"I COLLOQUI DI PACE? OPERAZIONE DI MARKETING. PUTIN VUOLE SOLO LA RESA INCONDIZIONATA DI ZELENSKY" - L'ESPERTO DI RELAZIONI INTERNAZIONALI, STUART KAUFMAN: "LE FORZE SPECIALI RUSSE CERCANO DI CATTURARE ZELENSKY O DI ROVESCIARNE IL GOVERNO. INOLTRE BASTA OSSERVARE CHI GUIDERÀ LA DELEGAZIONE RUSSA: UN EX MINISTRO DELLA CULTURA. IL LIVELLO È BASSISSIMO. SONO FUNZIONARI DEL CREMLINO CHE RECAPITERANNO UN SOLO MESSAGGIO: ARRENDETEVI SENZA CONDIZIONI. SE GLI UCRAINI SI RIFIUTERANNO, PUTIN POTRÀ SEMPRE DIRE: VEDETE? HO DATO UN'OPPORTUNITÀ ALLA PACE, MA KIEV L'HA RESPINTA"

-

Condividi questo articolo


Giuseppe Sarcina per il "Corriere della Sera"

 

Stuart Kaufman Stuart Kaufman

«Questa è una trattativa finta, una semplice operazione di marketing politico. Vladimir Putin vuole solo la resa incondizionata di Zelensky». Stuart Kaufman insegna scienze politiche e relazioni internazionali alla Delaware University, ma soprattutto è stato il direttore del Dipartimento per Russia, Ucraina e Affari euroasiatici nel Consiglio di Sicurezza nazionale, nel 1999, con Bill Clinton alla Casa Bianca.

 

Il negoziato proposto da Putin, dunque, sarà inutile?

«Non sbloccherà la crisi, perché non ci sarà un vero confronto. In questo momento è impensabile immaginare una trattativa seria con i russi. Non c'è un cessate il fuoco. Le forze speciali di Putin stanno cercando di catturare Zelensky o comunque di rovesciarne il governo. Inoltre basta osservare chi guiderà la delegazione russa: un ex ministro della Cultura. Il livello è bassissimo. Sono funzionari del Cremlino che recapiteranno un solo messaggio agli ucraini: arrendetevi senza condizioni. E sappiamo che il presidente Zelensky non accetterà mai».

zelensky putin zelensky putin

 

Perché allora il leader russo ha preso questa iniziativa?

«Per costruire una rappresentazione falsata della guerra. Con questa mossa non ha nulla da perdere. Se gli ucraini si rifiuteranno di proseguire i colloqui, come appare probabile, Putin potrà sempre dire: vedete? Io ho dato un'opportunità alla pace, ma Kiev l'ha respinta, perché vuole la guerra».

 

Ma non potrebbe essere il segnale che Putin sia in difficoltà sul terreno?

volodymyr zelensky e vladimir putin 3 volodymyr zelensky e vladimir putin 3

«Non abbiamo informazioni precise su come stia andando davvero la guerra. E inoltre sono passati ancora pochi giorni dagli inizi del combattimento. Penso che Putin avrebbe comunque preso questa iniziativa, a prescindere dagli sviluppi militari. Ripeto: è un'operazione di immagine, di pubbliche relazioni da spendere all'interno della Russia, ma anche con gli altri Paesi non allineati all'Occidente».

 

Stati Uniti e Paesi europei dovrebbero partecipare alla trattativa per non lasciare da solo Zelensky?

volodymyr zelensky e vladimir putin 2 volodymyr zelensky e vladimir putin 2

«Questo è un punto molto delicato. Teniamo conto che Putin ha appena messo in allerta l'arsenale nucleare. È il modo per tenere il più possibile a distanza gli occidentali della guerra in Ucraina. Biden e gli europei si stanno muovendo con estrema cautela: penso facciano bene a non intervenire in questa fase. Altro discorso è se si riapre una strada seria per la diplomazia».

