IN SICILIA LA SINISTRA NON HA VOLUTO PERDERE, HA VOLUTO STRAPERDERE – RENATO SCHIFANI VELEGGIA VERSO LA PRESIDENZA DELLA REGIONE: SECONDO LA TERZA PROIEZIONE DI OPINIO ITALIA PER LA RAI, IL FORZISTA È IN TESTA CON IL 42%. SECONDO È CATENO DE LUCA, DI SICILIA VERA, CON IL 22,6%. MALE LA CHINNICI (PD) CON IL 17% - IL CROLLO DOVUTO ALLA SCELTA DEL MOVIMENTO DI CORRERE SEPARATO DAL PARTITO DEMOCRATICO CHE NON SOLO HA CONSEGNATO LA VITTORIA AL CENTRODESTRA, MA HA PERMESSO PURE IL SORPASSO DI DE LUCA…

-

Condividi questo articolo


1. REGIONALI, TERZA PROIEZIONE: SCHIFANI PRIMO CON IL 42%, AL CENTRODESTRA IL 48,4%

Da www.gds.it

Renato Schifani Renato Schifani

 

Quando sono state scrutinate 11 sezioni su 5293 per le Regionali in Sicilia il candidato presidente del Centrodestra, Renato Schifani, è al 34,74%. Dopo di lui Cateno De Luca col 28%, Caterina Chinnici, candidata di Pd e Centopassi, al 26%, seguita da Nunzio Di Paola del M5s col 10,3% e da Gaetano Armao, Italia Viva-Azione, con l’1%.

 

cateno de luca cateno de luca

Secondo la terza proiezione di Opinio Italia per la Rai, Renato Schifani, candidato presidente della Regione del centrodestra, è in testa con il 42%. Secondo è Cateno De Luca, di Sicilia Vera, con il 22,6%. Seguono l'eurodeputata del Pd Caterina Chinnici, candidata del centrosinistra, col 17%, e Nuccio Di Paola, del M5s, con il 16,1%. I dati si riferiscono a un campione del 43%.

 

Caterina Chinnici Caterina Chinnici

In Sicilia è possibile il voto disgiunto e, secondo la proiezione del consorzio, la coalizione del centrodestra avrebbe ottenuto il 48,4%, il 6,4% in più del proprio candidato governatore. Dato invertito per De Luca, che avrebbe ottenuto il 4,6% in più dei voti del suo movimento (18%). Il voto disgiunto ha interessato, ma in maniera minore, anche gli altri due candidati che hanno avuto più preferenze di quelle ottenute dalla coalizione: la Chinnici al 17%, contro il 16,1% del centrosinistra, e Nuccio Di Paola, col 16,1%, contro il 15,4 del M5s.

renato schifani manifesti elettorali renato schifani manifesti elettorali

 

2. LA SICILIA A SCHIFANI PD E 5S PAGANO CARO LA CORSA SEPARATA

Estratto dell'articolo di Claudio Reale per “la Repubblica”

 

La sorpresa non arriva. Secondo gli exit poll del Consorzio Opinio per la Rai la Sicilia resta a destra e sceglie come nuovo presidente della Regione il forzista Renato Schifani (…)

 

Male il centrosinistra, che paga la divisione last minute fra la candidata di Pd e sinistra Caterina Chinnici e il portabandiera del Movimento 5Stelle Nuccio Di Paola. (…) Chinnici era stata scelta con le primarie il 23 luglio, dopo la caduta del governo di Mario Draghi: a metà agosto, poche ore prima che scadesse il termine per la presentazione delle liste, però, il Movimento 5 Stelle ha deciso di rompere l'alleanza per correre per conto proprio.

NUCCIO DI PAOLA NUCCIO DI PAOLA

(…)

 

Si chiude così una campagna elettorale di fatto oscurata da quella per le Politiche e segnata negli ultimi giorni da ben due arresti: giovedì nel mirino della Procura di Catania è finita una candidata di Fratelli d'Italia, Barbara Mirabella, accusata di corruzione, mentre venerdì i magistrati di Palermo hanno notificato un'ordinanza di custodia cautelare - stavolta per voto di scambio - all'ex deputato Salvatore Ferrigno, in lista con i Popolari-Autonomisti a sostegno di Schifani. (…)

 

renato schifani renato schifani

Determinante sarà anche il risultato delle liste: nonostante la legge elettorale siciliana accordi un premio di maggioranza di sette seggi su 70 al presidente eletto, Schifani rischia di doversi trovare a guidare un governo di minoranza. Cinque anni fa, nonostante le sue liste sommate avessero raggiunto il 42 per cento, Musumeci ottenne una maggioranza di un solo seggio.

