SENATO, CRAVATTE AL BANDO (MILIONARIO) – ITALIANI DOC ALLA LONDON SCHOOL OF ECONOMICS – ALIBERTI BIPARTISAN PUBBLICA LA CARFAGNA E LA D’ADDARIO – INGRAO FA 95 – A ROVIGO IL SOLE PARLA AMERICANO – DERIVATI: A PROCESSO BASSOLINO JR. - SI VOLA ITALIANO TRA LONDRA E LE FALKLAND – METTI UN SIRONI AL PIRELLONE – ARSENICO POTABILE – L’UDC GIOCA AL LOTTO…

Condividi questo articolo


A cura di Enrico Arosio e Paolo Forcellini per "L'espresso"

SCHIFANISCHIFANI

1 - SENATO, CACCIA ALLA CRAVATTA...
Le regole sull'abbigliamento maschile per entrare in Senato sono rigide: la cravatta è d'obbligo. La norma fu sancita da Francesco Cossiga nel 1984 quando era presidente a Palazzo Madama. Così l'attuale presidente Renato Schifani e i questori dispongono ogni anno l'acquisto di una cinquantina di cravatte. Poco costose, già annodate e dai colori più disparati, sono in dotazione alle tre entrate del palazzo e i commessi, accertato che la persona accreditata - senatore, portaborse, giornalista, visitatore - ne è priva, gliene forniscono una e registrano sul terminale che all'uscita la persona è tenuta a riconsegnarla.

SCHIFANI E MOGLIESCHIFANI E MOGLIE

Il problema è che almeno una trentina di queste cravatte ogni anno non sono restituite. "Non è una gran perdita", osserva il senatore questore Benedetto Adragna del Pd, "vista la scarsa qualità non le mandiamo neanche in lavanderia, ci costerebbe di più la pulitura". Di qualità certo superiore saranno le cravatte messe di recente a bando per un appalto per la fornitura di uniformi, camicie, calze, collant e scarpe per il personale ausiliario del Senato. Un appalto di circa 1,2 milioni di euro che comprende 336 cravatte e 444 papillons. Cravatte e papillons che vanno indossate anche dal personale femminile. Ma un gruppo di commesse ha formalizzato una richiesta ai questori: chiedono di poter trasgredire, a volte, al ferreo regolamento e indossare un più femminile foulard. D. Per.

2 - FIRENZE - NIENTE FERIE PER LO STADIO...
Il clou a metà giugno sarà il concerto di Luciano Ligabue, rockstar molto amata tra gli altri dall'allenatore della Fiorentina Cesare Prandelli. Finito il campionato lo stadio Franchi, unico in Italia, non andrà in ferie. La Fiorentina ha ottenuto la sua gestione anche per i mesi estivi per organizzarci l'Estate Viola, un ricco programma di concerti, giochi, ristorazione, maxischermi per i mondiali che dovrebbe coinvolgere fino a 8 mila persone. Così i Della Valle anticipano il progetto della Cittadella, un insediamento a nord-est di Firenze, nei terreni di Fondiaria, che su oltre 70 ettari dovrebbe prevedere un nuovo stadio, ristoranti e centri commerciali. M. La.

3 - ITALIANI A LONDRA, DA EINAUDI A CAPELLO...
Un pianista in cattedra alla London School of Economics. Dopo il trionfale concerto alla Royal Albert Hall, ai primi di marzo Ludovico Einaudi è stato ospite alla Shaw Library della Lse, dove davanti a 200 stipatissimi studenti e docenti ha raccontato della sua carriera artistica e suonato.

MATTEO RENZI - Copyright PizziMATTEO RENZI - Copyright Pizzi

Einaudi è sbucato tra gli economisti su iniziativa della Italian Society. L'associazione degli studenti italiani, presieduta da Luca Faloni, di recente ha ospitato Massimo D'Alema e Beppe Grillo, a maggio ha in programma Marco Travaglio e l'editore Carlo De Benedetti, mentre il governatore di Bankitalia Mario Draghi ancora non ha trovato uno spazio in agenda.