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DOVE ABBIAMO GIÀ VISTO LA VERSIONE SPECIALE DELLA FIAT 500 CON CUI GIORGIA MELONI È ARRIVATA SUL PRATO DI BORGO EGNAZIA? È UN MODELLO SPECIALE REALIZZATO DA LAPO ELKANN E BRANDIZZATO “GARAGE ITALIA”. LA PREMIER L’HA USATA MA HA RIMOSSO IL MARCHIO FIAT – A BORDO, INSIEME ALLA DUCETTA, L’INSEPARABILE PATRIZIA SCURTI E IL DI LEI MARITO, NONCHÉ CAPOSCORTA DELLA PREMIER – IL POST DI LAPO: “È UN PIACERE VEDERE IL NOSTRO PRIMO MINISTRO SULLA FIAT 500 SPIAGGINA GARAGE ITALIA DA ME CREATA...”

SCURTI, LA SCORTA DI GIORGIA - SEMPRE "A PROTEZIONE" DELLA MELONI, PATRIZIA SCURTI GIGANTEGGIA PERSINO AL G7 DOVE È...ADDETTA AL PENNARELLO - LA SEGRETARIA PERSONALE DELLA DUCETTA (LE DUE SI ASSOMIGLIANO SEMPRE DI PIU' NEI LINEAMENTI E NEL LOOK) ERA L’UNICA VICINA AL PALCO: AVEVA L'INGRATO COMPITO DI FAR FIRMARE A BIDEN & FRIENDS IL LOGO DEL SUMMIT - IL SOLO CHE LE HA RIVOLTO UN SALUTO, E NON L'HA SCAMBIATA PER UNA HOSTESS, È STATO QUEL GAGA'-COCCODE' DI EMMANUEL MACRON, E LEI HA RICAMBIATO GONGOLANDO – IL SELFIE DELLA DUCETTA CON I FOTOGRAFI: “VI TAGGO TUTTI E FAMO IL POST PIU'…” - VIDEO

LA SORA GIORGIA DOVRÀ FARE PIPPA: SULL'ABORTO MACRON E BIDEN NON HANNO INTENZIONE DI FARE PASSI INDIETRO. IL TOYBOY DELL'ELISEO HA INSERITO IL DIRITTO ALL'INTERRUZIONE DI GRAVIDANZA IN COSTITUZIONE, E "SLEEPY JOE" SI GIOCA LA RIELEZIONE CON IL VOTO DELLE DONNE - IL PASTROCCHIO DELLA SHERPA BELLONI, CHE HA FATTO SCOMPARIRE DALLA BOZZA DELLA DICHIARAZIONE FINALE DEL G7 LA PAROLA "ABORTO", FACENDO UN PASSO INDIETRO RISPETTO AL SUMMIT DEL 2023 IN GIAPPONE, È DIVENTATO UN CASO DIPLOMATICO - FONTI ITALIANE PARLANO DI “UN DISPETTO COSTRUITO AD ARTE DA PARIGI ”

DAGOREPORT! GIORGIA MELONI È NERVOSA: GLI OCCHI DEL MONDO SONO PUNTATI SU DI LEI PER IL G7 A BORGO EGNAZIA. SUL TAVOLO DOSSIER SCOTTANTI, A PARTIRE DALL’UTILIZZO DEGLI ASSET RUSSI CONGELATI PER FINANZIARE L’UCRAINA - MINA VAGANTE PAPA FRANCESCO, ORMAI A BRIGLIE SCIOLTE – DOPO IL G7, CENA INFORMALE A BRUXELLES TRA I LEADER PER LE EURONOMINE: LA DUCETTA ARRIVA DA UNA POSIZIONE DI FORZA, MA UNA PARTE DEL PPE NON VUOLE IL SUO INGRESSO IN  MAGGIORANZA - LA SPACCATURA TRA I POPOLARI TEDESCHI: C'È CHI GUARDA A DESTRA (WEBER-MERZ) E CHI INORRIDISCE ALL'IDEA (IL BAVARESE MARKUS SODER) - IL PD SOGNA UN SOCIALISTA ITALIANO ALLA GUIDA DEL CONSIGLIO EUROPEO: LETTA O GENTILONI? - CAOS IN FRANCIA: MACRON IN GUERRA CON LE PEN MA I GOLLISTI FLIRTANO CON LA VALCHIRIA MARINE