SI FA PRESTO A DIRE CONSENZIENTE - BELPIETRO: “PARVIN TADJIK, LA MOGLIE DI BEPPE GRILLO, IERI HA PRATICAMENTE DATO DELLA PUTTANA ALLA RAGAZZA CHE ACCUSA SUO FIGLIO E I SUOI AMICI DI AVERLA VIOLENTATA. UN PADRE E UNA MADRE HANNO IL DIRITTO DI DIFENDERE IL PROPRIO FIGLIO, MA C’È UN LIMITE, ED È L’OFFESA DELLA VITTIMA” - “È RIVOLTANTE ANCHE IL SILENZIO DEI BIG GRILLINI, QUELLI CHE IN PARLAMENTO SONO ARRIVATI AL GRIDO DI ‘ONESTÀ, ONESTÀ’. CONSENZIENTI ANCHE LORO?”

-

Condividi questo articolo


Maurizio Belpietro per "La Verità"

il figlio di grillo il figlio di grillo

 

Una donna che parla di un'altra donna. Una donna di 62 anni che parla di una ragazza appena maggiorenne e definisce consenziente il sesso di quest' ultima con quattro coetanei. Non siamo moralisti, ma una giovane che si dedica a un' orgia, al sesso di gruppo, per il comune senso del pudore è considerata una puttana.

 

Ecco, ParvinTadjik, moglie di Beppe Grillo, ieri ha praticamente dato della puttana alla ragazza che accusa suo figlio e i suoi amici di averla violentata. Era consenziente, ha sentenziato.

 

beppe grillo parvin tadjk ciro grillo beppe grillo parvin tadjk ciro grillo

Un video lo dimostra. Peccato che questo modo di dire sia tra le prove di accusa che la stessa Giulia Bongiorno, legale della giovane, ha intenzione di produrre davanti al giudice.

 

I giornalisti che si occupano di cronaca nera e spesso sono costretti a riferire casi di violenza sessuale, sanno che la difesa più abusata dagli stupratori è quella sentita l' altro ieri nel video del fondatore del Movimento 5 stelle e ribadita ieri dalla moglie.

 

BEPPE GRILLO NEL VIDEO A DIFESA DEL FIGLIO CIRO BEPPE GRILLO NEL VIDEO A DIFESA DEL FIGLIO CIRO

La ragazza era consenziente. Lo dissero anche i due carabinieri di Firenze che furono accusati di aver violentato due studentesse americane. Non hanno dato segno di non volere fare sesso quando ci siamo accostati a loro.

 

Certo, erano ubriache e non erano in grado di respingere i loro violentatori in divisa. Quelle due ragazze non erano nelle condizioni di resistere all' abuso: questo hanno appurato gli inquirenti e questo hanno sentenziato i giudici che hanno condannato i due uomini dell' Arma a 5 anni e 6 mesi e a 4 anni e 8 mesi.

alberto genovese alberto genovese

 

Si fa presto a dire consenziente. Lo ha detto anche Alberto Genovese delle sue giovani vittime, quelle a cui faceva consumare ogni genere di sostanza, per poi poterle avere inermi a sua disposizione, pronte per essere usate in ogni modo, come animali in trappola in una camera da letto sorvegliata a vista affinché nessuno disturbasse il padrone di casa durante i suoi «giochi».

 

Sì, tutte consenzienti. Le studentesse americane, le modelle della movida milanese, la minorenne che a La Spezia un anno fa venne abusata nel parco da due coetanei, la ragazza stuprata in spiaggia a Cagliari.

 

BEPPE GRILLO NEL VIDEO A DIFESA DEL FIGLIO CIRO BEPPE GRILLO NEL VIDEO A DIFESA DEL FIGLIO CIRO

 

 

Consenziente perfino l' educatrice di un centro per minori in provincia di Ravenna, rinchiusa in una stanza e violentata per una notte. L' ho scritto ieri: un padre ha il diritto di difendere il proprio figlio e così pure una madre.