Ludovico EinaudiLudovico Einaudi

Più avanti sono attesi Gianfranco Fini e Vittorio Colao. Ancora da negoziare, invece, l'invito a Giulio Tremonti. E, per la gioia del direttore della London School, Howard Davies, gran tifoso del Manchester City, quello ai due coach italiani in Britannia, Roberto Mancini e Fabio Capello. E. A.

4 - DUE CUORI E UN EDITORE...
La casa editrice Aliberti può vantarsi di un delizioso record. Ha pubblicato le fatiche letterarie di due donne che, ognuna a suo modo, hanno avuto a che fare con Silvio Berlusconi: il ministro Mara Carfagna e la escort Patrizia D'Addario. Vista la moltitudine femminile intorno al premier, il genere non è ancora una collana ma potrebbe diventarlo. D. P.

5 - SPECULAZIONE A MANTOVA - A COLPI DI PERIZIE...
Il futuro di Mantova rischia di essere deciso da un arrestato per corruzione. Al centro del caso c'è la maxi-lottizzazione da 185 mila metri cubi in cantiere sulle rive del lago che domina il centro storico: una colata di cemento che minaccia il paesaggio simbolo della città immortalato dal Mantegna. Dopo le proteste di cittadini e associazioni, il mega-progetto è stato bloccato dal sindaco Fiorenza Brioni con l'appoggio della Soprintendenza.

FABIO CAPELLOFABIO CAPELLO

A quel punto l'immobiliare Lagocastello srl, rappresentata dal costruttore calabrese Antonio Muto, ricorre ai giudici amministrativi, che affidano la perizia decisiva a un docente del Politecnico di Milano. Il 29 luglio 2009, però, la sesta sezione del Consiglio di Stato accoglie a sorpresa l'obiezione dell'immobiliare: il professore viene ricusato, per presunti legami con il Comune di Mantova (smentiti da entrambi).

mara carfagna poppe lapmara carfagna poppe lap

E al suo posto, "per garantire assoluta serenità", viene nominato l'ingegner Fabio De Santis, del Provveditorato alle Opere Pubbliche della Toscana. Il 26 gennaio De Sanctis deposita la sua super-perizia, che dà ragione alla Lagocastello: trattandosi di "area di sviluppo in espansione", non servirebbe alcuna "valutazione d'impatto ambientale". Un verdetto che spiazza la Brioni, ricandidata per il Pd. Ma intanto, pochi giorni dopo, proprio De Sanctis finisce in carcere come presunto affiliato alla 'cricca' delle grandi opere. In teoria la sua perizia resta valida, ma il Comune chiederà un nuovo perito: non detenuto. P. B.

6 - INGRAO A QUOTA 95...
Chi si rivede, l'antico operaista. Il 30 marzo, in onore dei 95 anni di Pietro Ingrao, decano della sinistra italiana, Mario Tronti parla di 'Persona e politica' a Palazzo Montecitorio alla presenza del presidente della Repubblica e del presidente della Camera Fini. L'indomani, mercoledì 31 alle 18, Ingrao viene festeggiato anche in musica, nella Sala Petrassi dell'Auditorium, con letture di Anna Bonaiuto e Giovanni Lombardo Radice.

7 - IL SOLE A ROVIGO È AMERICANO...
Centoventi campi di calcio ricoperti da pannelli solari. Il più grande parco fotovoltaico d'Europa sorgerà in provincia di Rovigo, fra San Bellino e Castelguglielmino. Avrà una superficie di 850 mila metri quadri e lo realizzerà la SunEdison, leader nei servizi di energia solare nel Nord America. La potenza dell'impianto sarà di 72 mega watt, la maggiore in Europa, superiore a quello di 60 Mw di Olmedilla in Spagna e di 53 di Lieberose in Germania.

