BIANCONERI CON I CONTI IN ROSSO - IL BILANCIO 2019-20 DELLA JUVE SI CHIUDE CON UNA PERDITA DI 71,4 MILIONI (CON L'ADDIO DI HIGUAIN POTREBBE TENDERE AI 90 MILIONI) - È IL TERZO DEFICIT DI FILA, DOPO IL -19 DEL 2017-18 E IL -40 DEL 2018-19 - IL CLUB, CHE APPROVERÀ I CONTI DOMANI, POTREBBE EFFETTUARE UNA SVALUTAZIONE (18 MILIONI IL COSTO RESIDUO) ANCHE PER ALLEGGERIRE IL 2020-21 – PESANO I MANCATI INTROITI DA CHAMPIONS (ELIMINAZIONE AGLI OTTAVI)

-

Condividi questo articolo

andrea agnelli andrea agnelli

 

 

Marco Iaria per gazzetta.it

 

Il bilancio 2019-20 della Juventus ha chiuso con una perdita di 71,4 milioni. È il terzo deficit di fila, dopo il -19 del 2017-18 e il -40 del 2018-19. Il cda presieduto da Andrea Agnelli, riunitosi oggi, ha esaminato i conti e ha dato l’ok al bilancio che verrà approvato dall’assemblea dei soci a ottobre. Il fatturato, al lordo delle plusvalenze, ammonta a 573,4 milioni, in calo rispetto ai 621,4 milioni del 2018-19 a causa del coronavirus.

 

Il risparmio contabile di 90 milioni sugli stipendi, in virtù di un accordo tra club e squadra, ha attutito i colpi ma non è bastato per riequilibrare una gestione già gravata dall’incremento dei costi della rosa, in termini di stipendi e ammortamenti. L’indebitamento finanziario netto al 30 giugno è di 385 milioni, in crescita rispetto al 31 dicembre 2019 quando erano stati recepiti gli effetti dell’aumento di capitale da 300 milioni. Anche il bilancio 2020-21 è previsto in perdita dagli amministratori.

andrea pirlo andrea agnelli andrea pirlo andrea agnelli andrea agnelli stadium andrea agnelli stadium Andrea Agnelli Foto Mezzelani Andrea Agnelli Foto Mezzelani andrea pirlo andrea agnelli andrea pirlo andrea agnelli Andrea Agnelli Foto Mezzelani Andrea Agnelli Foto Mezzelani Andrea Agnelli Foto Mezzelani Andrea Agnelli Foto Mezzelani JUVENTUS BILANCIO ANDREA AGNELLI JUVENTUS BILANCIO ANDREA AGNELLI

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

LA ROMA TREMA, LO STADIO ORA E’ UN MIRAGGIO – IL PD SI SFILA, IL PROGETTO DEL NUOVO IMPIANTO A TOR DI VALLE SEMPRE PIU’ IN BILICO, LA RAGGI: “I DEM NON VOGLIONO LO STADIO. VIA LIBERA ENTRO NATALE” - IL CLUB GIALLOROSSO SI ASPETTAVA IN QUESTO MESE IL VIA ALL’ITER CHE DOVREBBE PORTARE ALL’APPROVAZIONE DELLA VARIANTE E DELLA CONVENZIONE URBANISTICA – LA SINDACA E’ ALLE PRESE CON UN MOVIMENTO SPACCATO E CON UN PD CHE PARTE DA UNA “POSIZIONE DI FORTE CONTRARIETA’”

cafonal

viaggi

salute