SCHOLZ NEL BUNKER – IL CANCELLIERE TEDESCO, A DIFFERENZA DI MACRON, NON FA IL KAMIKAZE: NONOSTANTE IL TRACOLLO ALLE EUROPEE, DOVUTO PIÙ CHE ALTRO A RAGIONI ECONOMICHE (LA GERMANIA È IN RECESSIONE), RIMARRÀ AL SUO POSTO. ANZI, OSPITA ZELENSKY E RILANCIA SUGLI AIUTI ALL'UCRAINA: "IL FUTURO DI KIEV È NELL'UE". E RIBADISCE IL NO ALL’ESTREMA DESTRA, IN CASA E NELL'UE: “BISOGNA RICACCIARLI INDIETRO” - A BRUXELLES LA SPD METTE IL VETO SULL’ALLARGAMENTO "UFFICIALE" DELLA MAGGIORANZA AI CONSERVATORI, MA NON SULL’APPOGGIO “PERSONALE” DELLA MELONI...

-

Condividi questo articolo


SCHOLZ, NON CI SARÀ NESSUNA PACE DETTATA DA PUTIN

volodymyr zelensky olaf scholz volodymyr zelensky olaf scholz

(ANSA) - Non ci sarà "nessuna vittoria militare" e "nessuna pace dettata" da Vladimir Putin nella guerra in Ucraina. Lo ha detto il cancelliere tedesco Olaf Scholz in apertura della conferenza per la ricostruzione dell'Ucraina a Berlino, alla presenza di Volodymyr Zelensky.

 

SCHOLZ, CHIEDO A TUTTI DI AIUTARE KIEV NELLA DIFESA AEREA

(ANSA) -- "Vorrei chiedere a tutti di sostenere l'Ucraina nella difesa aerea. Perché la migliore ricostruzione è quella che non deve cominciare mai". Lo ha detto Olaf Scholz alla conferenza per la ricostruzione dell'Ucraina a Berlino. (ANSA).

 

SCHOLZ, IL FUTURO DELL'UCRAINA È IN UE, E QUESTO VALE

(ANSA) - "Il futuro dell'Ucraina è nell'Ue e questo vale". Lo ha detto Olaf Scholz a Berlino, alla conferenza di ricostruzione dell'Ucraina.

 

SCHOLZ

Estratto dell’articolo di Mara Gergolet per il “Corriere della Sera”

 

OLAF SCHOLZ VOTA PER LE ELEZIONI EUROPEE OLAF SCHOLZ VOTA PER LE ELEZIONI EUROPEE

«Non ci abbiamo pensato neppure un secondo». Così risponde il portavoce del cancelliere Olaf Scholz, quando la mattina dopo la disfatta gli viene chiesto se si andrà alle elezioni anticipate. No, è la risposta, perché la Germania non è la Francia.

 

E quindi il cancelliere riparte dalla riunione di crisi dei socialdemocratici alla Willy Brandt Haus. Analizzare la sconfitta e tenere le conclusioni per sé, tra la cerchia ristretta: questo è lo stile del cancelliere che il Paese forse non apprezza ma che ha certamente imparato a conoscere. Opposto, anche in questo, […] ad Emmanuel Macron. È solo nel pomeriggio, a 24 ore dalla sconfitta, che il cancelliere dice finalmente la sua quando riceve il presidente cileno, Gabriel Boric e non sfugge più ai giornalisti.

 

ursula von der leyen olaf scholz ursula von der leyen olaf scholz

«Non si può — ammette — tornare semplicemente al business as usual ». Ripete che l’avanzata dell’estrema destra lo preoccupa e che questi partiti non vanno normalizzati.

«Non riuscirò mai ad abituarmi a questo, ci si deve sempre impegnare a ricacciarli indietro».

 

Non sarà business as usual , ma la Spd sembra aver deciso di non cambiare niente, o almeno di non cambiare squadra. Sia il segretario Kevin Kühnert che il presidente Lars Klingbeil si sono detti «abbastanza sicuri» di avere ancora il sostegno dei compagni.[…] Avanti con giudizio, quindi. D’altronde, che senso avrebbe cambiare cancelliere (il nome è sempre lo stesso, il ministro della Difesa Boris Pistorius), bruciando un candidato popolare per un governo impopolare?

 

giorgia meloni olaf scholz 2 giorgia meloni olaf scholz 2

Scholz si è concentrato su quello che più gli piace fare, studiare i dossier. Ne ha di impegnativi. A Berlino è arrivato Zelensky, che oggi parlerà al Bundestag, prima dell’avvio della Conferenza per la ricostruzione dell’Ucraina. C’è il G7 alle porte, e tra pochi giorni a Monaco si aprono gli Europei di calcio. Prima, però, la partita più importante […] è sulle nomine europee. Sarà lui, con il premier spagnolo Pedro Sánchez, il negoziatore capo dei socialisti europei, come il polacco Donald Tusk […] e il greco Kyriakos Mitsotakis lo saranno dei popolari.

