ANCHE I RICCHI DEL CALCIO DEVONO PAGARE LE TASSE: IL GOVERNO SI SCHIERA CONTRO IL "LODO LOTITO" SALVA SERIE A - PALAZZO CHIGI NON INTENDE CONSENTIRE AI CLUB DI NON PAGARE GLI INTERESSI SUL PIANO RATEIZZAZIONI. LE SOCIETA’ DOVRANNO SGANCIARE INTERESSI AL 3% (COME AVVIENE PER TUTTI) SE VOGLIONO PROCEDERE ALLA SPALMATURA IN CINQUE ANNI DELLE 60 RATE DEI VERSAMENTI FISCALI E PREVIDENZIALI CONGELATI NELL’ULTIMO ANNO...

-

Condividi questo articolo


Da ilnapolista.it

Tasse e Serie A, il governo contrario agli emendamenti Lotito. Lo scrive la Gazzetta: Palazzo Chigi non intende chinare il capo e consentire ai club di Serie A di non pagare gli interessi sul piano rateizzazioni.

MELONI LOTITO MELONI LOTITO

 

Da una parte le modalità della rateizzazione delle tasse, dall’altra la possibilità di far scattare uno «scudo» in caso di mancato pagamento per evitare la denuncia penale. Un tema su cui al ministero dell’Economia si stanno moltiplicando i dubbi e su cui il

presidente della Lega di A, Lorenzo Casini, aveva manifestato preoccupazione in termini di tempistica, con il rischio che i via libera ai versamenti a rate non arrivino in tempo per evitare i rischi giudiziari. Anche ieri il tema dell’ormai vicina scadenza fiscale del prossimo 22 dicembre ha tenuto banco.

 

 

La Lega di serie A cerca una soluzione senza sanzioni, il governo della legge di bilancio Meloni-Giorgetti non vuole abbassare l’asticella del calcio e dello sport rispetto a quella che devono superare altri ambiti industriali. La soglia sarà quindi quella del 3% per chi accetterà il piano di rateizzazioni, i cinque anni in cui spalmare le 60 rate dei versamenti fiscali e previdenziali congelati nell’ultimo anno. Una somma di 480 milioni (al 30 novembre) per la sola Serie A. Sta emergendo dunque sempre di più la contrarietà governativa agli emendamenti (del presidente-senatore Claudio Lotito e di altri) che prevedono una rateizzazione a costo zero.

CLAUDIO LOTITO AL SENATO CLAUDIO LOTITO AL SENATO lotito foto mezzelani gmt245 lotito foto mezzelani gmt245

 

Condividi questo articolo

media e tv

IL CONDUTTORE DI "BELLAMÀ" FA UNA DIACO-SCOPIA ALLA POVERA SIGNORA RAFFAELLA, CHE SI È FATTA SCAPPARE UN “CHE PALLE”, MANCO FOSSIMO SULLA TV DEL CALIFFATO E FOSSE STATO TIRATO UN BESTEMMIONE: “CHIEDI SCUSA AL PUBBLICO, NON SI POSSONO DIRE PAROLACCE”. ARIDATECE FUNARI! - IL PRECEDENTE CON VIRA CARBONE PER IL CELLULARE IN STUDIO E IL COMMENTO DI SELVAGGIA LUCARELLI: “LA DOPPIA MORALE DI DIACO CHE HA CHIAMATO IL PROGRAMMA ‘BELLA MA’ PER FARE IL GIOVANE E POI FA LE RAMANZINE DA NONNO AMMUFFITO” - VIDEO

politica

business

cronache

sport

cafonal

TENETEVI SALDI. TRATTENETE IL RESPIRO. GOVERNATE LO SHOCK. ROMA GODONA ESISTE E RESISTE. E SI SOLLAZZA AL FESTONE DI SANDRA CARRARO, STARRING PUPO CHE GORGHEGGIA CON MARA VENIER, BRU-NEO VESPA CHE TRILLA IL RITORNELLO DI “GELATO AL CIOCCOLATO, DOLCE E UN PO’ SALATO…”, MENTRE NICOLINO PORRO AGITA I PIEDINI. SCUTRETTOLA SENZA UNA CURVA FUORI POSTO MARIA ELENA BOSCHI. NON FA RIDERE, FA IMPRESSIONE ADRIANO ARAGOZZINI. INTORNO BOLGIA E PIGIA PIGIA DI PARTY-GIANI - CERTO, UN FESTONE ULTRA-CAFONAL, SPENSIERATO E GAUDENTE, MA PRIVO DELLA CILIEGINA CHE FA OGGI DI UN PARTY UN EVENTO: UN COLLEGAMENTO CON ZELENSKY DA KIEV SOTTO LE BOMBE... – VIDEO STRACULT!

viaggi

salute

INOCULATI PER BENE – È POLEMICA NEGLI USA PER LA DECISIONE DI PFIZER E MODERNA DI PORTARE IL COSTO DELLA SINGOLA DOSE DI VACCINO ANTI-COVID SUL LIBERO MERCATO A 130 DOLLARI, QUANDO IL COSTO STIMATO DI PRODUZIONE È DI 2,85 DOLLARI – MAURO MASI: “L’ANNUNCIO DI BIDEN NEL MAGGIO 2021 AL WTO DI ‘NON VOLER PROTEGGERE LA PROPRIETÀ INTELLETTUALE PER I VACCINI’ È RIMASTO LETTERA MORTA. AD OGGI, NULLA È CAMBIATO RISPETTO A TRE ANNI FA, PRIMA DELLA PANDEMIA, E IL TEMA RESTA IRRISOLTO”