Il calendario 2004 di Patrizia D'Addario realizzato dai fotografi Nicola e Giulio FerranteIl calendario 2004 di Patrizia D'Addario realizzato dai fotografi Nicola e Giulio Ferrante

SunEdison realizzerà il progetto in partnership con il Banco Santander, con un investimento di 250 milioni di euro e occuperà circa 350 persone. La produzione di energia inizierà nella seconda metà di quest'anno. Solo nel primo anno di attività, si produrrà energia per oltre 17 mila famiglie con un risparmio di 41mila tonnellate di CO2, pari a 8 mila automobili. I terreni sono classificati come area industriale e l'impianto è sostenuto da Comuni, Provincia e Regione. P. T.

8 - BANCHE E TRIBUNALI, ASPETTANDO BASSOLINO JR.

Il 6 maggio, quando Gaetano Bassolino dovrà lasciare la dorata vita londinese per scendere a Milano, non sarà per proporre investimenti creativi a qualche assessore. Il figlio del governatore campano dovrà presentarsi al processo per la truffa dei derivati al Comune di Milano, nel quale figura tra gli imputati come banchiere di Ubs.

ing26 pietro ingraoing26 pietro ingrao

Trentacinque anni, sorriso pronto, Bassolino junior è descritto dai colleghi del segmento Public Sector delle altre banche d'affari come un banker preparato, serio, per nulla sbruffone anche se il cognome gli apriva parecchie porte nella vendita dei derivati alla Pubblica Amministrazione. Sulla piazza di Londra, invece, è più noto per la vocazione festaiola e l'ospitalità tutta napoletana. F. B.

9 - BUON VENTO ALLA MADDALENA...
L'Arsenale della Maddalena è stato tormentato dagli scandali intorno al G8 mancato. Ma ora la struttura progettata da Boeri Architetti c'è, e va fatta vivere. Una buona notizia è che Carlo Croce, presidente della Federazione italiana vela, intende inserirla tra le prime location, con Campione del Garda, della futura rete di centri federali dove si allenano gli atleti. Si pensa a una base Fiv presidiata tutto l'anno, dal 2011.

Gaetano bassolinoGaetano bassolino

Si uscirebbe, così, dalla logica del singolo evento (dal 22 maggio La Maddalena ospiterà le regate della Vuitton Cup). E si tornerebbe al modello di sviluppo proposto dall'ex governatore Renato Soru: creare un polo nautico e turistico polifunzionale e iniziare l'isola a un nuovo futuro economico. E. A.

10 - PER D'ALÌ NON FINISCE QUI...
Il giudice non archivia l'inchiesta sull'ex sottosegretario Antonio D'Alì, senatore del Pdl, accusato dalla Procura di Palermo di concorso esterno in associazione mafiosa. Per il gip ci sono gli estremi per proseguire l'indagine che coinvolge l'attuale presidente della commissione Ambiente; il magistrato ha convocato le parti per un'udienza camerale l'8 aprile, in cui verrà deciso se andare avanti con gli accertamenti. D'Alì, che ha una "grande passione" per la Protezione civile, è accusato di essere in contatto con esponenti mafiosi trapanesi dai quali avrebbe ricevuto anche appoggio politico.

CASINICASINI

Nelle scorse settimane, dopo che 'L'espresso' ha riportato la notizia che l'esponente del Pdl era indagato per mafia, D'Alì aveva reagito annunciando querele perché si sentiva diffamato. Subito dopo, però, gli è arrivata la notifica del tribunale per rispondere di concorso esterno in associazione mafiosa. L. A.

