VERTICE IN CORSO A PALAZZO CHIGI SUL DOSSIER AUTOSTRADE CON CONTE E I MINISTRI GUALTIERI E DE MICHELI. SUL TAVOLO, OLTRE ALLA REVOCA, ANCHE UNA SOLUZIONE PROPOSTA DA CDP PER RISOLVERE IL GARBUGLIO BENETTON. MA L’AD DI ATLANTIA CARLO BERTAZZO PARE CHE NON ABBIA ALCUNA INTENZIONE DI CHIUDERE L’ACCORDO. È SBUCATO IL FONDO STATUNITENSE APOLLO INTERESSATO A PRENDERE ASPI CON IL GRUPPO TOTO COME GESTORE DELLA RETE AUTOSTRADALE

-

Condividi questo articolo

DAGONEWS

ROBERTO GUALTIERI GIUSEPPE CONTE ROBERTO GUALTIERI GIUSEPPE CONTE

Vertice in corso a Palazzo Chigi sul dossier Aspi, con Conte e i ministri Gualtieri e De Micheli. Sul tavolo, oltre alla revoca, anche un possibile schema per risolvere l’intricata situazione del dossier Autostrade, che ha fatto ricorso all’Unione Europea. Una soluzione proposta da Cassa depositi e prestiti ad Atlantia in agosto, sulla falsa riga di quanto nel 2013 la holding dei Benetton fece per la fusione di Gemina in Atlantia.

Giuseppe Conte Fabrizio Palermo Giuseppe Conte Fabrizio Palermo

 

In quel caso vennero emessi dei warrant legati ai presunti danni ambientali richiesti dal ministero dell’Ambiente nei confronti di Autostrade. Lo stesso schema che potrebbe essere oggi applicato con Aspi: in questo modo Cdp, una volta quantificati i danni indiretti dovuti al crollo del Ponte Morandi, riceverebbe un numero di azioni corrispondente.

carlo bertazzo carlo bertazzo

 

Una soluzione utilizzata nel 2013 che oggi però non è più gradita, anzi viene addirittura definita da Atlantia fuori mercato. Perché? C’è chi sospetta che in fondo, in casa Atlantia, l’ad Carlo Bertazzo non abbia alcuna intenzione di chiudere l’accordo. Del resto, oggi Conte deve evitare la revoca della concessione per il semplice motivo che lo Stato non è in grado di sostituire, da un giorno all’altro, la gestione autostradale.

 

riccardo toto foto di bacco riccardo toto foto di bacco

Come abbiamo riferito stamattina, l’amministratore delegato di Atlantia Carlo Bertazzo e Riccardo Toto (figlio del reuccio delle autostrade carlo), si sono attovagliati per il breakfast all’hotel Locarno a Roma. Il tema della chiacchierata era il fondo statunitense Apollo, con il quale Toto Holding ha già stretto un'alleanza nel settore delle rinnovabili, interessato a prendere Aspi con Toto come gestore della rete autostradale.

carlo toto carlo toto

 

Condividi questo articolo

politica

“MIA MADRE FA LA REGISTA, MA NON È SPIELBERG” – CALENDA FA FINTA DI ESSERE UN CANDIDATO DEL POPOLO: “SONO NATO E VISSUTO NEL QUARTIERE AFRICANO, NON AI PARIOLI, NON VENGO DA UNA FAMIGLIA RICCA COME SI PENSA” – “A UN RAGAZZO DELLA PERIFERIA DIREI CHE SERVE AVER STUDIATO E LAVORATO: MI RENDO CONTO CHE FORSE QUEL RAGAZZO PENSA GLI SIA PIÙ VICINO UNO CHE HA VENDUTO LE BIBITE AL SAN PAOLO, MA POI…” – VIDEO: QUANDO DICEVA “SAREI UN CIALTRONE SE MI CANDIDASSI A ROMA”