CONTE, E’ UNA PROMESSA O UNA MINACCIA? “ROMPEREMO LE SCATOLE FINO ALLA FINE. VELENO E CATTIVERIA PER PENSARE IN GRANDE” – SCONCERTI: “A 11 PARTITE DAL TERMINE, CON ALTRE 3 GARE IN CASA NELLE PROSSIME 4, NON C'È RAGIONE PER NON VEDERE L'INTER TORNATA IN CORSA. NON È LA FAVORITA, MA..” - "LA PARTITA DI MERCOLEDÌ TRA ATALANTA E LAZIO LAZIO CHIARIRÀ MOLTO SUL DESTINO DEL CAMPIONATO" - VIDEO

-

Condividi questo articolo

 

MARIO SCONCERTI per il Corriere della Sera

conte conte

 

Sorprendono Inter e Atalanta, non per le vittorie ma per la facilità di gioco. Nel tempo che serve, fanno quello che vogliono dell'avversario. Forse è questa fragilità del nemico a spingerle entrambe, ma molto è anche calcio buono, giocato di prima e rapidamente.

 

L'Inter perfino meglio, il primo tempo è una delle cose migliori della stagione, merito di una condizione ottima e di un Eriksen che fa pesare negli ultimi 30 metri la sua differenza. Va presa a piccole dosi la partita contro una Samp leggerissima, ma questa dimostrazione di forza arriva dopo la buona partita di Napoli.

 

Se il riferimento è la Juve, l'Inter è nettamente preferibile adesso. Gioca meglio, più rapidamente e più di squadra. Non ha campioni che scompaiono con la palla, nell'Inter sono tutti al servizio di tutti.

 

inter sampdoria inter sampdoria

Nella facilità generale di gioco bisogna mettere anche l'assenza di Brozovic, che è bravo, conosce i tempi, ma tiene sempre lui la palla in regia. Stavolta l'ordine nell'Inter era di far girare tutto in fretta, la Samp è rimasta sorpresa, spesso travolta da questa nuova velocità.

 

A 11 partite dal termine, con altre 3 gare in casa nelle prossime 4, non c'è ragione per non vedere l'Inter tornata in corsa. Non è la favorita, dovrebbe vincere praticamente sempre, ma in questo momento ha un altro passo, un altro peso dentro un movimento che sembra abbastanza rassegnato ad aver perso il riferimento della Juve. L'aggiunta di Eriksen è come l'avesse resa più diretta, meno arginabile. Una fantasia senza dribbling, solo di scambi e di ritmo.

 

Ci sono stati nella ripresa anche momenti di disattenzione, ma rientrano nella normalità di una crescita. Il segno della differenza c'è stato e ha resistito ogni volta che l'Inter ha avuto bisogno di qualcosa. Ha vinto e si è divertita. Quasi inaspettata in fondo a una stagione atleticamente diversa come questa. È sembrata invece sempre se stessa l'Atalanta. Il Sassuolo è un avversario scomodo perché vuole sempre giocare a calcio. Ha momenti in cui può segnare più gol.

inter sampdoria lukaku inter sampdoria lukaku

 

Ma con l'andare l'Atalanta ha punito la sua ambizione di sentirsi alla pari. A me sembra ormai una vera squadra europea, rimasta con i suoi concetti di calcio ma ora dentro una maturità che hanno solo i grandi club. La partita di mercoledì con la Lazio chiarirà molto su questa idea e sul destino del campionato.

inter sampdoria inter sampdoria atalanta sassuolo atalanta sassuolo atalanta sassuolo atalanta sassuolo

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

TE LO DO IO IL SESSISMO! - A PROPOSITO DELLA SENATRICE MAIORINO CHE SI METTE A FARE LEZIONI DI MORALE ED ETICA, ACCUSANDO DAGOSPIA DI ESSERE RESPONSABILE DEL "DECADIMENTO DELL'INFORMAZIONE IN ITALIA", RICORDIAMO COSA USCIVA DI INSULTI E OFFESE ALLE DONNE DALLA BOCCUCCIA DI BEPPE GRILLO - L'ELEVATO DIEDE DELLA ''VECCHIA PUTTANA'' ALLA RITA LEVI MONTALCINI E DELLA "PUTTANACCIA, VECCHIA, SCHIFOSA" ALLA GRANDE SCIENZATA INFORMATICA GRACE MURRAY HOPPER - DA PARTE SUA IL DEPUTATO GRILLOZZO DE ROSA APOSTROFO’ LE COLLEGHE DEL PD COSÌ: "SIETE QUI PERCHÉ BRAVE SOLO A FARE I POMPINI" - PER ARGINARE MINACCE E SCONCEZZE CHE PROSPERAVANO SUL BLOG DI GRILLO, LA VICEPRESIDENTE DELLA CAMERA, MARA CARFAGNA, SI RIVOLSE ALLA MAGISTRATURA – E SULLA BOSCHI E LA PICIERNO..

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute

UNA MINCHIATA RESTA SEMPRE UNA MINCHIATA. O NO? - OTTAVIO CAPPELLANI: ''IN AEREO CI SI PUÒ SEDERE ATTACCATI MA LE CAPPELLIERE SONO VIETATE. NIENTE BAGAGLI. LA REGOLA FA VACILLARE LA MENTE.  IN PIEDI, CON LE BRACCIA ALZATE E UNO ZAINETTO IN MANO L’ESSERE UMANO E' PIÙ SENSIBILE AL CORONAVIRUS? SI TRASMETTE ATTRAVERSO LE ASCELLE? - REGOLE RIGIDE PER GLI SPETTACOLI ALL'APERTO, POI SALI SU UN AUTOBUS E ADDIO DISTANZIAMENTO. E POI PERCHÉ I MIGRANTI VENGONO TAMPONATI E QUARANTENATI MA I TURISTI NO? LA POVERTÀ AIUTA IL CONTAGIO?''