11 - COLLEGAMENTI AEREI - GALLARATE FALKLAND...
Una compagnia italiana garantisce il ponte aereo tra la Gran Bretagna e le Falkland. Mentre nell'Atlantico si riaccende la tensione tra Londra e Buenos Aires, Air Italy si è assicurata il contratto per la navetta che trasporta i militari di Sua Maestà di stanza nelle isolette. Il vettore charter di Gallarate, creato dal comandante Giuseppe Gentile, fornisce al ministero della Difesa britannico due voli settimanali. La navetta italiana è stata presentata come una soluzione provvisoria, dopo il fallimento della Flygoblespan che aveva vinto l'appalto. G. D. F.

12 - UN SIRONI BORGHESE...
Non può dirsi uno scoop, ma quasi. A Milano viene esposto nell'atrio del Pirellone, sede della Regione, un'opera di Mario Sironi, 'Ritratto di Carlo Carvaglio' del 1933, largamente sconosciuta persino agli esperti. Tre i motivi d'interesse. Primo, la tela (di grande formato, 200 per 120) è da sempre relegata nella quadreria dell'Ospedale Maggiore, non il luogo migliore per un maestro del Novecento.

CASINICASINI

Secondo, l'opera è poco sironiana, quasi espressionista nel tratto ma con una composizione da ritratto borghese e pensoso, agli antipodi dell'iconografia fascista e del classicismo eroico di quegli anni ('Operaio', 'Lo scaricatore'). Terzo, ci ricorda un benefattore cattolico dimenticato, Carvaglio, la cui figlia, all'epoca, si lamentò col consiglio ospedaliero perché il padre le risultava effigiato "in modo troppo sommario e rude, poco adatto a rievocarne l'animo dolce, mite e melanconico". Sironi fu convocato in ospedale per discuterne ma, roccioso qual era, si rifiutò di rimettervi mano. L. Q.

13 - L'AQUILA: E I MONUMENTI ASPETTANO...

La 'lista di nozze', come l'aveva chiamata Berlusconi, ha fatto flop. A un anno dal terremoto dell'Aquila, dei 44 monumenti gravemente danneggiati per i quali il governo aveva chiesto l'aiuto degli "amici stranieri", solo 12 sono stati adottati e le cifre raramente coprono l'importo necessario al restauro. Del tutto orfani gli interventi più costosi come la Fortezza spagnola (50 milioni, promessi da Zapatero) o San Bernardino (36 milioni), su cui il presidente del Montepaschi, Mussari, s'era impegnato in diretta tv con Bruno Vespa.

PIERFERDINANDO CASINIPIERFERDINANDO CASINI

Non pervenuti neppure Usa, Cina e Giappone. Leali Russia (Palazzo Ardinghelli) e Francia (50 per cento delle Anime Sante). "C'è un ulteriore nutrito elenco di beni in via di adozione", ha assicurato il sottosegretario Pizza, rispondendo a un'interrogazione. Fosse stato davvero uno sposalizio, si direbbe che gli invitati hanno disertato la cerimonia. P. Fa.

14 - RISORSE IDRICHE - ARSENICO E VECCHI TRUCCHETTI...

Per arsenico, boro e fluoruro nell'acqua potabile arriva il via libera dal ministero della Salute. Il 6 marzo la 'Gazzetta Ufficiale' ha pubblicato l'ordinanza con la quale Ferruccio Fazio registra l'ennesima deroga al decreto 31 del 2001 sulla salubrità delle acque fornite dagli acquedotti. Il provvedimento interessa Campania, Lazio, Lombardia, Toscana, Umbria e Trentino-Alto Adige ed è stato sottoposto al parere della Commissione Ue.

A Bruxelles sono abituati alle richieste italiane, dovute all'inadeguatezza degli acquedotti, e hanno posto un termine ultimativo al 2012. Dopo la proroga della deroga non potrà più essere chiesta, anche se è difficile pensare che, dopo dieci anni di rinvii, due anni bastino a rimettere a posto i parametri. Il più derogato è quello dell'arsenico: non dovrebbe superare i 10 microgrammi al litro mentre in alcuni impianti l'elemento, componente di erbicidi, pesticidi e insetticidi, arriva fino a 50 microgrammi. La depurazione dell'acqua potabile resta uno dei maggiori deterrenti di costo per i privati interessati alla gestione delle risorse idriche in base al decreto Ronchi. G. T.

