRO CHE RAGIONI POLITICHE). MA LA VICENDA È ANCORA POCO CHIARA. DALLA PERQUISIZIONE È PASSATO PIÙ DI UN MESE. PERCHÉ SI È DIMESSO SOLTANTO ADESSO? AVEVA AVVISATO SALVINI?
LA DIFESA: "NON HO COMMESSO ALCUN REATO, MA È UNA GRAVE CADUTA COME UOMO"

Condividi questo articolo


MORISI CHIEDE SCUSA PER ERRORI PERSONALI,NESSUN REATO

 (ANSA) - Luca Morisi, ideatore della campagna social della Lega guidata da Matteo Salvini chiede scusa al partito, al suo segretario e ai suoi familiari dopo le notizie apparse sulla stampa su di lui. A riferirlo, la Lega in una nota.

MATTEO SALVINI E LUCA MORISI MEME MATTEO SALVINI E LUCA MORISI MEME

 

"Non ho commesso alcun reato, ma la vicenda personale che mi riguarda rappresenta una grave caduta come uomo - scrive Morisi - Chiedo innanzitutto scusa per la mia debolezza e i miei errori a Matteo Salvini e a tutta la comunità della Lega a cui ho dedicato gli ultimi anni del mio impegno lavorativo, a mio padre e ai miei famigliari, al mio amico di sempre Andrea Paganella a fianco del quale ho avviato la mia attività professionale, a tutte le persone che mi vogliono bene e a me stesso".

 

luca morisi luca morisi

E aggiunge: "Ho rassegnato il primo settembre le dimissioni dai miei ruoli all'interno della Lega: è un momento molto doloroso della mia vita, rivela fragilità esistenziali irrisolte a cui ho la necessità di dedicare tutto il tempo possibile nel prossimo futuro, contando sul sostegno e sull'affetto delle persone che mi sono più vicine".

 

LUCA MORISI INDAGATO, L’EX GURU SOCIAL DELLA LEGA E DI SALVINI E INVENTORE DELLA BESTIA ACCUSATO DA TRE GIOVANI

Fiorenza Sarzanini per il “Corriere della Sera”

 

MATTEO SALVINI E LUCA MORISI MATTEO SALVINI E LUCA MORISI

C'è un motivo di «opportunità» dietro la scelta di Luca Morisi di uccidere «la Bestia» che per anni ha curato l'immagine social di Matteo Salvini. È indagato dalla procura di Verona per cessione di stupefacenti. Per questo quattro giorni fa, all'improvviso, ha deciso di lasciare l'incarico. «Questioni personali, non c'è un problema politico ma ho solo bisogno di staccare per un po'», aveva fatto filtrare senza aggiungere alcun dettaglio ma alimentando così le voci su gravi dissapori con il «capo».

 

iva garibaldi luca morisi matteo salvini 1 iva garibaldi luca morisi matteo salvini 1

O addirittura l'ipotesi che fosse in disaccordo con la linea troppo governista di un'ala del partito. E invece il motivo reale dell'abbandono è legato a un'inchiesta avviata dopo la denuncia di carabinieri che hanno perquisito la sua cascina a Belfiore, paesino in provincia di Verona, e trovato alcune dosi di droga. Tutto comincia a metà agosto quando vengono fermati tre giovani e nell'auto hanno un flacone di droga liquida.

SALVINI LUCA MORISI SALVINI LUCA MORISI

 

La versione ufficiale racconta che sono loro ad accusare Morisi di avergliela ceduta. In realtà c'è il sospetto che Morisi fosse sotto osservazione già da qualche settimana e il controllo apparentemente casuale dei tre giovani sia scattato proprio monitorando i suoi contatti. Una «soffiata» che in effetti si rivela fondata. Quando scatta la perquisizione i carabinieri trovano altra droga nella sua abitazione.

 

 

LUCA MORISI ROCCO CASALINO LUCA MORISI ROCCO CASALINO

Il quantitativo è modesto, ma il fatto che i tre ragazzi lo abbiano indicato come lo spacciatore, fa scattare l'accusa più grave di cessione e non la semplice detenzione. Morisi finisce dunque nel registro degli indagati. La vicenda rimane riservata, ma nei giorni scorsi, quando Morisi decide di dimettersi, in Parlamento cominciano a circolare numerose indiscrezioni.