 

Entrambi possono sostenere ciò che vogliono, arrivando a minimizzare e anche a negare i fatti. Tuttavia, c' è un limite al diritto di difesa del proprio pargolo ed è l' offesa della vittima. Beppe Grillo e sua moglie, sostenendo la tesi del sesso consenziente, un sesso praticato con violenza e con rapporti multipli con più ragazzi, stanno offendendo una ragazza. Si divertivano, secondo il comico.

 

giro grillo con gli amici giro grillo con gli amici

Una serata da coglioni, non da violentatori. Sono parole sue, di Grillo, e vergognandomene le riporto. Ma come si fa a ritenere pacifico, normale, che in quattro si siano «fatti» una ragazza. Come si fa a pensare che una giovane, dopo aver bevuto mezza bottiglia di vodka - peraltro non di sua spontanea volontà, ma costretta - possa essere in grado di difendersi o anche solo di capire che cosa le sta accadendo.

 

BEPPE GRILLO E GIUSEPPE #CONTE BEPPE GRILLO E GIUSEPPE #CONTE

D' accordo, un genitore crede sempre che il proprio figlio sia un angioletto, ma nel branco l' angioletto si può trasformare. Noi non siamo qui a fare il processo a Ciro Grillo e ai suoi amici: a quello, se sarà il caso, ci penseranno i giudici. Tuttavia, non vogliamo nemmeno che il processo lo facciano alla vittima i due genitori dell' indagato.

 

foto di ciro grillo foto di ciro grillo

È intollerabile. Già sopportiamo a malapena le scemenze che Grillo dice su argomenti di interesse generale, sull' economia, sulle strategie industriali, su quelle sociali. Ma sentirlo parlare senza ritegno di una vicenda delicata e sofferta come quella che vede coinvolto suo figlio e una ragazza di vent' anni, è qualche cosa che mai avremmo immaginato.

 

BEPPE GRILLO CON BONAFEDE IN CAMPIDOGLIO BEPPE GRILLO CON BONAFEDE IN CAMPIDOGLIO

Ci domandiamo dove siano le donne, le intellettuali che negli anni passati scendevano in piazza a difesa della dignità femminile, quelle che manifestavano al grido di «Se non ora quando?». Non hanno niente da dire se il leader di un Movimento che tiene in pugno il Parlamento dà della bugiarda a una ragazza solo perché prende il surf il giorno dopo la presunta violenza?

Nulla da obiettare se, in barba a una legge introdotta dal governo Conte, il suo governo, e dal ministro Bonafede, che estese a 12 mesi la possibilità di denunciare, Grillo dice che rivolgersi ai carabinieri otto giorni dopo i fatti prova che lo stupro non c' è stato? Sì, le frasi di Grillo e della moglie sono rivoltanti, oltre che un' indebita pressione, se non un' intimidazione come ha detto il legale della vittima.

 

beppe grillo giuseppe conte luigi di maio beppe grillo giuseppe conte luigi di maio

Tuttavia, è rivoltante anche il silenzio dei big grillini, quelli che in Parlamento sono arrivati al grido di «Onestà, onestà». Consenzienti anche loro?

ciro grillo ciro grillo BEPPE GRILLO NEL VIDEO A DIFESA DEL FIGLIO CIRO BEPPE GRILLO NEL VIDEO A DIFESA DEL FIGLIO CIRO

 

Condividi questo articolo

politica

ALLARME ROSSO PER ENRICHETTO LETTA - UN SONDAGGIO RISERVATISSIMO BOCCIA LA LINEA DEL NEO SEGRETARIO DEL PD (DALLO IUS SOLI AL TWEET PRO FEDEZ) - INTANTO, IL CENTRODESTRA SEMBRA AVER TROVATO LA QUADRA. A UN CENNO POSITIVO DI GIORGIA MELONI, BERTOLASO A ROMA E ALBERTINI A MILANO ACCETTEREBBERO LA CANDIDATURA – NELLE RILEVAZIONI, BERTOLASO RISULTA VINCENTE SU ZINGARETTI, ALBERTINI SU SALA. IDEM DAMILANO SU LO RUSSO A TORINO. ECCO PERCHÉ ENRICHETTO HA QUALCHE BUON MOTIVO PER NON STARE SERENO