15 - AMBASCIATORI IN BELGIO, BETTARINI RADDOPPIA...

Al posto del rimosso Sandro Maria Siggia, coinvolto nel caso Di Girolamo, il governo ha scelto per l'ambasciata italiana di Bruxelles Roberto Bettarini. Nei curricula delle due feluche spiccano esperienze simili: Siggia era stato capo di gabinetto del ministro per gli Italiani nel Mondo, l'esponente di An Mirko Tremaglia; Bettarini, invece, era stato consigliere diplomatico di Francesco Storace quanto questi, allora uomo di punta di An, fu presidente della Regione Lazio e poi ministro della Sanità.

Il nuovo incarico a Bettarini è arrivato mentre reggeva l'ambasciata di Lussemburgo: un caso anomalo, poiché di norma non si ricoprono due incarichi ambasciatoriali di seguito, tra l'uno e l'altro deve passare un periodo di permanenza alla Farnesina. Ma evidentemente le sue doti politiche hanno convinto il governo che non fosse il caso di andare troppo per il sottile. T. M

16 - SCOMMESSE LOTTO, TRADITI DA NAPOLI...
Lotto sulla ruota dell'Udc. Il partito di Casini sta per intraprendere una battaglia per ridare popolarità alle estrazioni: caso emblematico quello di Napoli, dove si è passati dal bagno di folla per i numeri 'tirati' dal bambino bendato nella sede storica del Grande Archivio ai soli due esponenti del Codacons durante le tre estrazioni settimanali elettroniche effettuate in un anonimo appartamento. Al distacco tra 'popolo' e fase dell'estrazione viene anche imputato il calo delle scommesse, intorno al 4 per cento. Così Lottomatica e Rai verranno invitate dall'Udc a effettuare almeno un'estrazione in piazza. M. F.

 

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT - UN PUCCINI ALL’IMPROVVISO! – SCOOP! UN BRANO INEDITO DI GIACOMO PUCCINI SARA’ ESEGUITO PER LA PRIMA VOLTA AL LUCCA CLASSICA MUSIC FESTIVAL, IL PROSSIMO 28 APRILE – COMPOSTO NEL 1877 DA UN GIOVANE PUCCINI, S’INTITOLA “I FIGLI DELL’ITALIA BELLA – CESSATO IL SUO DELL’ARMI”: ERA RIMASTO A LUNGO “NASCOSTO”, POI DISPONIBILE SOLO IN FORMA INCOMPIUTA E, INFINE, RIPORTATO ALLA LUCE NELLA SUA INTEGRITA’ GRAZIE AL CENTRO STUDI PUCCINI – IL MISTERO DIETRO ALLA PARTITURA E I DIRITTI AQUISITI ORA DAL CONSERVATORIO “LUIGI BOCCHERINI” DI LUCCA...

DAGOREPORT – IL DIAVOLO TRA DUE FUOCHI. IL MATRIMONIO TRA LOPETEGUI E IL MILAN È A UN PASSO. L’ACCORDO ECONOMICO È STATO TROVATO. MA PER L’ARRIVO DEL BASCO AL POSTO DI STEFANO PIOLI MANCA L'OK DI IBRAHIMOVIC, NOMINATO DA CARDINALE SUO PLENIPOTENZIARIO NEL CLUB – ZLATAN SPINGE PER ANTONIO CONTE, SOLUZIONE PIÙ GRADITA ALLA PIAZZA, IN CERCA DI UN MISTER CON GLI ATTRIBUTI (E LOPETEGUI IN SPAGNA È DETTO “EL CAGON”…) – RIUSCIRÀ IBRA A CONVINCERE LA SOCIETÀ A PUNTARE SU UN TECNICO DALLA PERSONALITÀ STRARIPANTE E MOLTO COSTOSO?