 

 

C'è chi parla di una perquisizione per droga, addirittura qualcuno ipotizza che dalla sua cascina sia stato portato via materiale informatico. Ieri sera arriva la conferma: Morisi è sotto inchiesta. I contorni della vicenda rimangono però ancora oscuri. Dalla perquisizione è trascorso più di un mese.

 

SALVINI E MORISI CON MITRAGLIETTA SALVINI E MORISI CON MITRAGLIETTA

Perché soltanto adesso ha deciso di lasciare l'incarico? E soprattutto aveva avvisato Salvini di quanto era accaduto? Altri nella Lega erano al corrente dell'indagine avviata dai carabinieri? Morisi ha 48 anni ed è al fianco di Salvini dal 2013. Lo aveva seguito anche al ministero dell'Interno dove aveva creato una vera e propria task force in grado di gestire l'immagine sui social e nel giro di qualche mese il leader aveva catturato milioni di follower.

 

luca morisi luca morisi

In alcune segnalazioni sospette dell'Unità antiriciclaggio di Bankitalia pubblicate da L'Espresso, venivano evidenziati passaggi di soldi anomali per finanziare le sue società e gestire l'immagine del «capo». Lui si definiva «Social-megafono, mi occupo quasi 24x7 della comunicazione per il Capitano». Raccontava di aver avuto «un innamoramento» che lo aveva portato a diventare lo spin doctor più ascoltato. La sua strategia di comunicazione aveva creato numerose polemiche. Come quando posta la foto che ritrae Salvini mentre imbraccia un mitra.

 

luca morisi, matteo salvini e lo staff della lega festeggiano la vittoria alle europee luca morisi, matteo salvini e lo staff della lega festeggiano la vittoria alle europee

«Si avvicinano le Europee e se ne inventeranno di ogni per fermare il Capitano. Ma noi siamo armati e dotati di elmetto», spiega Morisi. È sempre lui a inventare il «Vinci Salvini», il gioco alla vigilia delle elezioni politiche del 2018 che premiava con un incontro faccia faccia con il «Capitano» chi metteva più like alle foto e ai video che Morisi confezionava e mandava in rete seguendo Salvini come un'ombra in giro per l'Italia. Fino a quell'inciampo di un mese fa.

 

L'inchiesta è in corso, i dettagli ancora coperti dal segreto istruttorio. Ma la scelta di farsi da parte e il silenzio della Lega sulla vicenda sembrano dimostrare che fosse ben difficile liquidarla come «una bufala». Del resto in questi giorni Salvini, impegnato in campagna elettorale e quindi in numerosi comizi e incontri pubblici, non ha rilasciato alcun commento sulla decisione di Morisi di dimettersi.

luca morisi luca morisi iva garibaldi luca morisi matteo salvini iva garibaldi luca morisi matteo salvini luca morisi luca morisi

 

Condividi questo articolo

politica

PUNTANO A PALAZZO CHIGI MA GLI SERVIREBBE UN CONSIGLIO COMUNALE - COSA SAREBBE SUCCESSO SE GIORGIA MELONI E MATTEO SALVINI SI FOSSERO CANDIDATI ALLA CARICA DI SINDACO A ROMA E A MILANO? - POLITO: "MI PRENDERANNO PER MATTO. MA TI PARE CHE IN ITALIA I SEGRETARI DI DUE TRA I PRIMI TRE PARTITI METTONO IN GIOCO LA LORO CARRIERA PER FARE IL SINDACO? EPPURE, COME LI AVREBBE CAMBIATI QUEL LAVORO! CHE TERAPIA SAREBBE STATA PER LIBERARSI DEI VIZI POLITICI DI ENTRAMBI! IMMAGINATE GIORGIA MELONI CANDIDATA A ROMA: CHE COSA AVREBBE DETTO DEGLI SQUADRISTI CHE IN UN SABATO DI PASSEGGIATE E SHOPPING HANNO MESSO A FERRO E FUOCO IL CENTRO DI ROMA?"