"LA POSIZIONE DELLA SANTA SEDE È CERCARE LA PACE” - PAPA FRANCESCO CONFERMA GLI SFORZI DEL VATICANO PER UNA TREGUA TRA RUSSIA E UCRAINA: "LA DIPLOMAZIA DELLA SANTA SEDE È SEMPRE DISPOSTA A MEDIARE. HO ANCHE PENSATO DI FARE UN VIAGGIO A MOSCA E A KIEV. PERCHÉ NON NOMINO PUTIN? PERCHÉ NON È NECESSARIO” - IL CREMLINO: “SIAMO FAVOREVOLI ALLA MEDIAZIONE DEL VATICANO MA NELLA SITUAZIONE CHE ABBIAMO ORA DA PARTE DELL'UCRAINA, TALI INTERVENTI NON POSSONO ESSERE RICHIESTI"

-

Condividi questo articolo


PAPA BERGOGLIO E VLADIMIR PUTIN PAPA BERGOGLIO E VLADIMIR PUTIN

CREMLINO, 'FAVOREVOLI A MEDIAZIONE VATICANO MA UCRAINA NO'

(ANSA) - MOSCA, 28 NOV - Il Cremlino "accoglie con favore" l'offerta di mediazione del Vaticano, ma è l'Ucraina che non è favorevole. Lo ha detto il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov. "Sappiamo - ha detto Peskov, citato dall'agenzia Interfax, rispondendo a una domanda sull'offerta di mediazione del Vaticano - che un certo numero di statisti e Paesi stranieri si dichiarano pronti a fornire il loro aiuto e, naturalmente, accogliamo con favore tale volontà politica. Ma nella situazione che abbiamo ora de facto e de jure da parte dell'Ucraina, tali interventi non possono essere richiesti".

PUTIN BERGOGLIO PUTIN BERGOGLIO

 

UCRAINA: PAPA CONFERMA, S.SEDE DISPOSTA A MEDIARE PER PACE

(ANSA) - CITTÀ DEL VATICANO, 28 NOV - "La posizione della Santa Sede è cercare la pace e cercare una comprensione" tra le parti, "la diplomazia della Santa Sede si sta muovendo in questa direzione e, ovviamente, è sempre disposta a mediare". Lo dice il Papa in un'intervista alla rivista dei gesuiti America. "Ho anche pensato di fare un viaggio, ma ho preso la decisione: se viaggio, vado a Mosca e a Kiev, in entrambe, non solo in un posto". "Perché non nomino Putin? Perché non è necessario", "a volte le persone si attaccano a un dettaglio. Tutti conoscono la mia posizione", ha ribadito il Pontefice.

INCONTRO TRA PUTIN E BERGOGLIO INCONTRO TRA PUTIN E BERGOGLIO Putin e il Papa lo scorso novembre Putin e il Papa lo scorso novembre

 

Condividi questo articolo

politica

POSTA! - CARO DAGO, IN TEMPI NON SOSPETTI, IL TUO "DISGRAZIATO" SITO SUGGERIVA ALLA MELONI DI NON CURARSI DEGLI ATTACCHI STRUMENTALI MA DI PREOCCUPARSI DI CREARE INTORNO A SÉ UNA CLASSE DIRIGENTE CAPACE E CREDIBILE. ORA PURTROPPO I FATTI TI DANNO RAGIONE, COME È POSSIBILE AVERE AL GOVERNO I DELMASTRO E DONZELLI, DUE GIANNI E PINOTTO DELLA POLITICA? SE PER GRATITUDINE LA MELONI NON NE CHIEDE LE DIMISSIONI, DOVREBBERO DARLE LORO PER CORRETTEZZA E PER TOGLIERE ARGOMENTI ALLA SINISTRA CHE APPOGGIA COSPITO E COMPAGNI...