NELLE SEGRETE DEL VATICANO - D'ORA IN POI SE PIGNATONE CONDANNERÀ QUALCUNO A PENE DETENTIVE, DA QUALCHE PARTE SI APRIRANNO LE PATRIE GALERE. FINORA ANCHE DAVANTI A UN REO CONFESSO PER PEDOPORNOGRAFIA, CONDANNATO A 5 ANNI, LA SANZIONE È STATA SOLO SIMBOLICA. IL VATICANO DISPONE SOLO DI DUE CELLE, ARREDATE CON OTTOCENTESCHI TAVOLACCI. I MASCHI VENIVANO, PER COSÌ DIRE, TRATTENUTI NEL CONVENTO DEI FRATI MINORI; E NEL CASO DI UNA SIGNORA VENNE APPRONTATA UNA STANZA NEI LOCALI DELLA GENDARMERIA

-

Condividi questo articolo

Filippo Di Giacomo per “il Venerdì - la Repubblica

 

giuseppe pignatone giuseppe pignatone

Quale spettro agita i cuori sensibili del Vaticano? Un fatto passato in sordina e ricordato, en passant, nella scheda fornita dalla segreteria di Stato a gennaio, quando il pontefice ha ricevuto il corpo diplomatico per gli auguri di buon anno. Il 15 gennaio 2019, la Santa Sede ha aderito, a nome e per conto dello Stato della Città del Vaticano, alla Convenzione del Consiglio d' Europa sul trasferimento delle persone condannate (21 marzo 1983), e al Protocollo addizionale alla Convenzione sul trasferimento dei condannati (18 dicembre 1997), e ha quindi ratificato il Protocollo di emendamento del Protocollo addizionale alla Convenzione sul trasferimento dei condannati (22 novembre 2017).

 

Cosa comporta, lo si legge al numero 112 del trattato dove viene stabilito che, per favorire il reinserimento delle persone condannate alla prigione in uno degli Stati aderenti, uno straniero può scontare la pena nel Paese d' origine. Insomma, d' ora in poi quando i tribunali vaticani condanneranno qualcuno a pene detentive, da qualche parte si apriranno le patrie galere.

 

MONSIGNOR VALLEJO BALDA MONSIGNOR VALLEJO BALDA

Sinora nei processi relativi alle brutte vicende narrate dalla cronaca, le pene stabilite non hanno superato il livello simbolico; anche nel caso di Carlo Alberto Cappella, reo confesso di pedopornografia, condannato a cinque anni. Il Vaticano dispone solo di due celle, arredate con ottocenteschi tavolacci, al piano terra della palazzina dei penitenzieri, motivo per cui i maschi venivano, per così dire, trattenuti nel convento dei frati minori che officiano in San Pietro; e nel caso di una signora venne approntata una stanza nei locali del comando della gendarmeria.

Ora al nuovo presidente del tribunale vaticano, Giuseppe Pignatone, non mancano gli strumenti. Sempre che sia lasciato libero di usarli.

 

Condividi questo articolo

politica

VOLANO GLI STRACCI TRA GOVERNO E REGIONI SUL DIFFONDERSI DEL CONTAGIO DA CORONAVIRUS. J’ACCUSE DI CONTE: "IL FOCOLAIO PERCHÉ UN OSPEDALE NON HA SEGUITO I PROTOCOLLI. PRONTI A INTERVENIRE SUI POTERI DEI GOVERNATORI. NON È POSSIBILE CHE TUTTE LE REGIONI VADANO IN ORDINE SPARSO”. IL PRESIDENTE DELLA LOMBARDIA FONTANA AL CONTRATTACCO: "PAROLE IN LIBERTA’, LE SUE IDEE IRRICEVIBILI E OFFENSIVE". DALLA LEGA: "IL PREMIER DICE COSE DA FASCISTA". SOSPESO IL PAGAMENTO DELLE TASSE NELLE ZONE ROSSE