MADONNA? EVITA-LA! – QUELLA VOLTA CHE MADONNA VENNE A ROMA PER LA PRIMA DI “EVITA’’ E SI INCAZZÒ FACENDO ASPETTARE IL PUBBLICO PER UN’ORA E MEZZO - IL PATTO ERA CHE SUA FIGLIA, LOURDES, VENISSE BATTEZZATA NEGLI STESSI GIORNI DAL PAPA ALLA PRESENZA DEL PADRE, CHE SI CHIAMAVA JESUS - IL PRODUTTORE VITTORIO CECCHI GORI CONOSCEVA UN CARDINALE: “PRONTO, AVREI MADONNA, L’ATTRICE, CHE VORREBBE BATTEZZARE LA FIGLIA, LOURDES, COL PADRE, JESUS… E SE FOSSE DISPONIBILE IL PAPA…” – VIDEO

DAGOREPORT - CON AMADEUS, DISCOVERY RISCHIA: NON È UN PERSONAGGIO-FORMAT ALLA STREGUA DI CROZZA E FAZIO. È SOLO UN BRAVISSIMO CONDUTTORE MA SENZA UN FORMAT FORTE CHE L’ACCOMPAGNI, SARÀ DURISSIMA FAR DIGITARE IL TASTO 9. NELLA TV DI OGGI I PRODUTTORI DI CONTENUTI VENDONO CHIAVI IN MANO IL PACCHETTO FORMAT+CONDUTTORE ALLE EMITTENTI - ALLA CRESCITA DI DISCOVERY ITALIA, NEL 2025 SEGUIRA' ''MAX'', LA PIATTAFORMA STREAMING DI WARNER BROS-HBO CHE PORTERÀ A UNA RIVOLUZIONE DEL MERCATO, A PARTIRE DALLA TORTA PUBBLICITARIA. E LE RIPERCUSSIONI RIMBALZERANNO SUI DIVIDENDI DI MEDIASET E LA7 - A DIFFERENZA DI RAI E IN PARTE DI MEDIASET, DISCOVERY HA UNA STRUTTURA SNELLA, SENZA STUDI DI REGISTRAZIONE, SENZA OBBLIGHI DI ASSUNZIONI CLIENTELARI NÉ DI FAR TALK POLITICI - LIBERI DI FARE UN CANALE5 PIÙ GIOVANE E UN’ITALIA1 PIÙ MODERNA, IL PROSSIMO 9 GIUGNO DOVRANNO DECIDERE SE FARE O MENO UNO SPAZIO INFORMATIVO. NEL CASO IN CUI PREVARRA' IL SÌ, SARÀ UN TG MOLTO LEGGERO, UNA SORTA DI ANSA ILLUSTRATA (E QUI RICICCIA L'OPZIONE ENRICO MENTANA)    

DAGOREPORT – L’INTELLIGENCE DI USA E IRAN HANNO UN PROBLEMA: NETANYAHU - L'OPERAZIONE “TERRORISTICA” CON CUI IL MOSSAD HA ELIMINATO IL GENERALE DELLE GUARDIE RIVOLUZIONARIE IRANIANE NELL'AMBASCIATA IRANIANA A DAMASCO E LA SUCCESSIVA TENSIONE CON TEHERAN NON È SPUNTATA PER CASO: È SERVITA AL PREMIER ISRAELIANO A "OSCURARE" TEMPORANEAMENTE LA MATTANZA NELLA STRISCIA DI GAZA, CHE TANTO HA DANNEGGIATO L'IMMAGINE DI ISRAELE IN MEZZO MONDO - NETANYAHU HA UN FUTURO POLITICO (ED EVITA LA GALERA) SOLO FINCHÉ LA GUERRA E LO STATO D'ALLARME PROSEGUONO...