 

[…] Così ieri il cancelliere ha ribadito quali sono le linee rosse per il governo tedesco: «La presidenza della Commissione deve basarsi su una maggioranza democratica di partiti democratici tradizionali nel Parlamento europeo». Quindi, von del Leyen può essere il candidato Spd (e del governo tedesco) se non chiederà i voti alle estreme destre.

emmanuel macron olaf scholz emmanuel macron olaf scholz

 

Ma in questo argine formale nulla vieta che al livello del Consiglio Ue (ossia dei primi ministri, cui ricordiamo spetta la nomina) Giorgia Meloni personalmente appoggi von der Leyen. Questo veto Berlino non l’ha posto, né può farlo. E può essere la quadratura del cerchio. I tempi, negli auspici di Scholz, potrebbero essere brevi. […]  La partita in Europa, viste anche le scarse opzioni, alla fine potrebbe essere più agevole per il cancelliere di quella che si giocherà in casa, per la sopravvivenza, già nei prossimi mesi.

olena zelenska volodymyr zelensky olaf scholz olena zelenska volodymyr zelensky olaf scholz olaf scholz olaf scholz OLAF SCHOLZ KEBABBARO OLAF SCHOLZ KEBABBARO giorgia meloni olaf scholz 1 giorgia meloni olaf scholz 1 emmanuel macron olaf scholz emmanuel macron olaf scholz britta ernst olaf scholz britta ernst olaf scholz olaf scholz in cina 1 olaf scholz in cina 1 emmanuel macron olaf scholz emmanuel macron olaf scholz

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DOVE ABBIAMO GIÀ VISTO LA VERSIONE SPECIALE DELLA FIAT 500 CON CUI GIORGIA MELONI È ARRIVATA SUL PRATO DI BORGO EGNAZIA? È UN MODELLO SPECIALE REALIZZATO DA LAPO ELKANN E BRANDIZZATO “GARAGE ITALIA”. LA PREMIER L’HA USATA MA HA RIMOSSO IL MARCHIO FIAT – A BORDO, INSIEME ALLA DUCETTA, L’INSEPARABILE PATRIZIA SCURTI E IL DI LEI MARITO, NONCHÉ CAPOSCORTA DELLA PREMIER – IL POST DI LAPO: “È UN PIACERE VEDERE IL NOSTRO PRIMO MINISTRO SULLA FIAT 500 SPIAGGINA GARAGE ITALIA DA ME CREATA...”

SCURTI, LA SCORTA DI GIORGIA - SEMPRE "A PROTEZIONE" DELLA MELONI, PATRIZIA SCURTI GIGANTEGGIA PERSINO AL G7 DOVE È...ADDETTA AL PENNARELLO - LA SEGRETARIA PERSONALE DELLA DUCETTA (LE DUE SI ASSOMIGLIANO SEMPRE DI PIU' NEI LINEAMENTI E NEL LOOK) ERA L’UNICA VICINA AL PALCO: AVEVA L'INGRATO COMPITO DI FAR FIRMARE A BIDEN & FRIENDS IL LOGO DEL SUMMIT - IL SOLO CHE LE HA RIVOLTO UN SALUTO, E NON L'HA SCAMBIATA PER UNA HOSTESS, È STATO QUEL GAGA'-COCCODE' DI EMMANUEL MACRON, E LEI HA RICAMBIATO GONGOLANDO – IL SELFIE DELLA DUCETTA CON I FOTOGRAFI: “VI TAGGO TUTTI E FAMO IL POST PIU'…” - VIDEO

LA SORA GIORGIA DOVRÀ FARE PIPPA: SULL'ABORTO MACRON E BIDEN NON HANNO INTENZIONE DI FARE PASSI INDIETRO. IL TOYBOY DELL'ELISEO HA INSERITO IL DIRITTO ALL'INTERRUZIONE DI GRAVIDANZA IN COSTITUZIONE, E "SLEEPY JOE" SI GIOCA LA RIELEZIONE CON IL VOTO DELLE DONNE - IL PASTROCCHIO DELLA SHERPA BELLONI, CHE HA FATTO SCOMPARIRE DALLA BOZZA DELLA DICHIARAZIONE FINALE DEL G7 LA PAROLA "ABORTO", FACENDO UN PASSO INDIETRO RISPETTO AL SUMMIT DEL 2023 IN GIAPPONE, È DIVENTATO UN CASO DIPLOMATICO - FONTI ITALIANE PARLANO DI “UN DISPETTO COSTRUITO AD ARTE DA PARIGI ”

DAGOREPORT! GIORGIA MELONI È NERVOSA: GLI OCCHI DEL MONDO SONO PUNTATI SU DI LEI PER IL G7 A BORGO EGNAZIA. SUL TAVOLO DOSSIER SCOTTANTI, A PARTIRE DALL’UTILIZZO DEGLI ASSET RUSSI CONGELATI PER FINANZIARE L’UCRAINA - MINA VAGANTE PAPA FRANCESCO, ORMAI A BRIGLIE SCIOLTE – DOPO IL G7, CENA INFORMALE A BRUXELLES TRA I LEADER PER LE EURONOMINE: LA DUCETTA ARRIVA DA UNA POSIZIONE DI FORZA, MA UNA PARTE DEL PPE NON VUOLE IL SUO INGRESSO IN  MAGGIORANZA - LA SPACCATURA TRA I POPOLARI TEDESCHI: C'È CHI GUARDA A DESTRA (WEBER-MERZ) E CHI INORRIDISCE ALL'IDEA (IL BAVARESE MARKUS SODER) - IL PD SOGNA UN SOCIALISTA ITALIANO ALLA GUIDA DEL CONSIGLIO EUROPEO: LETTA O GENTILONI? - CAOS IN FRANCIA: MACRON IN GUERRA CON LE PEN MA I GOLLISTI FLIRTANO CON LA VALCHIRIA MARINE