LA CONDANNA DI BERLUSCONI PELLEGRINAGGIO A PALAZZO GRAZIOLI RENATO SCHIFANI LA CONDANNA DI BERLUSCONI PELLEGRINAGGIO A PALAZZO GRAZIOLI RENATO SCHIFANI Caterina Chinnici Caterina Chinnici NUCCIO DI PAOLA NUCCIO DI PAOLA Caterina Chinnici Caterina Chinnici ismaela la vardera cateno de luca 1 ismaela la vardera cateno de luca 1 scazzo tra cateno de luca e matteo francilia 8 scazzo tra cateno de luca e matteo francilia 8 Renato Schifani Renato Schifani ismaela la vardera cateno de luca 2 ismaela la vardera cateno de luca 2 renato schifani con la moglie franca renato schifani con la moglie franca renato schifani 3 renato schifani 3

 

Condividi questo articolo

politica

I SINISTRATI SONO SEMPRE I PRIMI AD APPROFITTARE DEI PRIVILEGI – ALEXANDRIA OCASIO-CORTEZ, STELLINA “RADICAL” DEL PARTITO DEMOCRATICO AMERICANO, È SOTTO INDAGINE DELLA COMMISSIONE ETICA DEL CONGRESSO PER LA PARTECIPAZIONE AL MET GALA DELLO SCORSO ANNO – LA OCASIO CORTEZ SI PRESENTÒ CON UN’ABITO CON SCRITTO “TAX THE RICH”. LA COMMISSIONE HA RICEVUTO DUE RICORSI: UNO SUI BIGLIETTI GRATIS RICEVUTI PER L’EVENTO, IL SECONDO SULL’ABITO, CHE “RAPPRESENTA UN REGALO LEGATO ALLA SUA POSIZIONE ALLA CAMERA”

QUESTO PONTE S’HA DA FARE! LUCIO CARACCIOLO: “IL PONTE SULLO STRETTO VA FATTO PERCHÉ È UNA PRIORITÀ STRATEGICA PER L'ITALIA (PER QUESTO MOTIVO PROBABILMENTE NON SARÀ MAI FATTO)" - "LO STRETTO DI SICILIA È UNO DEGLI SPAZI PIÙ RILEVANTI AL MONDO. NON MOLTO MENO DELLO STRETTO DI TAIWAN. NEL TRIANGOLO DELLA COMPETIZIONE FRA STATI UNITI, CINA E RUSSIA IL CONTROLLO DI QUESTO BRACCIO DI MARE AL CENTRO DEL MEDITERRANEO È ESSENZIALE. QUALCUNO DIRÀ: È TERRA DI MAFIE. MA LE GRANDI INFRASTRUTTURE SONO IL SEGNO CHE..."

LE MIDTERM SONO STATE UNA DISFATTA PER TRUMP – LA VITTORIA DEL CANDIDATO DEMOCRATICO, RAPHAEL WARNOCK, AL BALLOTTAGGIO IN GEORGIA È UNO SCHIAFFONE IN FACCIA A “THE DONALD”: TUTTI I CANDIDATI CHE HA SPONSORIZZATO LUI HANNO PERSO MALAMENTE ALLE MIDTERM – LA VITTORIA REGALA AI DEM IL 51MO SEGGIO AL SENATO, UNO IN PIÙ RISPETTO A PRIMA DELLE MIDTERM. “SLEEPY JOE”, CHE ESCE RAFFORZATO, GONGOLA E PENSA DI RICANDIDARSI: CON MACRON HA BRINDATO ALLA SUA CAMPAGNA PRESIDENZIALE DEL 2024 (SEMPRE CHE IL PARTITO NON LO CONVINCA A RIPENSARCI)

LA RIFORMA DELLA GIUSTIZIA DI NORDIO VISTA DA FRANCO COPPI, IL DECANO DEGLI AVVOCATI PENALISTI: “OCCORRE RIVEDERE IL TEMA DEL SEGRETO ISTRUTTORIO NON SOLO NELLA PROSPETTIVA DELLE INTERCETTAZIONI, MA STABILIRNE I LIMITI E LE SANZIONI - SEPARAZIONE DELLE CARRIERE? BISOGNA SEPARARE LE PERSONE INTELLIGENTI DA QUELLE CHE NON LO SONO. AFFRONTIAMO IL TEMA DELL'IMMISSIONE DEI MAGISTRATI IN RUOLO CON FORME CHE GARANTISCANO L'IDONEITÀ AL DI LA DELLE CONOSCENZE GIURIDICHE - C'È DA RIVEDERE L'UDIENZA PRELIMINARE, CHE È UN FALLIMENTO - L’ABUSO D’UFFICIO? REATO AL LIMITE DELLA COSTITUZIONALITÀ”