"NON DARÒ INDICAZIONI DI VOTO: I CITTADINI NON SONO MANDRIE DA PORTARE AL PASCOLO" - VIRGINIA RAGGI ROSICA PER LA BASTONATA ALLE ELEZIONI E SI PRESENTA IN CONFERENZA STAMPA SENZA I LEADER FICO, CONTE E DI MAIO, SCAPPATI A NAPOLI A FESTEGGIARE MANFREDI: "DOPO CINQUE ANNI DI ATTACCHI PERSONALI A CUI NESSUNO AVREBBE RESISTITO HO OTTENUTO POCO MENO DI QUANTO HANNO PRESO CORAZZATE DI CENTRODESTRA E CENTROSINISTRA. VIGILERÒ SUL NUOVO SINDACO…"

-

Condividi questo articolo


Simone Canettieri per www.ilfoglio.it

 

virginia raggi 9 virginia raggi 9

Alle 22.17 Virginia Raggi si ripresenta davanti alla stampa. Alle spalle ha i parlamentari del M5s. Ma niente big: Roberto Fico, Luigi Di Maio e Giuseppe Conte sono andati a festeggiare Gaetano Manfredi a Napoli.  

 

L'ormai ex sindaca ringrazia i cittadini.  "Dopo cinque anni di attacchi personali a cui nessuno avrebbe resistito ho ottenuto poco meno di quanto hanno preso corazzate di centrodestra e centrosinistra. È un lavoro importante".

 

virginia raggi 6 virginia raggi 6

La grillina è piena di risentimento. Legge un foglietto. Parole piene di spigoli. "Ci sono tanti progetti grazie al lavoro fatto da me, come l'Expo che ho voluto io, grandi eventi in arrivo e progetti in corso. Mi sono accollata la parte più difficile. Chi viene dopo non ha scuse e noi vigileremo, il mio pensiero va alle periferie. Mi auguro che il nuovo sindaco mantenga le promesse. Vigileremo. Resto al fianco dei romani".

 

virginia raggi 7 virginia raggi 7

Non è un discorso di chi si sente al capolinea, quello dell'ormai ex sindaca.  Dice che vigilerà. E che rimarrà al fianco dei romani.  A partire dalle periferie, teatro di "passerelle elettorali". 

 

virginia raggi 5 virginia raggi 5

Poi Raggi, che cita e ringrazia gli assenti Conte e Di Maio per averci messo la faccia, entra nel cuore del ballottaggio: "Non darò indicazioni di voto: i cittadini non sono mandrie da portare al pascolo". Si spengono le luci sull'hotel Hive. Titoli di coda. Di una serata, di una stagione politica.

 

virginia raggi 3 virginia raggi 3 virginia raggi 1 virginia raggi 1 virginia raggi 2 virginia raggi 2 virginia raggi 4 virginia raggi 4 virginia raggi 10 virginia raggi 10 virginia raggi 11 virginia raggi 11 virginia raggi 8 virginia raggi 8

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

SCURTI, LA SCORTA DI GIORGIA - SEMPRE "A PROTEZIONE" DELLA MELONI, PATRIZIA SCURTI GIGANTEGGIA PERSINO AL G7 DOVE È...ADDETTA AL PENNARELLO - LA SEGRETARIA PERSONALE DELLA DUCETTA (LE DUE SI ASSOMIGLIANO SEMPRE DI PIU' NEI LINEAMENTI E NEL LOOK) ERA L’UNICA VICINA AL PALCO: AVEVA L'INGRATO COMPITO DI FAR FIRMARE A BIDEN & FRIENDS IL LOGO DEL SUMMIT - IL SOLO CHE LE HA RIVOLTO UN SALUTO, E NON L'HA SCAMBIATA PER UNA HOSTESS, È STATO QUEL GAGA'-COCCODE' DI EMMANUEL MACRON, E LEI HA RICAMBIATO GONGOLANDO – IL SELFIE DELLA DUCETTA CON I FOTOGRAFI: “VI TAGGO TUTTI E FAMO IL POST PIU'…” - VIDEO

LA SORA GIORGIA DOVRÀ FARE PIPPA: SULL'ABORTO MACRON E BIDEN NON HANNO INTENZIONE DI FARE PASSI INDIETRO. IL TOYBOY DELL'ELISEO HA INSERITO IL DIRITTO ALL'INTERRUZIONE DI GRAVIDANZA IN COSTITUZIONE, E "SLEEPY JOE" SI GIOCA LA RIELEZIONE CON IL VOTO DELLE DONNE - IL PASTROCCHIO DELLA SHERPA BELLONI, CHE HA FATTO SCOMPARIRE DALLA BOZZA DELLA DICHIARAZIONE FINALE DEL G7 LA PAROLA "ABORTO", FACENDO UN PASSO INDIETRO RISPETTO AL SUMMIT DEL 2023 IN GIAPPONE, È DIVENTATO UN CASO DIPLOMATICO - FONTI ITALIANE PARLANO DI “UN DISPETTO COSTRUITO AD ARTE DA PARIGI ”

DAGOREPORT! GIORGIA MELONI È NERVOSA: GLI OCCHI DEL MONDO SONO PUNTATI SU DI LEI PER IL G7 A BORGO EGNAZIA. SUL TAVOLO DOSSIER SCOTTANTI, A PARTIRE DALL’UTILIZZO DEGLI ASSET RUSSI CONGELATI PER FINANZIARE L’UCRAINA - MINA VAGANTE PAPA FRANCESCO, ORMAI A BRIGLIE SCIOLTE – DOPO IL G7, CENA INFORMALE A BRUXELLES TRA I LEADER PER LE EURONOMINE: LA DUCETTA ARRIVA DA UNA POSIZIONE DI FORZA, MA UNA PARTE DEL PPE NON VUOLE IL SUO INGRESSO IN  MAGGIORANZA - LA SPACCATURA TRA I POPOLARI TEDESCHI: C'È CHI GUARDA A DESTRA (WEBER-MERZ) E CHI INORRIDISCE ALL'IDEA (IL BAVARESE MARKUS SODER) - IL PD SOGNA UN SOCIALISTA ITALIANO ALLA GUIDA DEL CONSIGLIO EUROPEO: LETTA O GENTILONI? - CAOS IN FRANCIA: MACRON IN GUERRA CON LE PEN MA I GOLLISTI FLIRTANO CON LA VALCHIRIA MARINE

DAGOREPORT – DOPO LE EUROPEE, NULLA SARÀ COME PRIMA! LA LEGA VANNACCIZZATA FA PARTIRE IL PROCESSO A SALVINI: GOVERNATORI E CAPIGRUPPO ESCONO ALLO SCOPERTO E CHIEDONO LA DATA DEL CONGRESSO – CARFAGNA E GELMINI VOGLIONO TORNARE ALL’OVILE DI FORZA ITALIA MA TAJANI DICE NO – CALENDA VORREBBE TORNARE NEL CAMPO LARGO, MA ORMAI SI È BRUCIATO (COME RENZI) – A ELLY NON VA GIÙ RUTELLI: MA LA VITTORIA DEL PD È MERITO DEI RIFORMISTI DECARO,BONACCINI, GORI, RICCI, CHE ORA CONTERANNO DI PIÙ – CONTE NON SI DIMETTE MA PATUANELLI VUOLE ACCOMPAGNARLO ALL’USCITA