CHI HA SBAGLIATO PIU’ FORTE? TUTTI SAPEVANO DEI RISCHI LEGATI AI TIFOSI DELL’EINTRACHT. PERCHE’ E’ STATO CONSENTITO DI TRASFORMARE NAPOLI IN UN CAMPO DI BATTAGLIA? LE CRITICHE AL TAR CHE AVEVA SOSPESO IL DIVIETO DI TRASFERTA RINNOVATO DAL VIMINALE E RISTRETTO AI CITTADINI PROVENIENTI DA FRANCOFORTE - LA PROCURA: “DEI RISCHI SI ERA CONSAPEVOLI, TANTO CHE DA MARTEDÌ SERA ERA IN PIEDI UNA MACCHINA DELLA SICUREZZA ARTICOLATA. DOBBIAMO CAPIRE PERCHÉ È FINITA COSÌ”

-

Condividi questo articolo


Estratto dell'articolo di Conchita Sannino per “la Repubblica”

 

 

guerriglia a napoli guerriglia a napoli

(…) Tutti sapevano tutto. L’odio tra bande di criminali, ciascuna “truccata” da tifo di squadra: Eintracht o Napoli. Il Viminale conosceva bene, ribadiscono ieri tra questura e prefettura, «il grado di pericolosità di questa trasferta». E allora perché finisce in disastro? «Bisognava bloccare quegli arrivi, impedire che venissero in città», ti raccontano.

 

Poi l’ordinanza del Tar Campania, che costringe a restringere il campo: il pericolo era stato «prospettato solo genericamente» per il giudice amministrativo. Ecco perché, insistono, quel divieto smontato al Tar era stato rinnovato dal Ministero e ristretto ai cittadini provenienti da Francoforte. Nonostante questo, l’allarme resta, l’impianto si rivela insufficiente.

 

(…)

 

napoli, scontri tra i tifosi dell eintracht e la polizia 10 napoli, scontri tra i tifosi dell eintracht e la polizia 10

Turisti, insomma: ma sorvegliati. Eppure non lo erano, non potevano esserlo. Quando i napoletani lanciato spranghe e torce, quelli dispiegano tutta la ferocia compressa. La Napoli della storia millenaria che diventa terra di barbari. In Procura, la reggente Rosa Volpe alle 21 scuote la testa. «Un fatto è certo: questi signori arrivati qui, questo genere di trasferte non hanno nulla a che fare con lo sport, ma solo con la brutale violenza », spiega a Repubblica . «Dei rischi si era consapevoli, tanto che da martedì sera era in piedi una macchina della sicurezza articolata. Dobbiamo capire perché è finita così».

napoli, scontri tra i tifosi dell eintracht e la polizia 9 napoli, scontri tra i tifosi dell eintracht e la polizia 9 napoli, scontri tra i tifosi dell eintracht e la polizia 8 napoli, scontri tra i tifosi dell eintracht e la polizia 8 napoli, scontri tra i tifosi dell eintracht e la polizia 6 napoli, scontri tra i tifosi dell eintracht e la polizia 6 tifosi napoli e ultrà eintracht tifosi napoli e ultrà eintracht

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

FLASH – IL VERO GRANDE SCONFITTO DELLE AMMINISTRATIVE È…GENNARO SANGIULIANO! EIKE SCHMIDT, A FIRENZE, E FABIO ROMITO A BARI, SONO STATI CANDIDATI, SPONSORIZZATI E SOSTENUTI STRENUAMENTE DA “GENNY”. LA DISCESA IN CAMPO DEL CRUCCO È STATO UNA SUA IDEA, INSIEME A QUEL FENOMENO DI DONZELLI - NELLA CITTÀ PUGLIESE, AVEVA ADDIRITTURA PROMESSO CHE SAREBBE DIVENTATO ASSESSORE IN CASO DI VITTORIA DI ROMITO. ED È ANDATO PIÙ VOLTE SIA A BARI CHE A FIRENZE. RISULTATO? HANNO PERSO MALAMENTE ENTRAMBI…

DAGOREPORT – GRANDE È LA CONFUSIONE SOTTO IL CIELO DI BRUXELLES: O IL QUINTETTO AL COMANDO, FORMATO DA MACRON, SCHOLZ, TUSK, SANCHEZ E MITSOTAKIS, TROVA UN ACCORDO IL 28 GIUGNO O SALTA TUTTO - IL BALLO DI SAN VITO SI GIOCA SUL NOME DI URSULA VON DER LEYEN. INVISA A UNA PARTE DEL PPE, CORRE IL RISCHIO DI ESSERE AFFONDATA DAL VOTO SEGRETO DEL PARLAMENTO - URGE AGGIUNGERE UN POSTO A TAVOLA. E QUI IL PPE SI SPACCA: ALLA CORRENTE DI WEBER, CHE VORREBBE IMBARCARE IL GRUPPO ECR GUIDATO DALLA REGINA DI COATTONIA, SI CONTRAPPONE LA CORRENTE DI TUSK. IL LEADER POLACCO CONTA IL MAGGIOR NUMERO DI PARLAMENTARI NEL PPE E ACCETTEREBBE SOLO I FRATELLI D’ITALIA. E PER MAGGIOR TRANQUILLITÀ, ANCHE I VOTI DEI VERDI, MA GIORGIONA NON CI STA - IL GUAZZABUGLIO SI INGROSSERÀ DOMANI, LUNEDÌ, CON L’INCONTRO DI UN IMBUFALITO ORBAN CON LA DUCETTA, REA DI AVER ARRUOLATO I RUMENI ANTI UNGHERESI DI AUR, E PRONTO A SALIRE SUL CARRO DI MARINE LE PEN - ALLA EVITA PERON DELLA GARBATELLA, CHE RISCHIA L’IRRILEVANZA POLITICA NELL’UNIONE EUROPEA, NON RESTA ALTRO CHE FAR SALTARE IL BANCO DEL 28 GIUGNO…